Andrea Fergola
 Andrea Fergola
Istruttore Tecnico Nazionale di Trailrunning, Presidente Ergus Trail Team ASD

In queste ore stanno rimbalzando notizie abbastanza contrastanti sulle sorti del Tor des Geants.

Posizioni molto nette fra i due contendenti, organizzatori da una parte, Regione dall’altra. Un durissimo scontro fra due facce della stessa medaglia.

Eppure la dove un tempo regnavano tranquillità e sportività, adesso esistono solo due contendenti su distanze incolmabili. Non conosco nel dettaglio le vere ragioni di questa accanita sfida fra titani, ma quello che vedo, e credo anche molti di noi trailer, che stiamo assistendo ad un vero e proprio fratricidio.

Stento a credere che il Tor possa chiudersi definitivamente in questo modo… non voglio neppure pensarlo, eppure alla luce dei fatti sembra proprio così. Nessuno vuole cedere di un millimetro la propria posizione.

Ovviamente la Regione come organo governativo, ha sicuramente il coltello dalla parte del manico, in quanto non credo si possa organizzare la qualsivoglia manifestazione senza l’opportuna autorizzazione, ma forse gli organizzatori avrebbero dovuto avere posizioni meno rigide.

Insomma in tutta questa mega azzuffata, quello che veramente fa male è che la vera Anima Trail sta per essere fagocitata nel calderone di tutte le altre discipline sportive più blasonate, dove il gossip sportivo impera, dove lo “scandalo” fa notizia, insomma pienamente in linea con quella che noi chiamiamo “normalità”.

Con un pò di amarezza mi rendo conto che forse l’eccezionalità di questa disciplina è finita per davvero, che bisogna accettare il fatto che quando gravitano intorno a qualsiasi sport interessi e business lo spirito sportivo evapora insieme ai buoni proposti.

Soprattutto non mi piace vedere gongolare persone di fazioni opposte, qui ci sta rimettendo è tutto il mondo del trailrunning, qui la nostra splendida disciplina sta prendendo una brutta piega.

Almeno noi che siamo rimasti a difendere a spada tratta il vero Spirito Trail, non esprimiamo commenti di pancia, lasciamo che la cosa termini il più velocemente possibile e che per buona pace di tutti, questo possa servire da lezione a tutti noi nel comprendere che il trailrunning è ancora una disciplina pura in cui credere, che conserva ancora valori importanti di amicizia e sportività.