L’abbigliamento running Rewoolution è costituito da capi di alta qualità molto belli da vedere, con un design discreto,  agile da portare in ambienti urbani.

Maglia Castor

Sono le 6 del mattino, la temperatura in casa è di 17.5°C. Guardo le previsioni meteo, dice che fuori ci sono 4°C. Dalla finestra sul retro, do un’occhiata ai giardini sotto casa, ma gli alberi son tutti spogli di foglie, non riesco a capire se tira vento… allora guardo sulle facciate dei palazzi, e vedo dei panni stesi, che non si muovono. Bene, non tira vento.

Così indosso la magia Rewoolution Castor, un baselayer in tessuto Reda Active Pure Merino Mesh, con collo alto, zippato. Un cappello, i guanti, ed un gilet smanicato. Giusto per gestire il primo impatto con l’ambiente esterno, proteggere il petto dal freddo dell’aria gelita che “sbatte” contro il petto quando corro.

Esco e sento il freddo pungere. Si respira bene. Sento il freddo avvolgermi le braccia, le gambe spoglie.

Via, si parte. Ritmo da 5″/km. Dopo 900 metri apro un po la zip del gilet, per sentire se l’aria fredda che mi sbatte contro mi procura gelo sul petto. Sento che è fresco, sulla superficie della maglia, ma il freddo non mi entra dentro. Dopo un km richiudo la zip. Voglio vedere come ne esco…

Già dopo 4 km noto delle chiazze di sudore nella parte interna del gomito! Eppure non mi sento bagnato. Ho caldo. Nel senso che mi sento in temperatura ottimale.

Dopo 12km, rientro a casa, mi spoglio, e….

Che sudata! Sapevo di essere bagnato, ma non così! e nonostante lo fossi, non mi sono mai sentito a disagio.

Giorni dopo ho ripetuto la cosa, questa volta senza indossare il gilet, ma portandolo nel marsupio.

E cosi mi sono nuovamente ritrovato sudato ai gomiti, ed alla fine anche un po sul petto e sulla schiena, ma in maniera molto minore rispetto a quando ho corso col gilet. Direi che ero normalmente sudato. A quel punto ho indossato il gilet ed ho continuato a correre, fino a quando non mi sono accorto di essere ben bagnato. Ho smesso di correre e mi sono tolto il gilet. Ed ho camminato per tre km esposto alla bassa temperatura (4°C) ed alla leggera brezza. Senza patire freddo.

 

Leggins Johnny

Questi leggings sono realizzati in tessuto tecnico 100% Reda Active® Merino Jersey, un tessuto leggero e rapido nell’asciugare.

Il modello in questione è un Base layer incredibilmente leggero e confortevole: il tessuto non è elastico,il pantalone veste aderente ma senza comprimere, molto liscio e fresco a contatto con la pelle. Durante il movimento non se ne percepisce la presenza, i tagli ergonomici son ben posizionati, le cuciture piatte non provocano irritazioni.

Li ho portatiscon temperature intorno ai 12°C mattutini, li ho dovuti togliere, mi sentivo troppo caldo alle gambe. Molto meglio l’utilizzo con temperatura antorno ai 5°C, perfetto il rendimento con temperatura a 2°C.

Ho notato anche che dopo diversi giorni di utilizzo – che  comunque correndo col freddo si suda la giù in mezzo.. – il capo non emanava cattivi odori.

1
Lascia un commento

avatar
2000
Foto e Video
 
 
 
 
più nuovi più vecchi più votati
SEO Services
Ospite
SEO Services

Awesome post! Keep up the great work! 🙂