PCA Affinity

Lo zaino La Sportiva X-Cursion ha una struttura tipicamente da trekking, con una sacca a forma tubolare dalla capacità di 28L,  apertura a cappuccio superiore con zip perimetrale a doppio cursore.

Sul cappuccio è presente una tasca con apertura a zip, grande il giusto per metterci dentro un mazzo di chiavi e lo  smartphone.

All’interno della sacca sono presenti gli agganci per appendere la vescica idrica e una piccola tasca con chiusura a zip per mettervi valori

La sacca è fatta con un tessuto in Nylon idrorepellente e molto resistente.

La sacca, esternamente, è dotata solamente di due ampie tasche laterali in mesh elastico, prive di stringhe di compressione, ma dotate di palpebra di contenimento, in cui poter stipare oggetti come anche borracce morbide o rigide.

Sulla superficie della sacca è poi presente un cavetto elastico compressivo per portare abbigliamento o altro materiale tipo materassino rigido.

Peccato solo per la mancanza di stringhe portabastoni, che possono essere infilati nello zaino, se servono solo per installare la tenda.

Volendo uno può farsi dei porta bastoni con del velcro da far passare negli anelli presenti sulla parte superiore degli spallacci, e metterli così orizzontalmente negli occhielli di velcro.

Spallacci

Gli spallacci sono tipici del mondo di zaini da trekking ma ridotti proprio all’osso, leggermente imbottiti con tessuto mesh che gli danno struttura e resistenza, ma non comodità.

Sono privi di tasche e muniti solo di una stringa pettorale posizionabile lungo le fascette per personalizzare la compressione sulla zona del torace che più compiace.

Sono  ben sagomati e girano in maniera perfetta intorno al collo.

Certo, non hanno la capacità di scaricare il peso dello zaino sul tronco come succede con quelli dei gilet da trail running: se non si è abituati, occorre un po di allenamento per sopportare il diverso modo in cui fanno lavorare le clavicole.

Schienale

Lo schienale presenta due segmenti verticali di imbottiture fatte dello stesso materiale di quello usato per gli spallacci, giusto per offrire un po di comfort alla vestibilità, lasciando la parte centrale nuda e cava, per non comprimere troppo sulla spina dorsale. In queste “verticale” dove c’è una zip a tutta lunghezza che permette l’accesso all’interno della sacca.

All’inizio mi son chiesto a cosa servisse. Mi sembrava inutile. Poi, una volta caricato – dall’alto –  col materiale che avrei usato per fare foto di abbigliamento e scarpe, incluso il treppiede per la macchina fotografica, mi son reso conto che, una volta tolto lo zaino di dosso e poggiato per terra, è stato molto naturale raggiungere quella zip ed aprirla per accedere all’interno e togliere quanto mi serviva, compreso il lungo treppiede, che avevo messo a fatica usando l’apertura superiore!

Questa possibilità di accesso secondo me è anche molto utile al momenti di organizzare il materiale perché permette di avere una visione più ampia di come si caricano gli oggetti, tenendo presente che non sarebbe male usare la tenda o qualche altro capo morbido/voluminoso da mettere a tutta lunghezza come ultimo strato sullo schienale in modo da migliorare il comfort.

Nella parte bassa è presente anche un cinturino con fasce laterali che migliorano la stabilità dello zaino durante il movimento: peccato non siano dotati di tasche porta oggetti…

Conclusioni

Lo zaino La Sportiva X-Cursion ha un impostazione minimalista che riduce il comfort di vestibilità e la funzionalità di esercizio durante il movimento, ma fa guadagnare sul peso, che si ferma a 500gr.

Durante la corsa tende a oscillare un po, ma se caricato in maniera da avere a contatto con la schiena uno strato morbido, non si sente disagio. O almeno, ci si fa il callo.

Occorre un po di abitudine al modo in cui vestono gli spallacci, al modo in cui scaricano il peso sul corpo, molto differente dagli zaini con impostazione a gilet; ma se si va con ritmo e  si fanno pause, non c’è il rischio di ritrovarsi le clavicole segnate dalla pressione del carico.

Non vedrei male questa sacca con gli spallacci dello zaino La Sportiva Trail Vest, delle tasche sulle fasce del cinturino, e magari qualche gancio posteriore dove poter infilare i trekking pole o il materassino “solido”.