La Mizuno Wave Sky 3 è il modello che più rientrava nel tema di questo speciale perché più di tutti gli altri modelli stradali Mizuno, è quello che può essere considerato la versione stradale alla Mizuno Wave Mujin 6, modello per ultra trail.

Il nuovo Wave

La Mizuno Wave Sky 3 è appunto la terza versione di una scarpa di cui non sapevo nemmeno l’esistenza.

Eppure di scarpe Mizuno da trail ne ho provate, negli ultimi anni! … si vede quanto è il mio interesse per le scarpe da strada, super ammortizzanti poi…

Che poi questo è il modello in cui – cosa di non poco conto – dopo anni ed anni, non è stata infilata una piastra Wave sotto al tallone! Il Wave è il modo in cui è costruita l’intersuola, FoamWave:

Che poi, a dirla tutta, non è che non ci sia una piastra nell’intersuola… solo che questa piastra è fatta con un diverso materiale ed ha un diverso comportamento

La Mizuno Wave Sky 3 pesa 320gr ed ha un differenziale tacco-punta di 10mm, misurando 30mm di spessore al tallone.

Intersuola

Questo nuovo Wave è inserito all’interno di una intersuola composta da due strati di gomma di diversa densità, in cui è inserita una “piastra” di schiuma XPOP.

Mizuno Wave Sky 3

Questo XPOP è un nuovo tipo di gomma composta di TPU + PU, che offre tanta ma tanta ma tanta ammortizzazione in fase di appoggio, ed una “emozionante” capacità rimbalzina in fase di spinta.

Questa miscela di gomme, unità alla conformazione ad onda con cui i due strati strutturali sono legati, e che non ha una funzione estetica, ma anche dinamica – permette all’intersuola della Wave Sky 3 di disperdere le forze d’urto lungo tutto l’asse del piede.

Comportamento

La Mizuno Wave Sky 3 offre così un elevata sensazione di comfort dal momento dell’impatto a terra e poi per tutto lo svolgimento del passo, unita anche ad una buona capacità responsiva che permette di esprimersi a discreta velocità, approfittando della capacità di rimbalzo dell’intersuola, con l’adozione di un passo ampio e rotondo.

Con un passo più corto si può approfittare della geometria con differenziale tacco-punta di 10mm, eseguendo la rullata in maniera fluida e senza poi dover far forza in fase di spinta.

La rullata è favorita già al momento dell’impatto dalla tipica curvatura Mizuno presente nell’intersuola sotto al tallone, viene poi ben accompagnata dalla geometria dei cunei di intersezione dai due diversi tipi di strati di intersuola, e termina in una zona avampiede ben flessibile sotto le dita dei piedi.

Mizuno Wave Sky 3

Il piede non soffre di affaticamento anche dopo lunghe percorrenze, e non ci si sente generlamente affaticati, quanto la corsa è risultata poco dispendiosa a livello energetico, e per niente logorante a livello fisico.

Tomaia

Comoda, comodissima nell’esecuzione del passo; comoda, comodissima da calzare.

Certo, già quando il piede si siede all’interno, che si sente quella tanta morbidezza sotto il piede, che fa star tanto tanto bene… sensazione alla quale contribuisce una soletta rimovibile dal comportamento elastico

Mizuno Wave Sky 3

La tomaia ha la forma tipica Mizuno, con una zona avampiede compatta, e per il resto ben avvolgente, con un sistema di allacciatura alto sul collo del piede, che lo porta ad un ottimo livello di compressione senza arrecare alcun senso di fastidio, grazie ad una linguetta ottimamente imbottita senza risultare ingombrante.

Mizuno Wave Sky 3

Il tessuto Airmesh ha un elevato livello di traspirabilità e permette al piede di rimanere fresco ed asciutto, e accoglie comodamente il piede, anche senza calzini, grazie ad un rivestimento interno di ottima qualità tattile – una certezza di Mizuno – ed abbondanti imbottiture al contrafforte tallonare, molto ampio e arrotondato, capace di ospitare anche piedi belli grossi, anche grassi. Perché non dimentichiamocelo: questa è una scarpa che ben si adatta a persone ben sovra peso, che iniziano a correre per dimagrire un po’.

Mizuno Wave Sky 3

La Mizuno Wave Sky 3 è anche dotata della tecnologia Mizuno Intercool, un sistema di ventilazione inserito nella suola della scarpa, che rimuove il calore e l’umidità dal piede attraverso un sistema di canali di ventilazione. Grazie a questo sistema non si accumula umidità e viene ben disperso il calore interno, migliorando ancor di più il comfort di questa scarpa.

Suola

La pianta d’appoggio di questa scarpa è piatta, non presenta vuoti di contatto a terra, ed è quasi tutta rivestita da una suola fatta con un materiale in gomma e carbonio molto densa, rigida, che assicura lunga durata, ma che patisce un po i fondi sdrucciolevoli.

Mizuno Wave Sky 3

La suola è costituita da diverse placche: quella nella zona anteriore è dotata di scalanature che migliorano la flessibilità necessaria per il miglior svolgimento della rullata in fase di spinta. La zona mediale e posteriore è costituita da due placche divise sull’asse verticale, di cui quella interna è caratterizzata da tasselli molto più ravvicinati e priva di solchi che ne aumentino la flessibilità: questa placca interna, che risulta così più compatta e rigida, fornisce una sorta di supporto strutturale all’interuola nella fase di appoggio, una sorta di leggero effetto anti-pronazione.

Mizuno Wave Sky 3

Conclusioni

La Mizuno Wave Sky 3 è un eccezionale scarpa da allenamento e gara, per chi vuole affrontare lunghe distanze a ritmi sui 5’/km, o anche ultra distanze a ritmi più bassi. Così comoda e ammortizzante durante il passo, è anche il mezzo perfetto per chi è in sovrappeso e necessità di una scarpa accogliente, per iniziare a correre per perdere chili. E se soffrite di dolori al tallone in fase di appoggio, con questa non sentirete fastidi.

Dal Trail alla Strada: Scarpe Running Ammortizzanti

 

Mizuno Wave Mujin 6

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video