Andrea Fergola
 Andrea Fergola
Istruttore Tecnico Nazionale di Trailrunning, Presidente ERGUS TRAIL TEAM

Proseguiamo il viaggio dentro al nostro zaino trail

Seconda parte di descrizione dello zaino trail. Tutti insieme abbiamo visto, a grandi linee, com’è strutturato e quali sono i suoi principali componenti. Adesso analizzeremo, in base alle distanze ed ai territori dove si sviluppano la maggior parte delle gare di trailrunning, le varie tipologie.

Partiamo con quello più vicino alla nostra conformazione geografica. Sappiamo benissimo che il nostro territorio italiano, dove si disputano la maggioranza di manifestazioni trail, è  alpino o appenninico.

Come per gli  zaini da trekking o alpinismo, la capienza si misura in litri, generalmente per quelli da trail variano in base alle distanze chilometriche:

  •  short trail da 20 a 30 km –  da 3 lt in su 
  •  trail da 30 a 50 km – lt 7 – 10 lt 
  •  da 50 km in su – lt 10 – 20 lt e oltre

Ovviamente questi zaini andranno riempiti con l’equipaggiamento idoneo quindi partiamo dall’abbigliamento:

  • giacca antivento e pioggia (meglio se in gore-tex )
  • pantaloni impermeabili 
  • maglia di ricambio a maniche corte o lunghe (in base alla stagione e meteo)
  • guanti e capellino o in alternativa una bandana

Poi passiamo agli accessori:

  • piccolo kit di pronto soccorso (cerotti, acqua ossigenata, creme anti sfregamento ect )
  • un fischietto non dovrà mai mancare
  • un lampada frontale con pile di riserva
  • una o più metalline, comunemente chiamato telo termico
  • una tazza in metallo o plastica si renderà utile se si incontreranno fonti d’acqua dove approvvigionarsi
  • borracce o sacche idriche
  • bastoncini da trekking , sempre meglio prevedere delle prove di utilizzo
  • un bel telefono cellulare potrebbe servire sempre, non solo per fare selfie !!!

Non dimentichiamoci mai le riserve idriche alimentari, dobbiamo partire dal presupposto di essere in grado di auto gestirci, quindi tornerà utile:

  • riserva idrica: l’acqua andrà benissimo, prevedere anche l’integrazione salina 
  • una riserva alimentare: in base alle distanze si suggeriscono i seguenti alimenti:
    • gel d’integrazione ( utile per brevi distanze alimento di veloce assimilazione contente riserve di glucosio)
    • barrette energetiche ( brevi medie distanze)
    • un piccolo panino (valutare anche la possibilità di qualche affettato stagionato per distanze più impegnative)
    • dei cubetti di grana (formaggio molto digeribile utile anche per integrazione salina utile per lunghe distanze)

(L’elenco degli alimenti qui descritti, sono un indicazione di massima, con l’esperienza potrete “sperimentare” differenti soluzioni adeguate alle vostre esigenze).

Vi chiederete se tutta questa roba dovrà essere contenuta in un piccolo zaino trail contemporaneamente? Ovviamente NO, a meno che non si debba affrontare una lunga uscita, ma è di fondamentale importanza saperlo modulare con intelligenza partendo da queste semplici ma importanti  suggerimenti:

Prima di tutto buon senso, e poi :

  • Controllare sempre le condizioni meteo di giornata (per scegliere l’abbigliamento)
  • Conoscere molto bene il territorio coinvolto, se decidessimo di andare in autonomia (per scegliere le riserve alimentari idriche e abbigliamento).
  • Avere ben presente il chilometraggio totale che dovrete affrontare e relativo dislivello (saper valutare la propria condizione fisica)
  • In base al chilometraggio, l’ora di partenza  se può coincidere col buio (scegliere abbigliamento riserve alimentari e lampada frontale) 

Sappiate che ogni organizzazione prevede a regolamento il materiale obbligatorio, quindi è molto importante leggerlo e seguirlo. Le proprie scelte ne deriveranno principalmente da esperienze personali. Spesso nei regolamenti, anche quelli più dettagliati, non si potranno trovare bollettini meteo a lunga distanza quindi prestare molta attenzione alla scelta dell’equipaggiamento più adeguato al giorno della gara, meglio avere qualcosa in più che in meno. Lo stesso vale per le uscite in allenamento.  

Ovviamente questo post non vuol essere il manuale del perfetto trailers, ma semplicemente una raccolta di informazioni utili per approcciarsi a questa disciplina con un minimo di nozioni.

Anche questo post è aperto a modifiche e integrazioni, che saranno molto gradite ed apprezzate, sopratutto utili per una plurima informazione, non siate timidi!  La prossima volta ci occuperemo di altri aspetti dello zaino trail …

(le immagini utilizzate in questo post sono ad uso esplicativo e non a fini commerciali o pubblicitari).