Federico Canfarini

Dottore in chimica e chimica industriale specializzazione in chimica alimentare

Negli ultimi anni ho partecipato a numerosi seminari tenuti da body builder, alimentaristi, preparatori atletici e, durante i vari dibattiti, l’argomento più pungente e più curioso, ricadeva sull’uso dei farmaci anabolizzanti principalmente steroidi.

Partiamo dal presupposto che gli steroidi sono ormoni sintetici ad effetto anabolizzante.

Purtroppo le cattiva informazione induce alcune persone a pensare che si possa assumere quello che si desidera e nello stesso tempo guadagnare massa muscolare. Ancora una volta mi preme dire che queste affermazioni sono molto lontane dalla realtà.

Questi farmaci hanno la caratteristica intrinseca, per chi gli assume, di contribuire ad un migliore utilizzo di tutto quanto assunto (soprattutto proteico).

Va da se, che un incremento di proteine oltre le dosi consigliate giornaliere, utilizzando questi farmaci vengono sintetizzate agevolmente e in breve tempo.

Gli steroidi vengono chiamati generalmente fattori di ritenzione del nitrogeno, sottolineando che questo è il prodotto finale delle proteine .

Lo scopo principale dell’utilizzo di queste sostanze è quello di accrescere l’anabolismo e conseguentemente per certi versi obbligare l’organismo ad assimilare una buona parte di proteine disponibili al momento.

L’avvento e la creazione degli steroidi furono sviluppati in prima approssimazione per aiutare i prigionieri dei campi di concentramento, visto le disperate condizioni debilitate degli stessi.

È chiaro che un uso indiscriminato di queste sostanze, in persone sane che godono di ottima salute, può essere pericoloso e portare ad una percentuale di mortalità superiore al 70% !

Con questo articolo voglio solo mettere in luce la pericolosità di queste sostanze e degli effetti collaterali, in funzione delle quantità assunte e dal tempo.

Partiamo subito dal presupposto che l’uso di steroidi anabolizzanti possono dare luogo ad una serie di problemi sessuali, da un eccesso di libido alla sterilità alla riduzione del liquido seminale.

La disfunzione erettile è una patologia molto diffusa fra gli assuntori di sostanze dopanti. Il doping può causare problemi di salute anche gravi e inficiare sulle prestazioni sessuali dell’uomo.

Tutto questo è anche legato al tipo di molecola presente nel farmaco utilizzato, alle dosi assunte,  dal periodo di somministrazione e  dal rilascio degli androgeni presenti in tali sostanze.

La domanda che ci poniamo sarà la seguente … cosa sono realmente queste sostanze ?

Gli steroidi anabolizzanti androgeni, sono farmaci derivanti dal testosterone modificato in sede di laboratorio, in proporzioni variabili da farmaco a farmaco, con lo scopo di accrescere gli effetti anabolizzanti e ridurre quelli androgeni.

In ogni caso, tutti i farmaci ottenuti dalle manipolazioni in laboratorio, hanno caratteristiche androgene altamente devastanti per la salute. Bisogna quindi considerare che oltre ai cambiamenti anabolici, vi saranno anche cambiamenti androgeni responsabili dell’alterazione ormonale endogena.

Il metodo per la realizzazione di farmaci anabolizzanti non mette mai al sicuro dagli effetti collaterali di natura sessuale, in quanto anche una minima modifica della molecola del testosterone può avere un importante impatto sull’organismo celati intrinsecamente nella molecola e proporzionali alle dosi assunte nel tempo.

La classificazione di queste sostanze supera le nove classi principali, con sottoprodotti e derivati vari, ma io mi soffermerò solo su quella, (più temibile e utilizzata dagli atleti).

Altri cambiamenti riguardanti comportamentali che possono indurre tali sostanze:

  • effetti precoci: euforia ed altri cambiamenti dell’umore; si nota un aumento della fiducia in se stessi, dell’energia, dell’autostima, ed un incremento dell’entusiasmo e della motivazione.

Diminuisce la stanchezza, migliora la capacità di sopportazione del dolore e compare insonnia. La libido spesso è aumentata, qualche volta marcatamente; collera, agitazione ed irritabilità sono sempre presenti.

  • dopo alte dosi: si nota una perdita dell’inibizione e una mancanza di giudizio, con umore instabile e maniacale
  • dopo un periodo prolungato: si diventa sospettosi, polemici, impulsivi e molto aggressivi.
  • effetti severi: si manifestano quando i comportamenti aggressivi aumentano fino a sfociare nella violenza, ostilità, comportamento antisociale, la cosiddetta “roid rage” (rabbia da steroidi).

Questa rabbia può portare ad azioni molto pericolose quali tentati suicidi od omicidi. In conclusione, si potrebbe parlare di questo argomento così spinoso e pericolo all’infinito !

Con questo voglio, a titolo puramente informativo e di consiglio, di evitare l’uso di queste sostanze, di “sfuggire” anche alla piccola prova giornaliera dettata e/o consigliata da  altre persone.

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video