La Hoka One One Torrent pesa 260gr ed ha un differenziale tacco-punta di 5mm, è la più leggera scarpa da trail running della produzione Hoka One One.

Appena ho tirato fuori dalla scatola questa  Hoka One One Torrent,  ho capito che questa era la scarpa che avevo sempre desiderato fosse la Speed Instinct, scarpa che  ha sostituito.

Non che la Speed Instict questa fosse una pessima scarpa, anzi, era un ottima scarpa da corsa, una ottima scarpa door-to-trail.  Putroppo, avendo una suola caratterizzata da tasselli poco pronunciati, non era molto adatta per affrontare tutte le situazioni di fondo e, soprattutto, meteo.

Calzata

La Hoka One One Torrent regala ottime sensazioni di calzata, con una zona avampiede larga il giusto per contenere le dita dei piedi in maniera compatta ma senza sottoporle a pressioni. Da questo punto di vista è il modello Hoka col toe-box più ampio che abbia indossato.

Tomaia

La tomaia è fatta in un pezzo unico di mesh, leggero e traspirante, ma allo stesso tempo resistente, un po’ ruvido al tatto, e non rivestito internamente, se non nella parte del contrafforte tallonare.

Ho provato a correrci anche senza calzini, con temperatura sopra i 30°C: non ho sofferto problemi di abrasioni e non mi sono ritrovato il piede bagnato, dopo una paio di ore di corsa.

Una cosa che mi ha colpito di questa Torrent (e lo dico con l’esperienza di un barefoot runner, abituato a calzature minimaliste) è che, una volta indossata, non sembra di averla ai piedi! Si prova una sensazione di leggerezza e libertà inaspettate, sembra che la scarpa sia più leggera di quanto sia!

Al massimo, può succedere che se si stringono forte i lacci per potersi sentire molto più fasciati nella parte mediale interna, questi si possono sentire premere un po’ sul collo del piede, in quanto la linguetta para lacci non è provvista di un’imbottitura di tipo spugnoso che “aaorba” un po’ la pressione.

Anche il collarino è poco imbottito, quanto basta per vestire comodamente intorno alla caviglia e far si che il compatto contrafforte tallonare, irrigidito da una conchiglia interna, assicuri una stabile presa sul piede, che non tradisce mai, anche nei passaggi più acrobatici.

Intersuola

Passaggi acrobatici dove questa Hoka One One Torrent da il meglio di se, grazie al fatto di essere una scarpa dal poco ingombro, dal profilo basso e dal drop tacco-punta di 5mm, che agevola la mobilità della caviglia. e grazie ad una intersuola che risulta essere ben ammortizzante in fase di appoggio di tallone: al momento dell’impatto sembra di avere sotto al piede una pallina di gomma per bambini, di quelle si prendono alle macchinette con un euro! Proprio come la pallina, l’intersuola risulta molto molto reattiva su tutta la superficie d’appoggio, assecondando ottimamente il passo in velocità su ogni tipo di fondo ben corribile, specialmente su singletrack compatti o friabili, argillosi (tipo percorsi da mtb) e assecondando le “acrobazie” in discese impervie con fondi sconnessi, sassosi (tipo percorsi da downhill).

Suola

Questa agilità è anche assicurata da una suola che presenta tasselli aggressivi profondi 5mm, ben distanziati tra loro, molto flessibili ma non per questo fragili, che non fanno sentire la loro presenza correndo su fondi asfaltati, ma fanno il loro dovere nell’off-road, assicurando efficientemente una spinta di potenza in salita, o un appoggio frenato in discesa.

Ottima anche in fase di appoggio mediale sugli ostacoli. Da verificare la tenuta sul bagnato, in questo periodo prutroppo le pioggi sono state impetuose e cariche di fulmini, situazione non ideale per uscite sicure, e troppo brevi per poter appesantire il fondo, e troppo caldo perchè le pietre rimanessero bagnate per tentare almeno qualche scivolata…

Conclusioni

La Hoka One One Torrent è sicuramente un ottima scelta per correre veloci – e divertendosi – su sentieri anche impervi, su brevi-medie distanze, anche in condizioni meteo piovose e sentieri bagnati e fangosi. Adatta a tutti ti tipi di corridori, anche pesanti, per correre anche a ritmi lenti , comodamente.

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video