Trailrunning e Ultrarunning sono sport esplosi in tutto il mondo negli ultimi dieci anni. Così una moltitudine di grandi riviste, siti web e forum sono nati per informare, documentare le imprese di corridori locali che hanno iniziato a praticare queste discipline.

Nel giro di poco tempo per entrambe le discipline è aumentata la curiosità di guardare oltre i confini  nazionali e spingersi verso eventi internazionali.  Anche il nostro portale non vuole essere da meno portandovi oggi nell’ emozionante  trail notturno del continente Australiano.

Il 29 novembre si è svolta  una gara di trailrunning di 21 km che ha illuminato la buia notte della Surf Coast nella città di  Victoria, Autralia.

Un evrunner notturna 2ento che prende il nome di Afterglow, e inizia  nel bagliore crepuscolare degli ultimi giorni di primavera ( siamo in Australia, nell’emisfero australe!!!), catturando gli ultimi raggi del giorno prima della notte, per poi immergersi nei sentieri costieri a Point Addis, illuminati dal riflesso della torcia indossata dagli atleti.

Tutto il percorso è contrassegnato con segnaletica fluorescente nei principali incroci,  anche se, essendo una corsa trail, rimane fedele alla tradizione dove  non ci  sono indicatori di distanza. Quindi l’invito degli organizzatori ai partecipanti è stato quello di familiarizzare con il percorso prima della gara.  Un tracciato davvero eccitante, che è iniziato attraverso  la boscaglia  salendo fino alla cima delle scogliere di Addiscot Beach, dove, sfruttando ancora un leggero barlume , i runners  hanno contemplato  il panorama incantevole attraversando un crinale, dirigendosi verso il promontorio di Southside per poi  percorrere un tratto lungo la spiaggia verso un sentiero di ghiaia fino a raggiungere Torquay. L’oscurità ha accompagnato gli atleti verso l’entroterra, nella brughiera,  per condurli alle scogliere di Jan Juc e da qui un’alternanza di salite e discese  prima di ritoccare le spiagge, sul lungomare di Spring Creek e, oltrepassando la città,  hanno raggiunto un grande parco giochi,  per finire in una divertente corsa sulle dune che li ha guidati verso il meritato traguardo.

Afterglow unisce il divertimento  sostenendo un’organizzazione no-profit che affronta i temi della depressione e dell’ansia. Il fatto che si svolga  di notte infatti non è un caso, come afferma Chris Ord direttore di Tour de Trail.runner notturna 3

“Pensiamo che le luci indossate  sul capo da ogni corridore, rappresentino metaforicamente  la speranza che emerge dal buio e che illumina la vita di tanta gente che lotta contro uno stato depressivo.”

“Correre fa sentire bene,  ti rende più positivo e questo può sicuramente aiutare nella battaglia contro la depressione”.

L’annuncio della manifestazione Afterglow arriva sulla scia di alcuni recenti eventi di successo di trail running  tenuti sulla costa Surf, il Surf Coast Trail Marathon , la recente Surf Coast Century e Salomon Trail Running  in Anglesea, che hanno  attirato migliaia di persone.

runner notturna 4“La corsa in generale è in piena espansione, e i runners  stanno ora cominciando a provare il brivido unico dei trails  affrontati nella notte  in montagna  a contatto con la natura “, dice sempre  Chris. “Mentre i grandi paesaggi dall’alto della scogliera, come ombre,  sbiadiscono  al calar del  sole, l’adrenalina sale sempre più  per l’ eccitazione della corsa  e la sensazione unica di percorrere in velocità il  singletrack  illuminato dalla  sola fonte di luce degli atleti, è  qualcosa di appassionante e coinvolgente”.

 La pagina Facebook dedicata: link