Una edizione indubbiamente travagliata quella del Tor des Géants 2015 per via delle condizioni atmosferiche decisamente avverse in grado di mettere a rischio la sicurezza dei singoli concorrenti.

Quindi corretta e anche già ben recepita la decisione degli Organizzatori di sospendere definitivamente la gara, che comunque vedrà premiati i vincitori e i finisher, cioè tutti coloro che sono passati almeno alla base vita di Gressoney, al 200° chilometro, entro il tempo massimo previsto dalla barriera oraria in entrata.
Apprezzata anche la velocità con cui è stato approntato il recupero di tutti i concorrenti sparsi nei punti in cui erano stati fermati a partire dalla sera di ieri e di tutte le loro sacche distribuite in posti altrettanto diversi.

I concorrenti sono scesi dalle quote alte sempre accompagnati da volontari e guide dove c’erano tratti diventati, con il maltempo sempre crescente, a rischio. Vista la rapidità delle operazioni di rientro, entro le 13 erano tutti i Courmayeur, le premiazioni verranno anticipate a domani, venerdì, a partire dalle ore 17, con un raduno generale – di finisher, volontari, accompagnatori, amici, familiari e persone della sicurezza – in piazza Brocherel, davanti al
Comune, per una breve sfilata in via Roma fino al punto dove è posizionato l’arrivo. Poi tutti al Forum Sport Center di Dolonne per le premiazioni ufficiali e una festa finale.
Per la serata di oggi verranno predisposti, sempre al “Palazzetto” di Dolonne, più posti letto possibili, nei limiti del confort, a titolo naturalmente gratuito, e il Comune di Courmayeur sta facendo richieste agli albergatori locali per concedere prezzi speciali per chi intenderà invece passare la notte in albergo.

Una edizione indubbiamente travagliata quella del Tor des Géants 2015 per via delle condizioni atmosferiche decisamente avverse in grado di mettere a rischio la sicurezza dei singoli concorrenti.

Quindi corretta e anche già ben recepita la decisione degli Organizzatori di sospendere definitivamente la gara, che comunque vedrà premiati i vincitori e i finisher, cioè tutti coloro che sono passati almeno alla base vita di Gressoney, al 200° chilometro, entro il tempo massimo previsto dalla barriera oraria in entrata.

Apprezzata anche la velocità con cui è stato approntato il recupero di tutti i concorrenti sparsi nei punti in cui erano stati fermati a partire dalla sera di ieri e di tutte le loro sacche distribuite in posti altrettanto diversi.

I concorrenti sono scesi dalle quote alte sempre accompagnati da volontari e
guide dove c’erano tratti diventati, con il maltempo sempre crescente, a rischio. Vista la rapidità delle operazioni di rientro, entro le 13 erano tutti i Courmayeur, le premiazioni verranno anticipate a domani, venerdì, a partire dalle ore 17, con un raduno generale – di finisher, volontari, accompagnatori, amici, familiari e persone della sicurezza – in piazza Brocherel, davanti al Comune, per una breve sfilata in via Roma fino al punto dove è posizionato l’arrivo. Poi tutti al Forum Sport Center di Dolonne per le premiazioni ufficiali e
una festa finale.

Per la serata di oggi verranno predisposti, sempre al “Palazzetto” di Dolonne, più posti letto possibili, nei limiti del confort, a titolo naturalmente gratuito, e il Comune di Courmayeur sta facendo richieste agli albergatori locali per concedere prezzi speciali per chi intenderà invece passare la notte in albergo.

Il Comitato organizzatore considera giusta, meditata e anche sofferta la decisione di interrompere la gara perché non c’erano più le condizioni minime per proseguire senza rischi. Ringrazia tutti coloro che hanno contribuito a rendere sicura una corsa indubbiamente molto difficile, anche per condizioni ambientali prevedibili ma non eccezionali come in questo caso.

Una considerazione sul tema: il numero degli interventi medici di rilievo sono stati inferiori a quelli di edizioni precedenti. Applaude al lavoro fondamentale dei volontari, delle sue attive squadre esterne di soccorso, delle forze dell’ordine, degli albergatori, dei medici, infermieri, massaggiatori e ringrazia gli sponsor per il sostegno. Comprende, infine, la delusione a caldo di qualcuno ma ribadisce che la sicurezza di ogni singolo partecipante è sempre stata e
sempre rimarrà la priorità assoluta.

Logo Tor15Ufficio stampa TOR DES GEANTS

Foto di Pillow LPillow Labab