Fai la tua scelta…

Spesso ci poniamo  il problema di come abbigliarci durante le uscite, sia in città (urban-trail), che in contesti outdoor, la nostra pelle andrà protetta in qualsiasi condizione atmosferica sia con il sole che con il freddo.

Quindi vorrei consigliarti due tipi di tessuti naturali che sono a stretto contatto con la pelle,  in commercio ne esistono alcuni  interessanti:

fibra di cocco

 Cocona® : è un materiale innovativo, fibra estratta  dai gusci delle noci di cocco, garantisce l’eliminazione dei cattivi odori, per via della presenza dei carboni attivi , ed asciuga velocemente. Molto confortevole sulla pelle,  la sensazione è quella di indossare una maglia in cotone. Filtra  i raggi UVA e UVB  (50FTP), molto utile nelle sessioni di allenamento sotto il sole. Intrecciato con fibre di poliestere dona maggiore elasticità e rende il capo veramente confortevole. Indicato in condizioni meteo estive.

PECORA MERINOLana Merino: fibra che si ottiene dalla pecora merino , chiamata comunemente “fresco lana”, i suoi filamenti sono più sottili della comune lana. Esercita due effetti importanti : spugna e isotermico

Il primo:  igroscopico, cioè cattura le particelle di umidità dall’interno e le trasmette all’esterno per farle evaporare. La percentuale di lanolina è più alta rispetto ad altri filati simili, quindi impedisce il ristagno dell’acqua, questo a sua volta evita improvvisi raffreddamenti.

il secondo: isotermico; questa lana non ha la capacità di riscaldare i corpi, ma semplicemente mantenerli caldi. Prevalentemente utilizzato per le basse temperature, ma per via di questo effetto termoregolatore, può essere impegnato anche in situazioni di caldo afoso.

Da alcuni anni questi, filati vengono impiegati nel mondo del trailrunning… aiuto per tutti i gli atleti che prediligono le fibre naturali ai soliti capi in poliestere, che spesso producono delle importanti abrasioni sulla pelle.

Entrambi i tessuti sono da considerarsi di primo strato, utili come indumento da indossare anche sotto altri strati.