Luca Taverna

Mental Coach

 

Come utilizzare la propria mente per ritrovare gli stimoli.

Per quest’articolo ho preso spunto da una Mental Coaching nell’ambito life che a prima vista non centra nulla con lo sport ma caso vuole, una settimana dopo durante un corso, mi viene chiesto un parere su un caso analogo ma nell’ambito dello Sport Coaching: la perdita di motivazione. E come diceva il grande maestro Oogway (Kung Fu Panda) “il caso non esiste”…quindi eccomi qui a parlarne.

Ti è mai capitato di non avere voglia di allenarti? Magari anche solo di non aver voglia di andare in palestra, a correre, di andare a lezione…ecc.? E si può estendere la domanda anche a quante volte non hai avuto voglia di alzarti dal letto, di uscire…ecc., di fare quella determinata cosa che sapevi di dover fare. Ma come mai le persone, anche se dotate delle stesse capacità, ottengono differenti risultati? Alcuni sembrano essere in grado di poter superare qualsiasi difficoltà, si impegnano a fondo e non si lasciano intimorire dagli ostacoli. Altri tendono continuamente a rinviare, si mostrano schiacciati dagli impedimenti e appaiono sconfitti ancora prima di iniziare.

Nel Mental Coaching questo è un momento cruciale. Tu si sei mai chiesto il perché? Da dove viene la motivazione? Possono essere molti gli aspetti che condizionano la motivazione. Molte volte si pensa che sia una questione di forza di volontà, che dipenda solo da quella. Ma rifletti per un secondo: quante cose puoi ottenere solo con la forza di volontà? E quanto dura? Quante volte abbiamo iniziato un qualcosa spinti da una grande forza di volontà e poi è successo qualcosa che ha fatto calare tutta la motivazione e la voglia si è volatilizzata insieme ai risultati sperati. Vero?

La motivazione non è solo la forza di volontà ma ci deve essere qualcos’altro. Ma cosa?

Voglio riflettere assieme a te e per farlo partiamo dall’inizio, proprio dalla parola stessa, un concetto tanto semplice quanto importante.

Motivazione: Motivo e Azione.

Risaltano subito agli occhi le due radici della parola, e non a caso in quella sequenza.

Azione: il comportamento, il movimento, il gesto o i gesti, le interazioni e quello da cui dipendono i nostri risultati.

Motivo: il perché intraprendiamo quella determinata azione, quello che ci spinge a farla, il perché che ci da la forza. Ed è proprio sul perché che volevo riflettere assieme a te! Se non abbiamo ben chiaro nella nostra mente il motivo, il perché lo facciamo, lasciamo che tutta la nostra azione dipenda dalla quantità di forza di volontà che abbiamo in quel momento e da quanto e come i fatti esterni ci condizionano. Vero?

Mohamed Ali diceva: «I campioni non si costruiscono in palestra. Si costruiscono dall’interno, partendo da qualcosa che hanno nel profondo: un desiderio, un sogno, una visione. Devono avere l’abilità e la volontà. Ma la volontà deve essere più forte dell’abilità.»

Ed è proprio da dentro di noi e non da fuori che nasce quella forza che ci spinge verso i risultati. Quel desiderio, quel sogno, quel motivo deve essere ben chiaro nella mente, deve “valere” ed essere “motivante” per noi.

Ti faccio un esempio: se io ti regalassi 50 euro a patto che tu attraversi la strada e te li venga a prendere, sicuramente saresti ben lieto di passare sull’altro marciapiede. Probabilmente lungo tutto il tragitto ti pregusteresti il regalo che ti comprerai con questa somma inaspettata.Se invece io ti facessi lo stesso regalo, ma solo a patto di attraversare tutta la città all’ora di punta, di corsa, la tua decisione non sarebbe poi così scontata. Perché ti focalizzeresti più sulla fatica che sul premio: cioè su tutta la strada che devi percorrere, non sulla gratificazione che otterresti con il tuo regalo che, a confronto della fatica, comincia “valere” di meno.

A questo punto penso concorderai con me sull’importanza del Motivo che ci spinge a compiere l’Azione. E magari ti starai chiedendo: in pratica come posso fare a motivarmi anche quando non ne ho voglia?

Ci sono tante cose che possiamo fare per trovare la nostra motivazione, ad esempio fra pochi giorni si svolgerà uno dei seminari più belli e importanti per quanto riguarda la motivazione e non solo: il DO YOUR BEST.

Vedere decine di persone trovare la loro motivazione e il segreto per ottenere il massimo da se stessi per realizzare i successi che meritano non ha prezzo. Molte persone dopo il corso utilizzano ogni giorno gli strumenti appresi per avere sempre la motivazione al massimo in ogni ambito della vita.

E anche se non hai ancora partecipato al seminario ci sono comunque dei semplici ma efficaci strumenti per tenere sempre alta la motivazione. Ad esempio i video. Trova un tuo video motivante, che ti dia la carica, l’energia. Guardalo quando ne hai bisogno. Questo video ad esempio lo guardo ogni volta che ho bisogno di caricarmi prima di un allenamento, per me è un’ancora! Trova il tuo..

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E quando non abbiamo a disposizione questo strumento? Qui entra il gioco il ruolo del Mental Coach. Uno degli strumenti che utilizziamo molto spesso è la visualizzazione. Sulla sua importanza ne parleremo anche in successivi articoli.

Quando non hai voglia di fare qualcosa chiudi gli occhi e immagina davanti a te l’immagine vivida, chiara, colorata del tuo sogno, del tuo obiettivo…guardati mentre lo raggiungi, mentre coroni il tuo sogno…prova la sensazione, gustati i premi che otterrai. Concentrati sugli aspetti positivi, sui benefici, sulle sensazioni belle. Lascia crescere in te la voglia, lascia che il Motivo ti spinga verso l’Azione! Diventa il protagonista del tuo video! 

Siccome mi è venuta una gran motivazione all’ azione vado ad allenarmi e ti lascio al tuo di allenamento!