La Sportiva Helios è da un po di anni sul mercato, era considerata un ottimo modello di scarpa da trail running minimalista nel periodo in cui il minimalismo si stava diffondendo, è “diventata” un ottimo modello di scarpa da trail running per affrontare Sky-Race e Vertikal K.

Io, che di minimalismo ne so parecchio, un po meno di Sky-Race e Vertikal K, posso assicurarvi che è un ottima scarpa da trail running …per correre e divertirsi.

La Sportiva Helios 3 mantiene intatto il suo spirito, e si rinnova nella tomaia – non tanto stilisticamente, quanto tecnicamente – adottando materiali e soluzioni sviluppate nella Kaptiva, e che portano ad una riduzione di peso che porta la bilancia a segnare 219gr!

Tomaia

Beh, notevole il cambiamento anche se non si vede a prima vista, perchè sta tutto fondamentalmente all’interno.

La tomaia adotta una impostazione di costruzione a calzino interno che include la linguetta paralacci, molto simile a quella della Kaptiva, assicurando una calzata molto fasciante e stabilizzata dal sistema di allacciatura che coinvolge le parti laterali della tomaia.

Il sistema di allacciatura si divide su due livelli: quelle che agisce sulle zone laterali, e quello che è collegato alla zona anteriore della tomaia. Questo permette di poter regolare indipendentemente il tiraggio dei lacci, più o meno stretto intorno alle dita dei piedi, più o meno stretto sui lati dei piedi, secondo le proprie preferenze. A me piace stretto sui lati, ma più libero sulle dita, e riesco a godermi bene una corsa tranquilla. Chi deve affrontare una gara in cui serve molta spinta e controllo in velocità in discesa, può stringere al massimo la zona anteriore e trovare così una scarpa più compatta al piede e precisa nel seguire il passo.

Le fasce laterali della tomaia adesso sono fatte con lo stesso tessuto della Kaptiva: flessibile e resistente, e molto più traspirante rispetto a quello della precedente versione.

Il contrafforte tallonare è stato completamente rivisto: adesso adotta una conchiglia – flessibile – molto rastremata, rivestita internamente con tessuto in micro fibra molto piacevole al tatto, e dotata di imbottiture compatte, poco ingombranti, situate sotto al bordo del collarino e sulla parte della conchiglia a contatto del tendine d’achille;  molto efficaci nel fissare il piede alla scarpa.

La Helios 3 è, come tutte le scarpe de La Sportiva, dotata di soletta ergonomica Ortholite, che fornisce  al piede una seduta piena ed una sensazione di calzata totale, tarata non tanto nel senso della comfortevolezza, ma quanto nel senso di efficacia di tenuta, sicurezza, controllo nella performance.

 

Intersuola

L’intersuola della Helios 3 rimane invariata a quella dei modelli precedenti: alta 19mm al tallone, con differenziale di 4mm, costruita con materiale MeMlex EVA e tecnologia Morphodinamic: ne risulta una struttura discretamente ammortizzante al tallone (minima la superficie di appoggio, progettata per un passo leggero e veloce in fase di appoggio), molto responsiva, poco protettiva per il piede – essendo priva di rock-plate – ma molto flessibile e sensibile, che fornisce così al piede una ottima percezione del fondo, e grande controllo della scarpa, anche sui terreni più difficili.

Sono presenti anche delle piccole scalanature longitudinali, all’interno delle sezioni concave dell’intersuola: segnano l’asse di flessibilità ì, il punto  dove l’intersuola si piega maggiormente per copiare il fondo.

Ottima la capacità di accompagnare la spinta in salita: non è una scarpa propulsiva come la Kaptiva, ma ben adatta ad accompagnare uno stile di corsa più fluido che di potenza.

La poca protezione ne limita l’uso a a piedi poco allenati e ad un uso su medie distanze.

Io ci ho corso 35km alla prima uscita, senza uscirne affaticato.. ma sono allenato all’uso delle Fivefingers…

Suola

La suola de La Sportiva Helios 3 è composta di mescola Frixion Blu nella zona sotto al tallone e mescola Frixion Red nella zona dell’avampiede.

La Frixion Blu è una mescola  robusta e resistente,  adatta a sopportare il carico degli appoggi a terra di una intersuola così flessibile.

I tasselli non sono proprio il massimo in fatto di profondità e aggressività del disegno, e di sicuro non sono adatti per affrontare fondi morbidi in inverno.

Le profonde scalanature dell’intersuola, oltre che a migliorare la flessibilità,  formano una pianta di appoggio “dentata”, che implementa la capacità della scarpa di adattarsi al fondo, di aver maggior superficie di contatto, e di far presa sui fondi friabili, anche fangosi, ma del tipo già più asciutto.

Le mescole adottate forniscono grip su fondi asciutti e lastricati, ma meglio evitare superfici dure bagnate…

 

Conclusioni

La Sportiva Helios 3 è una scarpa piacevole da calzare, e piacevole per correrci a qualsiasi andatura,  con passo leggero, su percorsi collinari e montani. E’ una scarpa dotata di grande controllo, ottima per affrontare discese tecniche, e per andare di agilità sulle salite.

Caratteristiche base:

Peso: 219gr     Differenziale tacco punta: 4mm (19mm altezza al tallone)