Instagram Twitter Facebook Vimeo Youtube
Home » concorso 2015 » Il Trail e la liberazione dell’Anima

Il Trail e la liberazione dell’Anima

Iniziai la mia passione per la corsa,nelle piste ciclabili trentine,ignaro delle bellezza dei sentieri dolomitici, percorrere lo stesso percorso d’asfalto, nonostante i chilometri aumentassero e la visione lungo l’Adige illuminava il mio spirito, ma,era pur sempre, il temibile percorso catramato, per svariati motivi,tornai a vivere nella mia bellissima isola, la Sardegna, continuai a percorrere quelle strade oscure e tristemente asfaltate, respirando il nocivo respiro delle auto, un carissimo amico, mi portò nei sentieri, mai esplorati fino ad allora, le sensazioni erano tutte positive, i paesaggi cambiavano ad ogni uscita, la monotonia dell’asfalto fu dissolta dalla bellezza della natura, quando calpesti la meraviglia della terra e ti soffermi un attimo, puoi notare raccogliendo i sassi su cui appoggi il tuo danzare, la bellezza della loro unicità,puoi tenere in mano tutti i sassi che vuoi ma, non troverai uno uguale,e te osservi tutto ciò che ti circonda, e noterai che ogni particella della natura,è unica,le piante, i fiori,i sassi, quella sensazione che,la natura corra insieme a te, immerso in essa ,si avverte la liberazione dell’anima,perchè si diventa tutt’uno con essa , godi di ogni elemento che ti circonda e ti adatti alle condizioni atmosferiche, la bellezza e la durezza di superare i propri limiti , spronati ,incoraggiati ed ostacolati dalla natura ; passo dopo passo ,mi sento leggero ,mi sembra di volare ,di sdoppiarmi , di non vivermi in una realtà tecnologica e materialista, chilometro dopo chilometro,con i polmoni che urlano , ed il cuore che sussurra vita,sento la mia anima completamente libera, libera di superare me stesso ,di  aiutarmi,di amarmi e di volare; da quando posso mettere in gioco me stesso sui terreni della natura e liberare l’anima , non si può tornar a percorrere gli oscuri tracciati dell’asfalto, sentire la morbidezza della terra,i sassi,la sabbia,i corsi d’acqua, penso che, non si possa esattamente descrivere con le sole parole ciò che si prova, correndo per le vie della natura,godendo delle infinite meraviglie, come il sole nelle albe e la luna nelle corse notturne, circondati dalla flora e della fauna ,guardinghi dall’esserti amico o nemico, si ha la sensazione di essere per l’arco di tempo trascorso : immortali …
LA CORSA LIBERA L’ANIMA
La Corsa: delle volte,ti permette di volare e varcare l’orizzonte delle stelle, delle volte,ti trafigge e ti lascia esanime nel suo suolo che, ti avvolge e ti trascina negli abissi.L’Anima è libera in entrambi i casi.

Opera di Tommy

VOTA QUESTO RACCONTO

BANNER-1-CORNCORSO-LETTERARIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *