PCA Affinity

La Asics Gel Kayano 27 è il top di gamma per quanto riguarda la famiglia di modelli Asics che offrono supporto anti pronazione, come la Asics 2008, da noi recensita.

Questo non significa che fra questi modelli sia quella che offre il massimo livello di supporto anti pronazione. La Asics 2008 non è da meno.

Significa che la Asics Gel Kayano 27 offre un alto livello di supporto insieme a tante altre qualità di alto livello, tra le quali ammortizzazione, dinamicità, qualità dei materiali. Durabilità.

La Asics Gel Kayano 27 è una scarpa adatta a chi soffre di pronazione.

Ovvero per chi corre con passo rullato, e che quindi durante la rullata tacco-punta effettua una pronazione del piede accentuata verso l’interno.

Ho letto e sentito dire da altri reviewers che anche chi ha un passo neutro – ma poggiato con avampiede – può usarla. Certo, nessuno glielo impedisce… nemmeno un differenziale tacco-punta di ben 10mm… Persino io che sono un barefoot runner con 10 anni di esperienza, ci riesco…

Ma poi che cazzata sarebbe questa, comprare una scarpa fatta con avanzate tecnologie ammortizzanti e di supporto per un passo poggiato di tallone, se si corre d’avampiede? Parliamo seriamente, dai, non facciamo marchette!

Essendo il top di gamma, molti pensano di poter comparare la Asics Gel Kayano 27 con l’altro modello top di gamma – neutro – di Asics, la Nimbus 22.

Beh, una comparazione che si può fare…. Ma è sbagliatissimo pensare che la Kayano sia una Nimbus dotata di supporto anti pronazione!

Sono due scarpe fondamentalmente diverse, progettate per assicurare comfort sul medie e lunghe distanze ad atleti in peso-forma o sovrappeso, con passo sopra i 5’/km. Anche molto lenti.

Ma, per quanto da corridore supinatore, trovo nella Kayano 27 la scarpa meno adatta al mio modo di correre, non posso però fare a meno di apprezzarne la comodità di calzata, la qualità dell’ammortizzazione, lo stile del “passo, che me la fanno sentire come una scarpa con cui poter correre meglio, più leggero e velocemente, rispetto a quanto riesca a fare con la Nimbus 22.

Peso 323/ 274gr la versione femminile

Differenziale tacco-punta 30-20mm / 30-17mm nella versione femminile

Tomaia

La tomaia delle Asics Gel Kayano 27 ha una forma snella, con una zona avampiede affusolata ed un ogiva del contrafforte tallonare rastremata.

E’ fatta con un tessuto jaquard che la rende molto comoda da calzare anche a piede nudo, e molto molto ariosa: la freschezza che si percepisce, il modo in cui fascia molto bene il piede ma con tocco morbido, fa sentire la scarpa meno presente, più leggera di quanto sia!

Spettacolare il modo in cui la tomaia avvolge la parte mediale del piede, specialmente il tocco sul collo del piede, dove la linguetta para lacci, di adeguata dimensione e con buon e densa imbottitura, protegge ottimamente il piede anche dopo aver tirato i lacci in maniera molto molto stretta. Cosa di cui non c’è bisogno, l’ho fatto solo per prova.

Solo il contrafforte tallonare si fa sentire un po sul piede, specie ai lati del tendine, dova la forma del contrafforte, molto rigido e rinforzato da un esoscheletro esterno, va a stringere tenacemente per assicurare una tenuta inamovibile.

Per fortuna che le imbottiture interne dotate di un rivestimento setoso riescono a compensare quella sensazione che a me non è congeniale, ma che non dubito sia proprio qualcosa di rassicurante per tanti, molti altri che soffrono, diversamente da me, di pronazione.

L’ho usata a lungo, e senza calze, e non mi ha provocato la solita abrasione al tendine del piede destro – dovuto ad un particolare movimento del mio piede – che mi procurano puntualmente le scarpe nuove, anche quelle meno avvolgenti. Di solito mi metto un cerotto protettivo, se non uso le calze; in questo caso non l’ho fatto proprio perchè volevo verificare come lavoravano imbottitura e tessuto.

E per concludere, ben fatta – non c’era dubbio! – la soletta interna, che riempie bene la seduta del piede, e che poggia sopra uno strato di materiale EVA ammortizzante, che aumenta ancor di più il senso di comfort. TOP TOP TOP!

Intersuola

L’intersuola della Asics Gel Kayano 27 presente diverse tecnologie Asics che, miscelate tra loro, riescono a dare a questa scarpa un appoggio a terra solido, stabile, ben ammortizzato – grazie al vistoso strato di gel asimmetricamente inserito sotto al tallone, che permette una maggior ammortizzazione della caduta che viene spostata verso l’esterno dal materiale Duomax che costituisce la parte posteriore e interna dell’intersuola, e che con la sua maggior rigidità, agisce in maniera da evitare la “caduta” del piede verso la parte interna, guidando poi il piede in un movimento di rullata più equilibrato.

Il compito di guidare la rullata in maniera equilibrata durante la rullata è svolto dall’Impact Guidance System, sistema in cui sono coinvolte diverse tecnologie : il Trusstic, la Guidance Line ed il già menzionato Duomax.

L’inserto Space Trusttic svolge un gioco fondamentale nella zona mediale dell’intersuola: si tratta di un vero e proprio ponte in materiale plastico che funziona come un supporto che limita il “collasso” dell’arcata del piede e che, grazie alla sua elasticità, promuove la fase di spinta quando il movimento pendolare della rullata porta il piede a staccare dal suolo.

Lo Space Trusttic, a differenza del normale Trusttic, è ancorato in maniera differente all’intersuola, e lascia uno “strato” di spazio vuoto tra se e la gomma dell’intersuola. Questa particolarità permette una maggior elasticità del comportamento dell’intersuola, che si traduce in miglior dinamicità della scarpa.

La Guidance Line è un particolare design dell’intersuola, come una spina dorsale che la attraversa verticalmente, copiando quello che è il naturale svolgimento del contatto del piede a terra: migliora la flessibilità dell’intersuola per assecondare la naturale flessione del piede

La zona mediale e anteriore dell’intersuola è fatta con uno strato in materiale FlyteFoam Propel, più spesso nella zona sotto l’avampiede: è una mescola più elastica e propulsiva, che permette una spinta più energica.

La fase di spinta e poi favorita dalla flessibilità offerta dall’intersuola nella zona dell’avampiede, segnata da importanti punti di flessione, dove anche la suola è suddivisa in cuscinetti separati.

Un inserto in Gel posto sotto l’alluce permette un più comodo rapporto piede-intersuola al momento della fase di spinta, che proprio nell’alluce ha maggior scarico. In questa maniera si evita un affaticamento che potrebbe verificarsi sulla lunga distanza, o col sommarsi dei km giornalieri.

La versione femminile è fatta con un materiale Flytefoam più morbido ed una geometria deldifferenziale maggiorato, che interagisce con la piastra Trusstic progettata per favorire la dinamicità del passo.

Suola

La suola della Kayano 27 è fatta col classico affidabile materiale AHAR, in cuscinetti di gran spessore, dovrebbe assicurare percorrenze nell’ordine del migliaio di km…

Comportamento

La qualità di ammortizzazione, la dinamicità del passo, fanno sembrare questa scarpa più leggera del suo peso, più facile da portare ad una velocità anche inferiore ai 5’/km.

Più che in altre scarpa, forse proprio per la maggior stabilità della zona tallone dovuta al Duomax, sento di stare su un tacco, e sento una pronunciata fase della rullata che mi porta in maniera rotonda all’appoggio del piede in faso di spinta, che avviene in maniera propulsiva.

Cosa che mi ha sorpreso, che provandola prima di studiare le caratteristiche ed i materiali di cui è composta (per evitare di farmi pregiudizi chepermettono di vedere solo quello che ci si aspetta, senza guardare in maniera più aperta..) mi aspettavo – vedendo tutto quel gel e lo spessore di gomma sotto l’avampiede – una scarpa molto più morbida al tallone al momento dell’appoggio,  e poi più “floscia”  durante il passo.

E’ comoda e ammortizzante senza essere spugnosa: anche portando una zavorra di 10kg (quindi simulavo un peso di 87kg) non ha cambiato il suo modo di accompagnare il passo, l’intersuola non si è infossata al momento dell’appoggio,  piantando a terra il movimento del passo. Non ho percepito nemmeno un sovraccarico a livello dell’arco mediale dovuto al passo più lento e pesante.

Il momento di impatto a terra non è cuscinoso come va di moda ora, ma l’ammortizzazione è efficace, si sente una fase di compressione che non finisce per affossare il movimento, ma spinge il piede – e il differenziale si sente – a compiere una rullata caricata verso l’esterno, che io percepisco in maniera sbilanciata, essendo supinatore.. cosa che mi fa pensare sia equilibrata per chi invece soffre di pronazione.

 

Conclusioni

La Asics Gel Kayano 27 è la tradizionale scarpa stabile per corridori anche sovrappeso che vogliono procedere ad un passo calmo, lento; ma riesce ad essere versatile, offrendo una dinamicità tale da poter supportare eventuali lavori di velocità – relativa al profilo di atleta menzionato – introdotti nella programmazione degli allenamenti finalizzata a migliorare certe caratteristiche della corsa che possono essere utili per affrontare, non dico più velocemente, ma in maniera più facile, le lunghe distanze.

 

https://www.trailrunning.it/2020/03/04/asics-evoride-la-trainer-perfetta/

 

https://www.trailrunning.it/2020/06/11/asics-novablast-per-una-corsa-esplosiva/