Roberta Rosa
Roberta Rosa
Web Editor & Professionista della Comunicazione

Un evento imperdibile nell’estate dei trailer. Se non l’avete già fatto, segnatevi in calendario queste date: 30-31 Luglio, Comano Ursus Extreme Trail.

Cos’è il Comano Ursus Extreme Trail?

Si tratta di un ultra trail diviso in due tappe. Diverse quindi le opzioni di iscrizione. Gli atleti possono decidere di iscriversi singolarmente, a staffetta (gareggiando un giorno a testa) oppure partecipare solo a una tappa, quindi a un solo trail .

Alcune informazioni in più…

Il teatro di questo bellissimo percorso sono le terre tra il lago Garda e le Dolomiti di Brenta, che regalano paesaggi mozzafiato e un contesto di gara unico nel suo genere.

I comuni interessati dalla manifestazione sono Bleggio Superiore, Comano Terme, Fiavè, Madruzzo, San Lorenzo–Dorsino, Stenico, Tenno, Tione.

Come si sviluppa l’evento:

30 luglio – Ponte Arche Passo Durone // 58km // 4600m D+

Dopo la partenza da Ponte Arche alle ore 6.00, gli atleti saliranno al Monte Casale, dove potranno godere di una meravigliosa vista panoramica sulle valli del Sarca, famose per altri sport outdoor come l’arrampicata. Dopo aver completato il percorso sul Monte Casale, continueranno sul Monte Brento, a sua volta noto tra gli appassionati di basejump, e scenderanno al Rifugio San Pietro, che regala una splendida visuale sul Garda, per poi risalire il Monte Misone. Una nuova discesa li porterà al Passo del Ballino. Qui inizieranno le ultime fatiche con la salita alla malga Nardis e alle creste della selvaggia Val Marcia, fino ad arrivare al passo del Durone dove termina la prima tappa.

31 luglio – Passo Durone Ponte Arche // 62 km // 4400m D+

Anche il 31, la partenza è prevista per le ore 6.00, questa volta presso il passo del Durone. Dopo qualche chilometro di riscaldamento sul Monte San Martino, inizia la principale salita di giornata, sui sentieri del Monte Valandro. La gara procede verso Malga Asbelz per poi puntare il Rifugio Cacciatore via “Marugeni”. Si percorrerà poi la sinistra orografica della Val d’Ambiez, lungo il sentiero che porta a Malga Ben, e dopo un breve passaggio tecnico alla forcella Bregain, ecco iniziare la discesa fino a Nembia. Si prosegue lungo il sentiero storico di “San Vili” fino a Sarche e si risale a Comano tramite il passo della morte. La tappa termina e chiude l’anello a Ponte Arche.

Perché scegliere un Ultra Trail e perché scegliere l’Ursus Extreme Trail?

L’esigenza della gara è nata dal desiderio degli organizzatori, i ragazzi della Cumano Mountain Runners (CMR), di promuovere il territorio e di dare al contempo spazio e visibilità a questo splendido sport che permette di immergersi completamente nella natura.

Un Ultra Trail consente quindi di creare il giusto connubio tra sport e promozione dell’intera valle. Il nome ‘Ursus‘ deriva dal fatto che gli orsi, a partire dalla loro reintroduzione, hanno trovato nelle valli che ospitano la gara un ambiente ideale a cui si sono adattati perfettamente, cosa che non sempre è avvenuta con lo stesso successo, tanto che se ne possono contare ormai svariati avvistamenti nei tracciati che gli atleti andranno a percorrere il 30 e 31 Luglio.

Nonostante questo stupendo animale sia troppo spesso bistrattato, principalmente a causa di una scarsa informazione, i ragazzi di CMR sono convinti che la convivenza con gli orsi sia possibile. Per questo è stato scelto l’orso come simbolo per la manifestazione.

Dove si svolge l’Ursus Extreme Trail?

In luoghi magici. Basti pensare che gran parte del territorio che ospita la gara è stato recentemente introdotto nella Riserva della Biosfera Unesco. Siamo a monte del Lago di Garda, rinomato a livello internazionale, e a ridosso delle Dolomiti di Brenta, nella parte meno antropizzata e che ancora profuma di avventura e libertà assoluta. Il percorso di sviluppa lungo parte della seconda tappa nel Parco Naturale Adamello Brenta, ai piedi delle Dolomiti, e sarà possibile godere di una panoramica mozzafiato su Molveno e il suo lago e sulla Forra del Limarò.