PCA Affinity

Se lo zaino Ferrino X-Track 20 è una delle migliori opzioni per quanto riguarda gli zaini da fastpacking – con i suoi spallacci regolabili su diverse taglie e dotati di tasche per borracce a altro, con la sacca con apertura zippata ed un vano inferiore separato e accessibile indipendentemente – lo zaino Ferrino Agile 25 può essere una delle migliori opzioni per quanto riguarda gli zaini da trekking veloce, per coloro che preferiscono un impostazione degli spallacci più tradizionale ed uno schienale ben strutturato.

Con una capacità che secondo me supera i 25L dichiarati, ed un peso di soli 830gr, è acquistabile ad un prezzo di soli 109Euro! e con altri 5 Euro c’è la possibilità di acquistare la versione da 35L, che pesa solo 120gr in più.

 

Struttura

Il Ferrino Agile 25 ha una struttura tradizionale da zaino trekking, e si basa sul sistema “Hollow Back System”, che coinvolge dorso, spallacci ed i fianchetti della cintura a vita, le cui  superfici a contatto col corpo sono molto traspiranti grazie ad imbottiture preformate, dotate di canali di aerazione e rivestite con tessuto reticolare super traspirante o tessuto mesh imbottito nei punti dove si ha il maggior contatto e carico dello zaino sul corpo.

 

All’interno della sacca, fatta in tessuto poliestere Ristop, ci sono due vani: una tasca  dove riporre una sacca idrica – anche da 3L! – ed un vano con chiusura a velcro dove è inserito il telaio dello schienale.

Togliendo il telaio dalla sede si nota che la sua forma segue la curvatura della schiena, ed il materiale elastico di cui è fatto resta in quella posizione grazie alla presenza di una asta in metale preformata, inserita nel canale in tessuto nero, che funziona come “spina dorsale” : togliendolo il telaio resta curvato ma diventa ancora più flessibile, cosa che può essere utile se questa forma non si adatta tanto bene al profilo della schiena.

Questo telaietto permette di proteggere bene la schiena dal carico dello zaino. La superficie a contatto con la schiena è ricoperta con un tessuto gommoso che fornisce comfort al contatto e una maggior traspirazione grazie ai canali di areazione che sono fomati dalla particolare conformazione ondulare.

La struttura del telaio è poi segnata da ampi punti vuoti, che servono a diminuirne il peso senza comprometterne la capacità strutturale. E fornire ulteriori “sacche” di respirazione.

Questo telaio pesa solo 215gr. Togliendolo dalla sede, la sacca si affloscia come un sacchetto del supermercato… Restano solo gli spallacci ben imbottiti e rivestiti, e i fianchetti laterali, dotati di telaietti interni fatti alla stessa maniera del telaio dello schienale.

Beh, in questa configurazione lo zaino Ferrino Agile 25 potrebbe essere uno degli zaini più leggeri in commercio, relativamente alla capacità di carico.

Ma si priverebbe così di tutti i vantaggi che comporta tale struttura portante dello schienale: capacità di scarico del peso e comfort di vestibilità che permettono di portarlo a lungo senza stancare l’atleta.

 

 Sacca

La sacca del Ferrino Agile 25, dal punto di vista funzionale, internamente presenta solo una ampia tasca per la riserva idrica; esternamente è dotata di due profonde tasche laterali in tessuto elastico, con stringhe di compressione, e di una tasca di superficie, anche questa fatta con lo stesso tessuto elastico di quella laterali.

Nelle tasche laterali possono entrare comodamente borracce soft flask o rigide, anche da 750ml.

In quella posteriore capi di abbigliamento come guanti, cappucci. O una mappa.

 

Su entrambi i lati della sacca sono presenti stringhe porta bastoni.

Il cappuccio di chiusura è molto avvolgente, con stringhe di compressione che lo collegano al pannello centrale della sacca. Sulla sommità, rivolta verso lo schienale, c’è una zip che permette di accedere ad un vano ampio per portare oggetti di frequente utilizzo, e valore.

La zip verso la schiena rende difficile che qualcuno possa accedervi quando lo indossiamo in luoghi pubblici….

 

Spallacci

Gli spallacci hanno una conformazione classica, non sono sovradimensionati, ma ben imbottiti, in maniera abbastanza densa, e comodi al tatto. Anche a pieno carico, riescono a non essere stancanti sulle clavicole, grazie al fatto che la struttura dello schienale e dei fianchetti riesce bene a disperdere il peso su tutto il tronco, non solo sulle spalle.

Cinturino

Il cinturino è molto semplice, tradizionale.

I fianchetti sono dotati di telai interni che ne rendono più efficiente la funzione stabilizzante

Sulla loro superficie sono presenti delle tasche in tessuto mesh elasticizzato, ci ho messo un paio di barrette, non di più, come con quelle del Ferrino X-Track 20… comunque meglio di niente, sempre utili.

 

 

Comportamento

 Lo zaino Ferrino Agile 25 permette di caricare veramente tanta tanta roba, molta di più di quanta mi aspetterei da un 25L: ci ho infilato dentro l’Inov-8 Elite 24 e avanzava pure spazio! L’ho quindi caricato in configurazione autunnale, con sacco a pelo Ferrino Lightec 550 e anche un paio di lenzuola termiche Sea To Summit Thermalite, un carico complessivo di KG XXXx

Una volta indossato e ben regolati spallacci e cinturino, si sente lo zaino stare ben alto sul torso, senza comprimere sulla zona lombare.

Gli spallacci girano bene sulle clavicole, non interferiscono con i movimenti della spalla, nemmeno durante la corsa.

I fianchetti alti sopra le ossa del bacino, quasi a contatto con le ultime vertebre, senza recare alcun fastidio

La struttura elastica del telaio dello schienale riesce a copiare  bene la curvatura della schiena creando un contatto pieno senza punti di pressione.

Giusto un po gli spallacci sul petto, che ho stretto ben bene per farlo restare ben stabile durante la corsa, per evitare oscillazioni laterali, che un po’ si avvertono, ma non sono fastidiose, perchè è uno spostamento di carico della sacca,  non una traslazione dello zaino sul torso.

 

Insomma, il Ferrino Agile 25 è un ottimo zaino da trekking e speed hiking, leggero e poco affaticante, che offre molto spazio ad un prezzo molto molto conveniente