Gianluca Gaggioli

Free Trailer – tester materiali tecnici per il trailruning

Abbiamo provato alcune borracce a mano, diverse tra loro sia per tipo di borraccia usate, che per tipo di palmare adottato.

Non molto diffuse nel panorama del trailrunning, o in generale nella corsa in italia,  sono invece  molto utili durante gli allenamenti quotidiani, soprattutto nel periodo estivo.

Facili da portare, e capaci di portare anche oggetti come chiavi casa/auto, smartphone, documenti/soldi o eventuale riserva energetica, permettono di andare leggeri e con la schiena libera da eventuale zainetto che renderebbe la traspirazione più inefficace, aumentando la sudorazione e facendo diminuire la carica energetica derivante dalla perdita di liquidi.

 

La Ultra Handheld Chill è l’unica borraccia a mano dotata di  softlask  da 500 ml con isolamento termico , che ha un’ampia apertura che facilita la ricarica e l’inserimento di polverine solubili; il beccuccio è dotato di “interruttore” rotante  aperto/chiuso.
Il contenitore palmare è fatto con un mesh a maglia larga che assorbe ottimamente il sudore della mano lasciando sempre la presa asciutta. La tasca zippata, fatta con materiale idrorepellente, può contenere smartphone di piccole dimensione, la tasca superficiale, in tessuto elastico, è molto utile per oggetti come chiavi o gel e barrette.

I nastri elastici incrociati permettono di scegliere la propria idonea posizione di presa, per  entrambe le mani, e nella superficie interna sono dotati di una striscia a “serpentina” in silicone che migliora la tenuta ed evita sfregamenti. Nella parte inferiore, il nastro che mantiene la softlask è anche dotato di inserto catarifrangente.

 

La Salomon Hydro Hand set ha un contenitore palmare in mesh, dotato di un guantino molto ergonomico che consente una presa molto comoda e che fa sentire l’oggetto un tutt’uno col la mano. La softlask è molto morbida, dotata di un beccuccio con apertura a pressione labiale, ma l’apertura d’imbocco è un po’ piccola. La zip laterale fa accedere ad un vano dove poter mettere eventuale gel o scorta di denaro – purché imbustata. Il cinturino per la presa al polso è dotato di chiusura a velcro, ed è possibile farlo passare all’interno di tre occhielli che corrispondono a tre diverse misure, per diametro e lunghezza.

 

L’Ultraspire 550 è dotato di borraccia rigida rettangolare con collo beccuccio molto lungo e orientato verso l’atleta, per facilitare operazione di avvicinamento e abbeveramento. L’apertura del beccuccio è di tipo classico, l’apertura della borraccia ampia.

La borraccia è completamente rivestita da una contenitore in tessuto mesh che garantisce presa sempre asciutta e dotato di una taschina esterna per riporvi gel o barrette. Cinturino è molto particolare, è un triangolo con tre punti di ancoraggio, regolabile, che ricopre quasi tutto il dorso della mano. Molto adatta per mani piccole, femminili, permette una presa leggera.

 

La Quick Grip Chill è dotata di borraccia termicamente isolata di perimetro circolare,  che permette di conservare a lungo bevande ghiacciate. Il  contenitore palmare con chiusura zippata permette di portare piccoli oggetti e riserva gel/barrette. Il cinturino regolabile con inserti carifrangenti  è in tessuto mash molto morbido ed è presente anche una striscia di tessuto mesh a contatto con la borraccia per garantire una presa sempre asciutta

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video