Andrea Fergola
a cura di Andrea Fergola
Istruttore Tecnico Nazionale di Trailrunning, Pesidente ERGUS TRAIL TEAM

Sciacchetrail 2015, prima edizione, o come si usa nel mondo della corsa in montagna, edizione zero. 200 atleti si sono ritrovati per quello che ha tutti i numeri per diventare un vero e proprio appuntamento nel panorama trail nazionale e internazionale. E si, perché gli organizzatori hanno messo in campo tutte le potenzialità di un territorio unico.

ORGANIZZAZIONE

Lo Sciacchetrail è stato organizzato dalla a.s.d. 5 Terre, su idea di Christine Godfrey (nella foto), moglie di Nicola Bordoni,  proprietario del più simpatico e originale negozio dedicato interamente all’outdoor, cinque terre trekking a ManarolaCrhistine originaria del Minesota e Nicola cinqueterrino doc avevano un sogno nel cassetto, quello di creare una manifestazione di trailtunning per far correre i trailer tra le bellezze del Parco Nazionale delle 5 Terre, vero motore dell’organizzazione. Il loro sogno s’è concretizzato domenica 29 marzo a Monterosso al Mare dopo mesi di duro lavoro.  Il nome dell’evento ne deriva dalla comunione del famoso vino di passito, Sciacchetrà ed il  trailrunning (il nome è stato cognato dal Guru n.d.r. )

IL PERCORSO

48 KM con 2500 d+ ad anello, che attraversa tutta l’area del Parco delle 5 terre. Non banale il suo sviluppo chilometrico, che si inerpica tra colline a picco sul mare. Un continuo sali e scendi tra vegetazione appenninica nella parte alta del percorso e macchia mediterranea in quella costiera. Il tratto più impegnativo è quello costiero, che attraversa i vigneti dello Sciacchetrà, dove gli atleti hanno scollinato tra un paese e l’altro attraverso veri e propri muri di pietra costruiti in verticale dall’uomo, per accedere ai vigneti. Originale l’idea di far passare i partecipanti attraverso ad una delle innumerevoli cantine vinicole. Sicuramente non adatto agli amanti della corsa in pianura, qui potrebbero trovare delle sorprendenti difficoltà tecniche. 

LA GARA

Come si potrà notare dalla classifica i tempi dei migliori sono veramente impressionanti,  4:55 h per sviluppare tutti i 48 km, tempo valido per la vittoria di Righele Mirko della Alpstation trail team.  La prima donna è stata Mustat Lara  del Circolo Minerva asd che ha concluso la sua gara in 5:55 h. Con tempi più o meno normali gli altri 198 atleti che stoicamente hanno portato a termine la gara (qui la classifica) . Nel parterre un atleta di fama internazionale Sally McRae, Californiana, testimonial della Nike. Atleta solare che s’è schierata tra i partenti, classificata 5^ nonostante alcuni fastidi fisici. Padrino della manifestazione Marco De Gasperi che ha partecipato fuori classifica, intervenuto grazie al recente gemellaggio con la sua manifestazione Valtellina Wine Trail.

Virginia allo Sciacchetrail

RESOCONTO

La manifestazione nel complesso ha ottenuto il plauso di tutti i partecipanti.  Ottima la comunicazione mediatica. L’accoglienza è stata impeccabile. Sicuramente da rilevare  il buffet finale, offerto dagli albergatori di Monterosso, che hanno proposto molte delle specialità liguri, dalle lasagne al pesto al forno alle penne con le cozze. Un tripudio di sapori liguri. Sicuramente qualcosa sarà da migliorare, anche se onestamente si fa fatica a trovare dei difetti. Finalmente le Cinque Terre hanno il loro vero trailNull’altro d’aggiungere, tranne quello di invitarvi a  partecipare alla prossima edizione dello Sciacchetrail 2016.

Buffet Sciacchetrail

Le foto sono state graentilmente offerte da Davide Marcesini e Simon’s Passion 4 Travel