PCA Affinity

L’Ultimate Direction Ultra Vest 5.0 si rinnova, in piccoli dettagli,e “ruba” qualche particolare dallo splendido zaino UD Halo, che ne migliorano nettamente la vestibilità ed anche la funzionalità, non ché il look che nella precedente versione non entusiasmava un gran che..

Caratteristiche base:

Volume:10.8L  –  Peso: 180gr  – 2 Portaborracce per soft flask 0.5L + vano per eventuale vescia idrica – 2 porta bastoni

 

Schienale 

La struttura dello schienale dello zaino Ultimate Direction Ultra Vest 5.0 è rimasta fondamentalmente la stessa, col tessuto mesh a rete fitta molto resistente e arioso, e gli spallacci che si collegano tramite cavetti elastici regolabili situati alle estremità dei fianchetti laterali.

Sono cambiati i punti di ancoraggio degli spallacci allo zaino, col sistema di regolazione della tensione che sembra più facile da gestire, e sembra migliorato il modo in cui riescono a fasciare il torso sulla zona lombare.

Spallacci

Gli spallacci sono cambiati nella forma, sono più arrotondati nella parte bassa, e questo gli permette di seguire meglio la forma del torace, vestendo così in maniera da non far sentire la propria presenza sulle ultime vertebre.

Questa modifica del taglio ha comportato anche una modifica dei vani inferiori, adesso allungati e per questo più capienti. Quello di destra ha qualche problema di gestione della zip quando è presente la borraccia, che va un po a diminuire lo spazio di azione per le dita sul cursore. Ma la zip è utile per assicurare al 100% il contenuto. Quello di sinistra non ha la zip, il tessuto comprime il contenuto, molto difficile perdere per strada gli oggetti.

Portaborracce

Stessa impostazione del modello precedente per i portaborracce, alte sul petto, che permettono di abbeverarsi chinando il capo per raggiungere il beccuccio delle soft-flask. Il portaborracce destro è dotato di due ulteriori vani esterni in tessuto elastico, dove poter infilare barrette energetiche.

Sugli spallacci sono presenti le stringhe per l’ancoraggio dei bastoni, sistema molto facile da usare per gestire i bastoni, averli sempre a portata di mano e non sentirli durante la corsa.

Identico il sistema di ancoraggi delle stringhe pettorali, ma gli occhielli di aggancio sono costituiti da un semplice cavetto ancorato al bordo, che rende più facile e veloce l’operazione di togliere il gancio delle stringhe per cambiargli posizione.

Più veloce da gestire anche l’uncino di aggancio posto sull’estremità della stringhe, che sostituisce le clip, ed evita così di avere un oggetto duro che può andare a toccare sul petto

Sacca

Cambia notevolmente la sacca posteriore dell’Ultimate Direction Ultra Vest 5.0 rispetto alla versione precedente, con un vano sempre dedicato allo stoccaggio della vescica idrica posto tra sacca e schienale, eventualmente utilizzabile per metterci altro oggetto, meglio abbigliamento che può far da comodo “cuscino” – ma sempre riposto in busta impermeabile per evitare che si bagni al contatto col sudore della schiena.

La sacca ha un vano principale, fatto con tessuto Nylon Ristop, a cui si accede con zip a doppio cursore perimetrale, situata sul lato destro e che si allunga sulla parte anteriore: questo crea un ampia apertura che migliora l’accesso, per metterci capi di abbigliamento: ci ho infilato giacca e pantaloni waterproof più un base layer termico e calze di ricambio, oltre che portafoglio e cellulare riposti anche questi in una busta waterproof.

Sulla superficie della sacca adesso c’è anche un vano a tutta lunghezza, molto ampio, accessibile dall’alto, e dotato anche di stringhe di compressione, utili anche quando si voglia portare la giacca bagnata fuori dallo zaino per permetterle di asciugarsi durante il movimento.

Ci sono anche due tasche zippate, di piccole dimensioni, dove infilare oggetti come guanti, headlamp e pile di ricambio, telo di emergenza; insomma quel materiale obbligatorio di piccole dimensioni che ti chiedono di mostrare al check-in della gara, e che messo così non c’è bisogno di disfare lo zaino.

Nella parte inferiore, si lati, sono presenti delle stringhe elastiche dove penso si possano mettere i bastoni.

Conclusione

Insomma, questo Ultimate Direction Ultra Vest 5.0  ha molto più da dare rispetto alla versione precedente! più leggero, più versatile, più confortevole e, perché no, più bello e figo da portare.

Se poi avete bisogno di qualcosa di più minimalista, ma non per questo non altrettanto funzionale, l’Ultimate Direcction Halo Vest  è il top della produzione UD.

Ultimate Direction Halo Vest