PCA Affinity

Cimalp Blizzard: come definirla? maglia? midlayer? softshell? strato termico? giacca?

E’ una capo di abbigliamento con funzioni termiche da indossare come secondo strato sopra un baselayer/maglietta quando la temperatura si avvicina allo zero.

Cimalp la definisce giacca. Giacca sia.

Peso

E’ un capo abbastanza pesante per le mie abitudini, di solito in certe condizioni uso una giacca antivento che pesa sui 150gr, mentre la Blizzard pesa 380gr… Si avverte la presenza, ma non si sente pesantezza. E’ comunque un peso in linea con altri capi della categoria.

Vestibilità

Io indosso sempre taglia L. La taglia L mi veste attillata.

Appena indossata sentivo il tessuto tirare sotto le ascelle, ed avevo paura che questo mi avrebbe dato noia durante la corsa.

I primi km li ho vissuti un po di disagio: correvo a braccia large, distanziate dal corpo, gomiti alzati. Poi, sarà che ero preso dalla corsa e dalla trasmissione radio che ascoltavo in cuffia, che mi sono dimentivaco della cosa…

Il giorno successivo mi sono reso conto che già vestiva meglio, e durante la corsa mi sentivo a mio agio. Il tessuto stretch ha preso forma.

Isolamento termico

Quando l’ho usata la prima volta, c’erano almeno 17°C in casa. Sono uscito fuori, la temperatura era di 4°C.

Ho sentito il freddo sulla pelle del viso, sulle mani, sulla cosce (indossavo un paio di tights lunghi). Ma non sentivo freddo sul torace.

Ho iniziato a correre, pensavo avrei sentito il freddo prendermi sul petto, “congelarmi” il respiro… ed invece non è andata così.

Sentivo un tocco gelido dietro le braccia, sulla clavicole, tra le scapole: proprio in quei punti dove c’è il tessuto Cordura e non quello termico.

Il tessuto Cordura è più fine e non ha proprietà isolanti, ma è molto resistente: serve a garantire maggior resistenza del capo quando si indossa uno zaino, con gli spallacci e altri punti di contatto che sfregano contro il tessuto.

Quindi, in quelle zone dove c’è il Cordura si sente il freddo, ma è una cosa che non infastidisce, non diminuisce il senso di protezione che fornisce la giacca Blizzard.

Anzi, sentire in quel punto il freddo ti fa capire  quanto sia protettivo il capo!

Ma c’è dell’altro:

Il copricapo.

Quando, correndo sulla ciclabile e poi sull’argine del fiumo, mi sono ritrovato nella nebbia della campagna aperta, ho aperto la zip presente sul collarino, ed ho tirato fuori il copricapo, che veste aderente, in maniera elastica, e che effettivamente migliora tanto la protezione!

Certo, all’inizio tenere il colletto chiuso attillato alto sotto il mento mi dava un po’ noia… ma anche qui, dopo pochi km, o è che ci si fa l’abitudine o è che lui prende forma, insomma, alla fine si riesce a star bene.

 

Traspirazione

Normalmente io sono solito indossare una giacca antivento sopra una baselayer quando esco a correre d’inverno, prima dell’alba. Spesso devo tirar su anche il cappuccio.

Nonostante il freddo, alla fine del mio giro di 10km mi ritrovo con il sudore che cola sulla fronte, ed evidenti chiazze di sudore bagnare il tessuto della giacca antivento, sul petto, la schiena, sotto le ascelle.

Con la giacca Cimalp Blizzard questo non è accaduto: dopo 10 km ero ancora asciutto in fronte.

Siccome sono molto curioso, ho continuato a correre, per vedere fino a che punto il tessuto del cappuccio regge la saturazione del vapore acqueo: ci sono voluti quasi 16km prima di sentire la fronte appena bagnata dal sudore. E comunque, alla fine, tornato a casa, non ho trovato chiazze sulla superficie del tessuto: all’interno si sentiva che era umido, ma il base layer a pelle era asciutto, contrariamente a quanto mi accadeva con la giacca antivento!

Conclusioni

Sono rimasto più che soddisfatto da questa giacca, che ho usato con costanza per diversi giorni, con temperature molto basse al mattino prima dell’alba, senza soffrire il freddo e ne soffrire l’effetto sauna di una giacca antivento che, per quanto sia più leggera, e per quanto possa essere traspirante, non fornisce lo stesso tipo di comfort di marcia.

Dotazione

Sul petto della giacca Cimalp Blizzard è presente uan tasca napoleone con foro interno per il  passaggio del cavo delle cuffie.

Sul petto c’è una clip che consente di aprire la zip per aumentare l’areazione iterna senza hce le pareti della giacca sballottino fastidiosamente durante la corsa.

La giacca è dotata di inserti che rifletto la luce per migliorare la visibilità.

Caratteristiche

Tecnologie 3D-FLEX
Elasticità Tessitura 3D-Flex®: 100% Stretch
Respirabilità Traspirabilità totale
Protezione anti-vento fino a  60 km/h
Eco-etichette Bluesign® preserva le risorse naturali e riduce l’impatto ambientale. Tinture organiche ed ecologiche.

Taglio Sretta: Cimalp consiglia di prendere una taglia di una dimensione più grande del solito

VISITA IL SITO CIMALP