PCA Affinity

Stavo lavorando al progetto “running base layer”,  quando mi arriva in messaggio di Andrea, amico trailer a cui piace molto l’inverno, e che di estate soffre un po’.  Infatti mi chiede un parere per una maglietta estiva che ha visto in negozio, visto che “sudo come un cinghiale”, per non restare inzuppo di sudore.

“Che ne pensi di questa Tech Shirt della Tecso?”

“Carina”.

Non conosco il prodotto di cui mi ha chiesto, ma mi sembra interessante per il mio progetto. Che coincidenza!

Gli dico di aspettare qualche giorno a comprarla, che studio meglio la cosa e gli farò sapere-

E mentre “curioseggio” sul sito della Tecso, scopro anche l’esistenza del modello Jersey.

Quindi contatto Tecso e gli chiedo se possono mandarmi entrambe le magliette.

 

Prime impressioni

Quando mi sono arrivate, ho notato  subito una differenza importante tra le due magliette: stessa taglia, ma la Tecso Tech Shirt veste in maniera “loose” mentre la Tecso Jersey veste più attillata, stile maglietta da ciclismo. Il taglio è proprio quello.

TECH SHIRT  Composizione Tessuto: 70% Polyamide Skinlife 30% Polypropilene

Al di là del design tecnico, e della struttura molto elaborata del tessuto, la maglietta running Tech Shirt al tatto sembra una maglietta di cotone, proprio come piace a me, che d’estate uso semplici canottiere di cotone – stilose – ma semplice cotone. Mi piace proprio il senso del cotone al tatto, e questo me lo ricorda parecchio.

 

JERSEY Composizione Tessuto: 70% Polyamide BREEZE 25% Polypropilene DRYARN 5% Elastane

La maglietta running Tecso Jersey, invece, è un baselayer molto attillato, ma attenzione, ha un tessuto così espandibile che non veste in maniera compressiva, ma avvolge in maniera leggera.

Il tessuto con cui è fatto presenta filato DRYARN, accreditato di essere il miglior tessuto per gestire attività sportiva ad alte temperature.

E’ una maglietta stile ciclista, ma priva di tasche posteriori. Che sarebbero una figata, ma che, visto le caratteristiche del tessuto, così fine ed espandibile, non reggerebbero il contenuto, sballottandolo in maniera fastidiosa.

Senza provarle, messaggio subito Andrea “senti, bellina la Tech Shirt che mi avevi fatto vedere, ma ti consiglio il Jersey, dai retta, vai sicuro”.  E questo perchè la Jersey, oltre ad aver tessuto con filato Dryarn, ha anche uno schienale molto elaborato, con costruzione reticolare molto ariosa e traspirante, che meglio può rispondere alle esigenze di un trail runner, che quasi sempre indossa uno zainetto idrico durante le uscite; ed anche la vestibilità più attillata penso possa essere più funzionale.

Metto le magliette a posto, in attesa poi passano un paio di giorni, mi messaggia Andrea:

“L’ho presa! Quello che mi ci voleva! E ora la vole anche un mio amiho!”.

La faccio vedere anche ad un amico ciclista, di solito i prodotti da ciclismo sono più avanzati nei tessuti e nella costruzione, di quelli da corsa. Magliette anche più costose, di cui poi quelle da corsa sono una derivazione “povera”. Ed anche lui rimane impressionato dalla Jersey, “Quanto costa?”
Non gli mancano i soldi, e nemmeno il materiale tecnico per ciclismo… Ma non è uno che butta via i soldi. “Ah, allora ne piglio una” . Anche se non ha tasche posteriori, ma tanto che gli frega, le borracce le mette sulla bici.

Passano i giorni, che ho altro materiale da testare, il tempo poi qui è stato troppo ventoso, ho aspettato le condizioni giuste per provarle.

Le provo tutte e due, nella stessa uscita. La Jersey la ripiego e la infilo nella tasca posteriore del marsupio Camelbak Ultra, quella dove ci va la softflask da mezzo litro.

Base Layer Tech Shirt

Mi piace molto il base layer  Tech Shirt, sarà anche che la taglia veste più larga, e al tatto più dolce, mi sento ben areato. Mi da la sensazione di vestire un capo semplice, molto confortevole, senza quel disagio mentale di star indossando un capo tecnico performante da top runner – che non sono – e di sembrare uno che vuol fare il figo.

Tech Shirt: zone areazione laterali e pettorali

Il tessuto presenta diverse zone con hanno una tramatura più aperta, per favorire la traspirazione: sotto le scelle, lungo i fianchi, sotto i pettorali, ed una dorsale a tutta la lunghezza.

Tech Shirt: schienale
Tech Shirt: particolare trama tessuto lungo la dorsale.

Ci ho corso  con temperatura di 28°, e dopo un ora,  il il tessuto, dove presenti i pannelli di areazione, ha mostrato segni di umidità ben diffusa. Sul petto, poco sotto lo sterno, si era creata una pozza di sudore ben visibile, non esageratamente grande, ed una volta che mi son fermato a riposare qualche minuto prima di rientrare a casa – per evitare il contrasto caldo-freddo –  ho visto la pozza allungarsi verso il basso. Ma il tessuto non mi si è spiaccicato incollato sulla pelle. Quando mi son tolto la maglietta, son rimasto sorpreso di non trovare una pozza simile sulla schiena, dove l’umidità era presente, ma ben diffusa sulla linea centrale, dove ha avuto modo di evaporare e non impregnare il  tessuto.

Base Layer Jersey

Il base layer Jersey è invece proprio il capo performante veste avvolgente,  ma in maniera delicata. Il tessuto non tira su spalle o sul petto, neanche a zip chiusa. All’inizio sento il cursore metallico sulla pelle, e mi accorgo di aver piegato male il soffietto posteriore di protezione. Percepisco subito diverse sensazioni di “freschezza” dove sono poste le aree più traforate, specie quelle sotto i pettorali, dove di solito, durante la corsa, si formano pozze di sudore. Ora, col bianco non si vedono di certo, ma mi è sembrato che, dopo un ora e mezzo di corsa, non si sia formata la tipica pozza di umidità che inzuppa la maglietta. Le zone sotto le ascelle areano molto bene, si riesce a percepire l’aria attraversarla e rinfrescare la zona. E si, quella fascia verticale posteriore è molto efficiente nel lasciare traspirare la schiena, anche indossando lo zainetto non succede che, dopo un paio d’ore, l’umidità condensata finisca per colare spiacevolmente nei pantaloncini.

Jersey: zone traforate sotto i pettorali
Jersey: zona traforate sotto le ascelle e lungo i fianchi
Jersey: zona dorsale traforata
Jersey: particolare reticolato tessuto

https://www.tecsosport.com/