Instagram Twitter Facebook Vimeo Youtube
Home » Articoli » TomTom Adventurer per favore non chiamatelo orologio, è molto di più!

TomTom Adventurer per favore non chiamatelo orologio, è molto di più!

Matteo Cardamone

Studente dell’ Istituto nautico “C.Colombo” di Camogli (GE)

 

Il TomTom Adventurer è un GPS portatile da polso disponibile sul mercato da Ottobre 2016.

Prima di andare a conoscere  nel dettaglio  il nostro “Adventurer” è doveroso fare una premessa: questi strumenti tecnologici non sono orologi, nell’eccezione classica del termine, sono GPS (Global Positioning System); in pratica  piccoli computer  in grado di ricevere ed elaborare segnali di posizione, inviati da satelliti in orbita. Attraverso l’utilizzo e l’elaborazione di questi dati, i GPS sono in grado di fornirci molte informazioni, ormai divenute quasi indispensabili, per tutti coloro che praticano sport, specie se outdoor. La precisione, la capacità di memoria e d’interfaccia con programmi di piattaforme più complesse fanno la differenza tra l’ambito amatoriale e quello professionale.

Adventure tom tom 04All’acquisto, il GPS vi sarà fornito nella sua scatola con  il cavo di alimentazione e un semplice manualino di poche pagine che, con alcune illustrazioni,  spiega come connetterlo al pc. Il manuale vero e proprio lo troviamo online sul sito della TomTom non è presente il cartaceo, questa scelta commerciale è senz’altro pro ambiente ma può lasciare perplessi. In realtà l’Adventurer è molto intuitivo ed utilizza una simbologia grafica comprensibile anche ai neofiti di questa tecnologia. L’assenza di un caricabatteria può, inizialmente, disorientare, ma si ricarica mentre lo collegate al vostro pc oppure con un normalissimo caricabatteria per smart phone visto che il terminale del suo cavetto è dotato di attacco  USB.

Ora andremo a scoprire questo GPS nei suoi pregi e nei suoi difetti. Inizieremo con l’elencare gli strumenti che ci mette a disposizione, tra i quali potremo scegliere quali attivare sulla base delle nostre esigenze, permettendoci di preservare la batteria, cosa non da poco per chi è impegnato in lunghi trail.

Adventure tom tom 03La batteria  ha un ottima durata, di seguito un paio di esempi della sua resa: utilizzando il nostro “Adventurer” come orologio con sessioni d’allenamento da un paio d’ore  mantenendo il rilevatore del sonno in funzione ha una durata di circa 6/7 giorni, mentre con tutte le sue funzioni attive,  GPS incluso, può arrivare a circa 24 ore ma comunque si deve tener conto che altre variabili quali ad esempio la ricezione del segnale possono influire su questi tempi.

Questo strumento è dotato di:

  • GPS (global position system) che, come tutti sanno, è un sistema di tracciamento della nostra posizione. Adventurer, in particolare, si appoggia  alla tecnologia quickGPS che gli permette di agganciare i satelliti rapidamente in un tempo che va dai 45 secondi ad alcuni minuti a seconda della qualità della ricezione del segnale. Sempre grazie a questa tecnologia ha un ottima capacità a mantenere il segnale dei satelliti e quando, inevitabilmente a causa del moto continuo di quest’ultimi attorno alla terra, è costretto a connettersi ad un altro satellite è molto rapido causando imperfezioni sul percorso quasi impercettibili.
  • Adventure tom tom 01sensore cardiofrequenzimetro senza l’ausilio della fascia cardio. Molti all’inizio sono scettici sulla precisione e affidabilità di questo cardiofrequenzimetro poichè prende le pulsazioni dal polso e non direttamente dal torace, ma in realtà è molto valido e preciso visto con una differenza di poche pulsazioni rispetto alla fascia. Questo sensore è sempre in funzione perché rileva anche le ore di sonno (delle quali approfondiremo in seguito), ma registra il battito solamente durante le sessioni di allenamento.
  • rilevatore del sonno, grazie al monitoraggio del battito cardiaco h24 possiamo sapere le nostre ore di sonno giornaliere e settimanali, dato molto importante per un buon Sportivo che deve puntare alla qualità e quantità di sonno.
  • bussola funzionante con due sistemi: il primo si appoggia ai segnali GPS che riceve durante il programma di allenamento, il secondo utilizza la bussola interna all’orologio che ad ogni utilizzo necessita di una breve calibrazione, non c’è da preoccuparsi, nulla di astrofisico, sarà sufficiente seguire le istruzioni date da lei stessa e in poco tempo avrete la vostra bussola perfettamente funzionante.
  • altimetro: non siamo davanti ad un altimetro barometrico ma la rivelazione della nostra altitudine avviene tramite l’analisi del segnale GPS.Adventure tom tom 08
  • waterproof: l’orologio è resistente all’acqua fino a 5 atmosfere corrispondenti a quaranta metri di profondità; la resistenza all’acqua, infatti, non si calcola in relazione alla profondità, ma alla pressione che l’acqua esercita sullo strumento.
  • cinturino in silicone sostituibile e disponibile in diversi colori
  • memoria di archiviazione di massa da 3gb per chi vuole ascoltare musica direttamente dall’ orologio
  • bluetooth: utile per visualizzare i risultati direttamente sul vostro smartphone senza dover utilizzare il computer, questa tecnologia consente, inoltre, di connetervi direttamente alle cuffie per ascoltare la musica, senza usare il cellulare.
  • programmi di allenamento: corsa, tapiroulant, trail running, escursioni, bici, ciclismo al chiuso o spinning bike, nuoto, sci, snowboard, palestra, freestyle o il così detto corpo libero.

Adventure tom tom 02Pregi: siamo davanti ad un prodotto moderno dotato di sue peculiarità che non imita altri modelli presenti sul mercato. Tasto unico per tutte le funzioni,  molto grande e ben accessibile, posto sul lato per spostarsi da un settaggio all’altro; si può usare anche con i guanti, molto utili nella stagione fredda. Peso  e ingombro contenuto tenendo conto della sua versatilità e strumenti offerti. Molto funzionale e simpatica l’illuminazione dello schermo che si accende semplicemente coprendolo con l’altra mano e anche in questo caso molto comodo in caso di uso dei guanti, si spegne poi da solo.

Difetti: pochi per la verità, il più marcato a nostro giudizio è la mancanza, nel corredo iniziale delle apposite cuffie bluetooth, peccato perché con un prezzo che si aggira tra i 280/300 € ( non male) questo accessorio avrebbe potuto fare la differenza nella decisione di acquisto specie se lo confrontiamo con  altri modelli presenti sul mercato. Il cinturino in gomma, che è in realtà un guscio protettivo  che avvolge il nostro tom tom e che va rimosso per caricare la batteria e trasferire i dati,  è molto resistente e  in un mese di prove non ha dato segni di cedimento, non sarebbe stato male, però, avere la possibilità  di  acquistarlo a parte, vista la disponibilità di colori per abbinarlo al nostro look.

In conclusione, benché questo orologio sia dotato di programmi di allenamento anche per sport al chiuso, è stato concepito principalmente per sport all’aperto infatti nelle varie modalità di allenamento, permette di visualizzare il percorso da noi effettuato, salvarlo per poterlo seguire in futuro, caricare un percorso trovato in rete o consigliato da un amico oppure quello fornito dagli organizzatori di un evento sportivo come può essere un trail.

Tutte queste funzioni si realizzano tramite l’interfaccia web di Tom Tom o con l’applicazione per mobile che, come già detto, può essere connesso con bluetooth  e ci permettono di poter monitorare e confrontare tutte le nostre sessioni d’allenamento, fornendoci dati sulla frequenza cardiaca, andatura, velocità, durata dell’allenamento, distanza percorsa, dislivello, altitudine e dandoci inoltre anche una stima delle calorie da noi bruciate. Ma non preoccupatevi sia l’interfaccia web che l’interfaccia mobile sono molto semplici da utilizzare anche per chi non va molto d’accordo con la tecnologia.

Bisogna però chiarire ancora due aspetti: il primo è che affinché tutto ciò che si è detto sinora sia valido bisogna immettere tutti i dati richiesti al momento dell’inizializzazione, questi potranno essere modificati in caso di variazione, ad esempio il nostro peso che può fare la differenza sui parametri da lui registrati; il secondo è che questo GPS  indirizzato a sport outdoor privilegia precisione e  durata della batteria; soprattutto per preservare quest’ultima ci permette di scegliere quali funzioni attivare in base alle nostre esigenze ed è stata sacrificata molto la grafica riducendola all’essenziale rendendo così l’Adventurer uno strumento dall’utilizzo estremamente semplice e destinato quasi ed esclusivamente agli sportivi e non per andare in giro a fare i “fighi”.

Matteo Cardamone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *