Che il trailrunning possa diventare una disciplina di numeri e statistiche?

Ultimamente in rete, su siti e forum dedicati, si leggono spesso dati freddi e impersonali, dal numero dei partecipanti alle fasce di età differenza di genere tempi e prestazioni.

Ma siamo sicuri che tutti questi numeri e queste statistiche possano portare da qualche parte ??

Difficile dirlo, sicuramente qualche appassionato dei numeri esisterà veramente, ma non è sicuramente informazione utile al fine della pura partecipazione e nel rispetto della disciplina.

Forse una raccolta delle statistiche serviranno ad archiviare tristemente un evento,  trascurando completamente  l’aspetto umano,  forse serviranno  anche questi, mai escludere a priori qualunque aspetto.

Ma in cuor nostro sappiamo benissimo che dietro a quei grafici e quei numeri ci sono delle persone che hanno investito tempo e denaro, che hanno messo a frutto con soddisfazione gli allenamenti, come pure l’atleta che s’è ritirato che ha vissuto quel momento come una sconfitta importante e si vede li imprigionato in una percentuale che non gli rende sicuramente onore.

Eppure circolano “impunemente” questi numeri questi calcoli approssimati, dove l’elemento trail è sicuramente ingabbiato in una triste curva verso l’alto o il basso, come se il trailrunning potesse divenire materiale da laboratorio.

Non disperiamo però, dopo tutto il mondo è bello perchè vario, c’è spazio per tutti, anche per scrivere queste brevi righe, ma ricordiamoci tutti insieme che il trailrunning è fatica e sudore è passione e dolore nello stesso tempo, su sentiero non si conta anzi forse meglio dire si canta !

Quindi non resta che sorridere a questo mondo variegato fatto anche di numeri … si ma da circo !!