La Hoka One One Speedgoat 4 si presenta con una tomaia rinnovata, e anche la possibilità di poter optare per la versione “larga” più adatta a chi ha piedi grandi. Fondamentalmente, le prestazioni di questa scarpa restano identiche a quelle della Speedgoat 3, scarpa di enorme successo, grazie alla sua capacità ammortizzante che assicurava un elevato comfort di marcia.

Tomaia

La tomaia è fatta con un nuovo mesh che dovrebbe risultare più resistente rispetto a quello della precedente versione, ed alllo stesso tempo più traspirante. La linguetta paralacci è più sottile rispetto a quella della Speedgoat £, ma non per questo meno protettiva. Fondamentalmente identica la calzata, molto compatta, sia all’avampiede che al tallone.

Intersuola

Importante cambiamento all’intersuola nella parte posteriore, che presenta delle “taverse” che riempiono la conca sotto al tallone: modifica richiesta per rinforzare la zona che poteva essere sottoposta a forte degrado.

L’intersuola della Hoka One One Speedgoat 4 è alta 33mm al tallone, ed è ben supportata da un’ampia estensione trasversale, che la rende  molto voluminosa.

E’ un intersuola molto ammortizzante, senza essere instabile.

La Speedgoat 4 si appoggia a terra in maniera molto morbida, la suola copia ottimamente il fondo, assorbe l’impatto, e si sente il piede affondare nella gomma. E’ una sensazione molto piacevole!

Non si percepiscono le asperità del fondo, nemmeno in zona avampiede, priva di rock-plate protettivo.

Durante il passo, si  può godere di una rullata fluida coadiuvata da una geometria molto curvata della pianta d’appoggio dell’intersuola.

Il differenziale tacco-punta di 4 mm rende la scarpa più facile da controllare, permettendo alla caviglia di aver buon gioco nelle situazioni di appoggio più difficili, special modo nella corsa in discesa tecnica, dove la Speedgoat 4 si dimostra persino agile!

Active Foot Frame

Una cosa che rende ben salda la calzata della Hoka One One Speedgoat 4 è l’Active Foot Frame, particolarità progettuale che consiste nel rialzamento del bordo esterno dell’intersuola, nella zona mediale e soprattutto al contrafforte tallonare, che forma una culla che avvolge il piede.

Questa “culla” non contribuisce solamente nel senso della solidità della calzata, ma anche una secondaria – non so quanto voluta – funzione di sicurezza: in caso in cui venga a mancare un appoggio corretto a terra, questi bordi contribuiscono a mantenere il piede stabile in posizione, evitando pericolose distorsioni.

 

Suola

Anche la suola della Speedgoat 4 presenta lievi modifiche ma rimane sostanzialmente la stessa: Vibram Megagrip con tasselli non troppo profondi, adatta per fondi pietrosi e compatti, anche bagnati.

Conclusioni

La Hoka One One Speedgoat 4 conferma di essere la scarpa da trail running più ammortizzante che ci sia, molto confortevole a basse velocità anche per corridori pesanti, ma anche una scarpa per atleti performanti con cui correre bene ad alte velocità ultra distanze.

 

Caratteristiche:

Peso: 306gr  /  263gr modello da donna

Differenziale : 4 mm (32mm altezza al tallone)

 

Hoka One One Speedgoat 3

3
Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video
 
 
 
 
più nuovi più vecchi più votati
mose'
Ospite
mose'
Valutazione :
     

Speriamo che nella parte del tallone durino un po’ di più che la 3 perché non si possono cambiare le scarpe ogni 300 chilometri. Comunque comodissime.

Daniele
Ospite
Daniele
Valutazione :
     

Ma le EVO sono una versione con tomaia in kevlar delle Speedgoat 3 o 4 ?