Per estrazione degli Oli essenziali vengono usati principalmente due metodi di estrazione: la distillazione a vapore o la spremitura.

Questa  è un’arte antichissima, che ha impegnato l’uomo da tempo immemore. I nostri primi antenati avevano capito i potenti effetti degli aromi e li usavano nelle cerimonie religiose, nella preparazione di profumi e unguenti e come primi rimedi terapeutici, attraverso fumigazioni di legni aromatici e resine, per indurre calma e rilassamento o euforia.

Il trattamento del corpo mediante oli aromatici risale almeno al 2000 a.C. Nella Bibbia, è citato l’uso di piante medicinali e di essenze, sia a scopi religiosi che per la cura di malattie.

Nel Medioevo, i profumieri si distinsero grazie alle proprietà antisettiche di tutti gli oli essenziali. Durante il XIX secolo, i chimici intrapresero la produzione artificiale di oli essenziali, utili come profumi.

I risultati terapeutici conseguiti grazie agli oli essenziali dissiparono l’interesse per i trattamenti naturali fino al XX secolo, periodo in cui si rinnovò l’interesse per la natura e le sue e potenzialità intrinseche.

Da qui viene utilizzato il termine Aromaterapia che indica l’utilizzo di essenze aromatiche, dette anche oli essenziali o oli volatili, per il raggiungimento del benessere, per prevenire la malattia o per la cura di affezioni morbose.

Ed ovviamente guardate come possono essere utilizzati nella corsa:

per rafforzare il tuo corpo fai un preparato usando 15 gocce di eucalipto, 15 di rosmarino in 30 ml di olio vegetale ed usalo per due settimane dopo la corsa o dopo la doccia aiuterà ad aumentare la tua forza muscolare.

Mentre prima di una gara puoi preparare una piccola miscela composta da 5 gocce di basilico e 5 di bergamotto da frizionare sul tutto il corpo .. Questa miscela rafforza il sistema muscolare e mantiene il ritmo del corpo fluido cosicché una prestazione di spicco risulti più facile.. E dato che gli oli agiscono molto sulla psiche e consigliato inalare “annusare ” profondamente l’aroma.. E goooo pronti per un nuovo cammino.

Per dopo gara invece ci facciamo coccolare per rilassare i muscoli stanchi o essenza di eucalipto o rosmarino o tea tree, si consiglia di usarne 5 gocce per essenza preferita amalgamata con un olio vegetale o con una crema neutra.

Un’ultima curiosità del mondo delle spezie e dato dall’essenza del Geranio che è un rimedio eccellente per il capezzolo del jogger, causato dall’azione della stoffa che si sfrega per lunghi periodi. Consiste nell’applicare 5 gocce d’essenza diluita in un cucchiaino da te di olio vegetale prima o dopo attività sportiva attorno all’area e se è particolarmente infiammato anche tutti i giorni.
Buona scoperta del mondo del l’essenza e mi raccomando utilizzate soltanto essenze pure..

Buona corsa con L’essenza Namastè

Fior di LotoFiore di Loto Scopro la corsa è trovo in essa  lo Yin ma per bilanciare i due mi serviva equilibrio ed ho scoperto lo yoga lo stretching .. Lo yoga lo stretching sono equilibrio perfetto tra la danza Yang e la Corsa Yin..