Ed ecco finalmente il “pezzo” che mancava nel catalogo Ferrino!
Lo zaino idrico X-Rush Vest è un evoluzione dello X-Track, rispetto al quale non ha la funzionale opzione degli spallacci regolabili per diverse taglie di torace – ma è un vero e proprio gilet con fianchetti laterali fissi – con tasche molto capienti, in tessuto strech con bordo elastico rinforzato, che assicura la tenuta degli oggetti stipati. Il tessuto interno è un mesh diverso a quello usato per schienale e spallacci, ha maglie più larghe, per migliorare la traspirazione nella zona sotto l’ascella, dove più si sviluppa sudorazione.

Ferrino zaino idrico X-Rush Vest, Trailrunning

Gli spallacci sono dotati di taschine superiori con chiusura zip: quella sullo spallaccio destro è in tessuto espandibile, quella sull’altro spallaccio è tessuto ristop: protegge dall’umidità esterna, ma bene tener presente che il tessuto interno è in mesh, quindi, se volete usarlo per metterci un cellulare – non smartphone, troppo grandi – meglio metterlo all’interno di bustina protettiva.
Le tasche inferiori, anche queste in tessuto espandibile, possono contenere bene softflask da 0.5L (meglio con fondo rigido, per favorire l’operazione di inserimento) e si possono assicurare con stringhe elastiche regolabili. Sulla parte esterna di un portaborraccia è presente anche un ulteriore taschino esterno, adatto per metterci qualche stick di gel.

Ferrino zaino idrico X-Rush Vest, Trailrunning

Le stringhe pettorali di chiusura sono regolabili su diverse posizione lungo il perimetro degli spallacci – e sono leggermente elastiche, e i ganci ad un uncino sono facili da gestire nelle operazioni di chiusura/apertura, e sembrano resistenti.

La tasca posteriore esterna, in tessuto espandibile, mantiene il doppio accesso laterale, facilmente raggiungibile, ed è abbastanza capiente da poter contenere – senza bisogno di impacchettarle – anche giacche anti-pioggia tre strati, con pesi inferiori ai 300gr.
La sacca principale, dove poter mettere la vescica idrica da 1.5, non è più dotata di chiusura a zip ma di una palpebra di copertura; se non si usa la vescica, vi è abbastanza spazio per metterci un midlayer da 200gr, oltre che i soliti teli di emergenza, nastri e tubetti di vaselina.
Le stringhe elastiche posteriori, poste su entrambe i lati, permettono di trasportare i bastoni con tutta sicurezza, sia telescopici che ripiegabili, con la possibilità anche di poterli far appoggiare nella tasca esterna posteriore.

Ferrino zaino idrico X-Rush Vest, Trailrunning

MA la differenza sostanziale con l’X-Vest è il peso, diminuito di ben 100gr! e la morbidezza generale del vest: se prima sembrava di aver un giubbottino rigido poggiato addosso, adesso sembra di stare avvolti comodamente. Certo, prima si poteva regolare al meglio la vestibilità, oltre che tramite gli spallacci, anche regolando le stringhe laterali di congiunzione ai fianchetti; tuttavia il Rush non sembra mancare nel fit, anche perché i fianchetti sono leggermente elastici da permettere un fit aderente senza che si verifichi fastidiosa compressione sulle costole.

Ferrino zaino idrico X-Rush Vest, Trailrunning

Uno zaino utile sia per gli allenamenti quotidiani sulle medie distanze, che per le lunghe gare in semi-autogestione idrica, sia con clima caldo che in condizioni che costringono a portarsi dietro cambi utili specialmente se occorre fermarsi e proteggersi.

Ferrino zaino idrico X-Rush Vest, Trailrunning

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video