Andrea Fergola
a cura di Andrea Fergola
Istruttore Tecnico Nazionale di Trailrunning, Pesidente ERGUS TRAIL TEAM

Elba Trail  2015, non delude mai !! L’Isola d’Elba, e precisamente Marciana Marina, accoglie le centinaia di trailer sempre a braccia aperte, ed anche quest’anno non si  sono smentiti. Atleti di punta, team di fama internazionale si ritrovano, da molte edizioni, in quella che oramai è una classica del panorama trail italiano. Bella è semplicemente riduttivo, questa manifestazione è affascinante. Vera essenza del trailrunning, pochi fronzoli molte gambe e testa.  

ORGANIZZAZIONE

L’Elba Trail  è organizzato dall’Atletica Isola d’Elba, direttore gara è Max Russo, vera anima della manifestazione. Sono anni che s’impegna a realizzarla, non solo come evento sportivo ma sopratutto solidale. Per quelli che ancora non la conoscono  l’intero ricavato dell’iniziativa è devoluto  in beneficenza per sostenere un progetto in Madagascar. Il tutto è iniziato dalla scomparsa prematura di Eleonora, volontaria in questo progetto, che dal quel triste evento tutta Marciana e non solo si mobilita per rendere l’Elba Trail un appuntamento molto importante per molti versi. L’esperienza da trailer navigato di Max, maturata in giro per il mondo, a fatto si che la macchina organizzativa abbia funzionato alla perfezione.

IL PERCORSO

55 km con 3300 D+ questi sono i numeri dell’Elba Trail. Un percorso immerso nella macchia mediterranea, con scorci mozzafiato sulla Corsica e calette di sabbia bianca. La conformazione granitica che si può trovare sul 90% del percorso, rende il tutto dannatamente suggestivo. Molti sono i tratti tecnici, sicuramente da evidenziare la piccola ferrata per raggiungere la vetta  del monte più alto dell’isola (Monte Capanne 1006 mt. slm ) senza dimenticare la massacrante salita subito dopo la frazione di Pomonte  verso il  monte La Tavola. I dati comunicati dall’organizzazione sono stati precisi e affidabili. Quindi se il prossimo anno qualcuno di voi volesse partecipare, sappia che questo percorso non è assolutamente da sottovalutare, ma esclusivamente da rispettare !!

LA GARA

A leggere i risultati di questa domenica d’aprile potrebbero far pensare che il percorso sia stato veramente semplice nel suo sviluppo, ma vi posso assicurare che non è proprio così. Fulvio Dapit e Boifava Federica, Re e Regina di questa edizione, con i rispettivi tempi di 5 ore e 27 minuti e 6 ore e 21 min. (qui la classifica generale ). Ovviamente altri nomi importanti del panorama trail italiano sono quelli di Giuliano Cavallo e Bazzana Fabio tra gli uomini, mentre tra le iron-girl Gross Annemarie e Arrigoni Giuliana. Ma non dimentichiamoci di certo degli oltre 200 finisher di una gara veramente impegnativa

RESOCONTO

Elba Trail … sono affezionato a questa manifestazione ! La sua formula “semplice ma efficace”, piace. Un accoglienza unica e calorosa…si respira la passione di tutte le figure coinvolte, dagli organizzatori a tutti marinesi, nessuno escluso. Accolgono questa simpatica invasione di trailer sempre col sorriso sul volto. Credo che non si possa suggerire di meglio in questo contesto, è quasi impossibile trovare difetti. Il buffet finale, riduttivo chiamarlo pasta party, è veramente ricco, vino e birra per tutti, oltre alle specialità isolane.  L’accoglienza turistica nelle ultime edizioni s’è evoluta, permettendo spostamenti di poche centinaia di metri per tutti gli atleti. . Non vi resta che aggiungerla tra i sogni del 2016, semplicemente merita. www.elbatrail.it/

Si ringrazia Gianfranco Bartolini per le sue bellissime foto scattate sul tratto attrezzato del Monte Capanne.