Cercando nel catalogo Brooks una scarpa stradale che per caratteristiche fosse simile alla Cascadia 14, c’era la possibilità di scegliere tra la Brooks Ghost 12, la Brooks Glycerin 17 e la Brooks Levitate 3.

Ma al di là di pesi e geometrie dell’intersuola, la scelta non poteva che ricadere sulla Levitate 3, per la calzata che questa scarpa offre, molto simile, e che denota un carattere performante.

Brooks Ghost e Glycerin sono scarpe molto comode da calzare, per forma della tomaia, tessuti e imbottiture. La Ghost, in particolare, è una scarpa che calza in maniera “coinvolgente”, te la terresti sempre ai piedi!

Tomaia

La tomaia della Levitate 3 è fatta con un tessuto knit ingegnerizzato, con trama più fitta e compatta sulle zona laterali per assicurare la tenuta, e una zona traforata sopra le dita dei piedi per migliorare l’areazione.

Brooks Levitate 3

Il tessuto è traspirante, anche se al tatto la prima sensazione è quella di un tessuto caldo, tipo maglione invernale.

Il tipo di costruzione di questo tessuto permette di avere una struttura della tomaia a calzino, tant’è che il collarino sembra proprio quello di un calzino corto.

Brooks Levitate 3

Le imbottiture sotto il bordo e nella parte posteriore, assicurano giusta pressione sul piede e proteggono il tendine dal contatto con la conchiglia rigida che struttura il contrafforte tallonare.

Brooks Levitate 3

La calzata della Levitate 3 è comoda, ma non nel senso del livello di piacevolezza offerta dai modelli Ghost e Glycerin. E’ una calzata “totale” nel senso che ogni suo centimetro aderisce al piede, da sembrare una seconda pelle.

E’ una calzata fasciante, ti porta ad avere un atteggiamento performante: si sente subito di indossare una scarpa che lega col piede, dinamica, pronta a lanciarsi.

Ma la Levitate 3 non è solo una scarpa da corsa performante, come ho avuto modo di scoprire.

Intersuola

L’intersuola della Brooks Levitate 3 è costituita dal materiale DNA AMP, una schiuma in poliuretano che nell’espandersi restituisce l’energia impressa nella compressione, nel momento stesso in cui viene scaricata la forza d’impatto, ottimizzando così anche quella di spinta.

Brooks Levitate 3

E’ un materiale molto flessibile ed elastico.

Un materiale che non ha un comportamento “rimbalzante”, quanto una capacità “energizzante” che supporta la propulsione della spinta.

Questo avviene perché la schiuma poliuretanica è inserita in una pellicola in poliuretano termoplastico (TPU), che resiste all’espansione – e dispersione- orizzontale, e restituire l’energia direttamente al passo, in senso “verticale”.

Ed è proprio questa sua capacità energizzante a fare sembrare leggera quella che, al di là dei volumi contenuti, oggettivamente è una scarpa pesante!

Suola

La suola della Brooks Levitate 3 è divisa in diversi cuscinetti, divisi da dei solchi presenti sull’intersuola, che ne migliorano la flessibilità durante il passo.

Anche qui troviamo che nella zona sotto al tallone la suola e l’intersuola sono “divisi” in due cuscinetti separati che permettono di equilibrare la naturale pronazione del passo dal momento d’impatto, che ruota dal primo impatto sul lato esterno al carico sulla parte mediale interna.

Brooks Levitate 3

Comportamento

Iniziando a correre con le Brooks Levitate 3 si percepisce la facilità dello sviluppo del passo, con una fase di impatto che viene ammortizzata molto bene, in maniera impercepibile, ed una fase di spinta che viene rilanciata immediatamente. Non si percepisce il piede cadere a terra, affossare nella gomma, e non si percepisce poi nemmeno la rullata!

Brooks Levitate 3

Nonostante il drop di 8mm, durante la corsa, a qualsiasi velocità, non sembra affatto di poggiare di tallone, quanto di poggiare con la zona del meso piede. Ed è un appoggio piatto, più che neutro.

Un appoggio mediale molto “fermo”: nonostante l’intersuola sia flessibile e dotata di discreta capacità torsionale, la zona mediale è molto stabile durante il passo.

Un altro comportamento molto particolare è offerto dalla dinamica del passo nella zona anteriore: camminando, o da fermi, alzandosi sulle punte, si percepisce bene il carico delle dita del piede contro l’intersuola, o meglio,sembra quasi di poggiare direttamente contro il terreno. E vien da pensare che durante la corsa questo caricare sulla zona anteriore possa risultare un lavoro affaticante per il piede, specialmente per le falangi dell’alluce. Eppure, durante la corsa, non sembra nemmeno di toccare terra con la zona anteriore! O meglio, nel momento in cui ci si lanci,a nei momenti in cui si fanno dei cambi di ritmo, e quindi si dà la spinta iniziale per prendere velocità, si sentono le dita dei piedi affondare a terra e fare forza. Ma una volta in velocità, quando si è preso un ritmo costante, sembra quasi di andare per inerzia, senza alcun lavoro del piede!

Questo tipo di andare si ha anche a velocità molto basse: mi è capitato, dopo diversi giorni consecutivi di uscite di almeno 20km, di prendere le Levitate 3 per una decina di km di “rilassamento” e vedere come si comportavano. Ed anzi, ho pensato bene di andare ancora più lento, e procedere ad un ritmo di 6’30″/km, un passo molto lento, he mi

fa passar la voglia pure di correre! E invece riuscivo a procedere con passettino leggero, “zampettando”, piano piano, senza sentirmi pesante, goffo. E senza sentire il peso sulle ginocchia: a causa dei miei menischi, preferisco correre 10km veloci, in cui il passo non mi carica il peso sulle ginocchia; che correre 1km a velocità superiori ai 6’/km, che ad andar lenti il peso del corpo cade a terra più che in avanti… Eppure, questa scarpa,che non è dotata di un appoggio morbido tipo le Glycerin, e che non ha la rullata fluida ed efficace delle Ghost, mi ha permesso di andare molto lento in maniera piacevole come non mi riesce con le altre.

Conclusione

La Brooks Levitate 3 è una scarpa che ispira corsa veloce su brevi e medi distanze, e riesce a portare corridori ben strutturati e leggeri fino alle lunghe distanze a buon ritmo. Adatta anche ad andature lente, ma se portate con passo leggero, non quello affaticato di un corridore sovrappeso.

Caratteristiche:

Supporto Neutro
Drop 8mm (26mm al tallone, 18 all’vampiede)
Peso 328.9g / 292gr da donna

Brooks Cascadia 14

 

Dal Trail alla Strada: Scarpe Running

Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video