Chiamarlo “marsupio” è riduttivo. Perchè la capienza di questo cintura lombare – 3 litri – è esagerata: ci ho infilato dentro una giacca antipioggia minimalista, una softlask da 500ml, portafoglio e smartphone (imbustati in sacchetto di platica zippato) , tre barrette energetiche e la mia Lumix TZ35. E ancora c’era posto!

Volendo c’è anche spazio nella tasca esteriore, in tessuto elastico, dove può entrare persino la softflask da 500ml;  c’è pure la possibilità di aggiungere una stringa nei passalacci perimetrali, per poterci “appendere” la giacca antivento/antipioggia! e non si sono dimenticati di aggiungere anche un fishietto…

Nonostante la massa ed il peso complessivo che può raggiungere, la sacca resta incollata al corpo con minime oscillazioni del contenuto durante la corsa,  quando è a pieno carico ed in percorsi in discesa, grazie all’ingegnoso sistema di allacciamento, unico nel genere, composto da quattro stringhe che si possono regolare individualmente, permettendo così di trovare il giusto posizionamento sui vari punti del corpo, col giusto tiraggio. Tende un po ad allentarsi durante la corsa, ma è facile da stringere, anche in movimento.

Molto facile abituarsi alla sua presenza, può sostituire benissimo uno zaino , specialmente se uno è abituato a correre con borracce a mano, in giornate piovose, col brutto tempo, quando si parte già vestiti a pioggia, o , all’opposto, in giornate serene, dove non ci sono cambiamenti di tempo in vista, ed anzi fa caldo, col vantaggio che il marsupio non fa aumentare la sudorazione impedendo la traspirazione corporea.

 

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video