PCA Affinity

Joe Nimble produce calzature funzionali all’espressione naturale del piede: scarpe di vario tipo, running/gym/lifestyle, anche recovery, caratterizzate dall’avere una differenziale tacco punto di 0mm ed una forma, specialmente all’avampiede, ampia, che permette alle dita dei piedi di estendersi in maniera naturale.

Beh, tutto questo rientra nella filosofia delle scarpe “natural running”, che ha diverse interpretazioni, che comunque si basano sul concetto di “drop zero” e “free fingers”.

TOEFREEDOM è il motto di Joe Nimble, il cui scopo è appunto disegnare scarpe che implementano salute e funzione del piede.

Tra le scarpe running propone anche due modelli da trail running: la NimbleToes Trail, scarpa minimalista sullo stile VivoVarefoot ma con un suola Vibram dal battistrada polifunzionale, che corre meglio su tutte le superficie rispetto ai tacchetti da scarpe da calcio delle Vivo…

La NimbleToes TrailAddict è meno “barefoot stile” nel modo in cui accompagna il piede nei movimenti, offre meno capacità propriocettiva, ma molta più protezione e capacità di far entrare in confidenza anche i “principianti”, essendo in tutto e per tutto una classica scarpa da running con reparto suola/intersuola spessa mm, ma con differenziale tacco punta di 0mm.

Caratteristiche:

Peso 290gr

Differenziale tacco-punta: 0 mm (10mm intersuola, 6mm suola, 6mm soletta interna)

Tomaia

La tomaia della NimbleToes Trail Addict è ben strutturata, caratterizzata da una zona avampiede con una forma sullo stile di Merrell / Topo Athletic: ampia il giusto per lasciare le dita dei piedi liberi, senza alcuna compressione o contatto con il puntale, in questo caso rivestito con un materiale plastico la cui funzione è di proteggere le dita contro eventuali urti che si possono avere nell’uso off road anche impegnato.

Talloniera

Il contrafforte tallonare è dotato di una conchiglia interna abbastanza flessibile, ha una forma ampia ed è dotata di generose imbottiture che la rendono comoda sul piede. La linguetta posteriore è molto pronunciata, per fortuna è molto morbida e flette al contatto con il tendine. La sua presenza si sente camminando, ma durante la corsa, col movimento diverso generato dal passo con appoggio di meso piede, non si percepisce alcun contatto col tendine.

Soletta

La seduta del piede è resa comoda da una soletta interna rimovibile, spessa 6mm, molto morbida al contatto grazie al rivestimento in tessuto, e  con un inserto in materiale Eva molto elastico sotto al tallone, garantita per durare almeno 500km, ma che può arrivare anche ad 800, in relazione al tipo di corridore e corsa effettuata.

Beh, considerando lo spessore, la qualità, ed il fatto che chi corre bene consuma meno le scarpa, secondo me può arrivare ben oltre…

Sistema di allacciatura

Il sistema di allacciatura è di tipo Quick-Lace, con una linguetta para lacci ben spessa e imbottita morbidamente che protegge il collo del piede dalla pressione della stringa. La linguetta non è dotata di soffietti laterali che la fissano alla tomaia, ma resta comunque ben in posizione durante la corsa, ed è dotata anche di una palpebra dove infilare il laccio.

Sinceramente avrei preferito un sistema di allacciatura tradizionale, ma questo si integra bene nella struttura della scarpa, considerando anche il materiale di cui è fatta, un tessuto  rip-stop, molto simile a quello di una Salomon Speedross, ben arioso, molto resistente a protettivo contro lo sporco del fondo, facilmente lavabile. E lo stesso è quindi per la stringa di allacciatura.

Suola

La NimbleToes Trail Addict è in tutto e per tutto la versione trail della NimbleToes Addict, dotata di una suola Michelin caratterizzata da tasselli più profondi ed aggressivi nella forma, ben capaci di assicurare una trazione su fondi morbidi e misti, anche su bagnato.

La suola poi è caratterizzata da essere divisa in placche che permettono così all’intersuola di flettere meglio per permettere una maggior capacità di adattarsi al fondo, aumentare quindi il contatto a terra. Contatto che non risulta fastidioso al piede in quanto l’intersuola è fatta con un materiale che riesce ad assorbire e filtrare molto bene le asperità del fondo, senza essere spugnosa.

Intersuola

La NimbleToes Trail Addict non è una scarpa che offre tanta ammortizzazione, è flessibile ma è abbastanza dura/secca nella risposta: quando si cammina e si poggia di tallone si sente un momento di contatto a terra abbastanza piacevole, ma non certo ammortizzante, specie quando si va a poggiare di tallone nella corsa, dove si ha maggior carico.

No, l’appoggio a terra in questo caso non è affatto un momento piacevole!

Cosa che ha i suoi vantaggi: fa capire al tuo corpo che forse è meglio impostare la corsa con un tipo di passo che permetta un appoggio di meso piede, cosa per la quale è progettata la struttura del piede, che permette così un ammortizzazione naturale del momento di appoggio a terra.

E’ così che succede se si prova a correre a piedi nudi: se appoggi di tallone, senti male. Questo impone il cambiamento adattativo che permette di sviluppare la corsa naturale.

Avete presente quella scena di Rocky 3 in cui Apollo porta Rocky ad allenarsi in vasca, e dice a Pauli la frase “deve allungarsi e usare muscoli che non sapeva neanche di avere”

Beh, è la stessa cosa che succede quando si inizia a correre con DropZero e appoggio di avampiede: è un processo di riscoperta e re allineamento.

Processo che sembra facile a dirsi, e anche a farsi, all’inizio.

Occorre stare attenti, tenere a mente che per tanto tempo non si è corso in questa maniera, che muscoli e tendini non sono abituati, devo essere “risvegliati” con moderazione, altrimenti si potrebbero sviluppare patologie da stress, proprio perché si va a caricare con forza – che si ritiene normale – su reparti muscolo/tendinei che non sono sviluppati abbastanza da reggere quel carico “normale”.

A tal proposito Joe Nimble offre un kit per principianti  per rinforzare il piede e facilitare così lo sviluppo della corsa stile barefoot.

Comportamento

Se l’appoggio di tallone non è piacevole, è invece molto piacevole la fase di distensione del piede, grazie alla flessibilità dell’intersuola: all’inizio credevo fosse dovuto alla generosa soletta interna, ma anche cambiandola con una meno spessa e morbida, ho ricevuto un ottima sensazione di naturalezza del movimento. Ed elevata protezione.

E’ una scarpa che non ti offre particolare spinta aggiuntiva durante la corsa, ma non disperde l’energia messa. Non ti fa durar fatica e ti lascia godere del piacere della corsa.

La particolare struttura dell’intersuola , leggermente concava dell’intersuola lungo la dorsale della pianta d’appoggio, rende elastico il momento d’appoggio, e la scarpa reagisce bene alle perturbazioni del fondo, filtrando ottimamente sensazioni spiacevoli e fornendo un pieno contatto col fondo che migliora la tenuta della suola, rendendo la scarpa facile da controllare in ogni situazione. A questo contribuisce anche il drop zero, che permettendo piena mobilità della caviglia, favorisce l’agilità, sia nella corsa rilassata che in quella più aggressiva, specialmente in discesa, dove l’ampia superficie d’appoggio sotto l’alluce migliora la sensibilità del piede e la libertà delle dita di “espandersi” e flettersi, favorisce la guida.

Il suo terreno preferito sono i singletrack di bosco, i sali scendi fluidi e corribili.

Conclusione

Proprio la mancanza di ammortizzazione  – in questo molto diversa da Topo Athletic (modelli con drop zero) ed Altra –  rende NimbleToes Trail Addict una scarpa più piacevole per correre con calma ed in maniera leggera, in quanto permette di essere più consapevoli del gesto che si sta facendo, proprio come succede con la più minimalista Merrell TrailGlove; ma la NimleToes è dotata di abbastanza capacità protettiva da permettere di affrontare con spensieratezza anche i fondi più dissestati.

La  NimbleToes Trail Addict è una scarpa comoda da indossare, con cui camminare, con cui correre con ritmi agili e spensierati in modalità door-to-trail, ben protettiva per permetterti di affrontare sentieri difficili, tratturi e strade bianche, ben grippante per correre anche sui sigle-track sporchi ed umidi, ben controllabile per aggredire anche le discese più tecniche.

Una scarpa tutto fare per corridore in forma, non pesanti, per correrci tutti i giorni su brevi e medie distanze.

Certo, il prezzo è salato, ma considerando la qualità dei materiali ed il fatto che il materiale dell’intersuola non ha certe caratteristiche ammortizzanti che tendono a scaricarsi con l’uso… Beh, se una Merrell Trial Glove mi è durata 1000km, la NimbleToes Trail Addict pyò durare tre volte tanto, risuolandola quando è il momento.

Per acquisti:

S.O.I. srl

vendite@soisolution.com

Facebook.: SOI sport solution – Italy

 

Visita il sito JOE NIMBLE per conoscere le altre calzature funzionali