Buongiorno a tutti… sono Antonella , ho messo  gli sci di fondo a 8-9 anni  ma correre (soprattutto in salita) mi è sempre piaciuto molto!

Da un lato mi spiace di non aver provato seriamente con l’atletica quando ero bambina, dall’altro lo sci mi ha dato tante soddisfazioni e mi piace ancora molto.

Da buona fondista, quando i percorsi sono molto ripidi (vertical kilometer o skyrace), uso i bastoncini perché, per me, è normale  infatti sciando e usando gli skiroll in salita, si fa lo stesso movimento.

Chi viene dallo sci alpinismo tende ad usare dei bastoncini più’ lunghi e fare delle spinte, spingendo il proprio corpo della direzione di salita; io invece lavoro  come nella tecnica classica dello sci di fondo: uso bastoncini più’ corti (che arrivino all’altezza del mio braccio con il gomito piegato a 90°gradi ) e accompagno i movimenti delle gambe con l’uso alternato delle braccia, dandomi il ritmo e aiutandomi ad ogni passo con la spinta del braccio opposto.

Impossibile dire quale  sia la tecnica migliore o più’ efficace, a me (dopo  più’ di 25 anni di sci di fondo) questo movimento viene piu’ naturale; riesco a fare un ritmo più’ alto, la schiena rimane meno piegata e mi sento più’ fluida e composta.

Credo che per noi, che non abbiamo così tanta forza, sia meglio lavorare di più’ sul ritmo! Ma questa è solo una mia opinione.

Anzi se nelle gambe avessi forza  a sufficienza, preferirei correre anche nelle salite più’ ripide, mantenendo una buona tecnica di corsa, purtroppo non ne sono capace per cui mi aiuto con i bastoni e così riesco ad andare più’ veloce e fare meno fatica!

SAntonella foto profilo critto da Antonella Confortola: Campionessa italiana di skyrunning e di sci di fondo.

Atleta del Gruppo Sportivo Forestale

foto articolo di  Droz (droz-photo.com )