PCA Affinity

Il Fastpacking è un’attività che sta tra il trail running, lo speed hiking ed il trekking.

Muoversi svelti,  ben equipaggiati, per affrontare giornate in movimento – e notti al riparo – su lunghi percorsi , in maniera autosufficiente, e/o appoggiandosi a basi vita poste lungo il percorso.

Ma non è una questione di sola velocità: è una questione di leggerezza.

E’ partire per un viaggio consapevoli di quello che si va e si potrebbe andare ad incontrare lungo il percorso. Essere attrezzati con l’indispensabile per poter tenere un ritmo più veloce, per essere leggeri per muoversi più leggeri, faticare meno. Andare e riposare meno stanchi significa recuperare meglio per la fatica del giorno dopo.

La prima volta che ho fatto fastpacking, e nemmeno sapevo che si chiamava così – avevo uno zaino da 40L con dentro persino l’accappatoio, per quando mi sarei fatto la doccia in rifugio…

Adesso al massimo mi porto le salviette, ed il cambio di intimo, giusto per mantenere un po’ di igiene prima di cambiarmi per entrare in un rifugio che trovo lungo il percorso o in un ostello in un paese in cui potrei passare la notte.

PENSA LEGGERO

“Pensa all’indispensabile, pensa leggero”: non so chi abbia detto questa frase, ma il fastpacking si può riassumere così.

Si tratta di portarsi sulle spalle un carico più leggero possibile, dai 5 ai 9kg: questo il peso del materiale che ci si può portare dietro, incluse le riserve alimentari e idriche necessarie per affrontare un dato percorso, per una data quantità di giorni previsti, su di un percorso di cui si conosce la presenza di “basi vita” (rifugi o località abitate) in cui poter fare approvvigionamento.

Occorre studiare il percorso, prendere informazioni, programmare il cammino ed anche prendere informazioni sulla via di fuga.

Importante poi sapere se ci sono fonti d’acqua, e se sono presenti in un determinato periodo dell’anno. Sempre bene portarsi anche le pastiglie purificanti…

  

Zaino

Lo zaino deve essere il più leggero possibile ma con un volume che varia dai 20 ai 30L. Ma occorre anche tener conto del ritmo di marcia: se si prevede di avere un ritmo lento, quasi camminata, meglio affidarsi ad uno zaino un po’ più pesante ma con una maggiore struttura di imbottiture a spallacci e schienale, che possa scaricare meglio il peso del contenuto, per affaticarsi di meno dopo lunghe ore ad indossarlo.    Zaini da Fastpacking

Abbigliamento

L’abbigliamento deve essere leggero e comprimibile, che permetta di affrontare variazioni meteo o normali situazioni di cambiamento temperatura connessi anche alla quota di esercizio: importanti quindi le giacche antipioggia  e le giacche termiche

Scarpe

Le scarpe da trail running o trekking o speed hiking, ammortizzanti o più stabili, comunque che abbiano una calzata comoda, considerando che dovranno essere percorsi tanti km ogni giorno. Non sono da scartare anche certi tipi di sandali da trekking, se si ha paura di soffrire di vesciche ed escoriazioni ai piedi. Vedi Scarpe Trekking – Speed Hiking – Fastpacking

Tenda

Nel fastpacking si può avvalersi di rifugi o bivacchi per il riposo notturno, ma è sempre possibile l’imprevisto che impedisce di raggiungere la meta programmata, quindi bene avere con sé una tenda ultraleggera, o altrimenti, dove le condizioni meteo sono buone e stabili, una “tarp tent”, costituita da un semplice telo ed eventualmente una rete anti insetti. Da tenere presente che il fondo della tenda, a contatto col terreno freddo, risulterà più freddo… a volte è bene distendere un telo termico di quelli più protettivi tra sè ed il fondo. Altrimenti un materassino gonfiabile, che può migliorare sensibilmente il comfort e migliorare il recupero di forze durante il sonno.  Vedi Tende ultraleggere

Sacco a pelo

Il sacco a pelo deve essere leggero e comprimibile, capace di offrire protezione adeguata all’ambiente e stagione che si affronta; preferibilmente uno tarato a sopportare una minor temperatura di quella mediamente prevista nella zona in quel periodo (consultare internet le statistiche meteo può essere d’aiuto a determinare questi parametri se non si conoscono le zone).

Eventualmente si può compensare ai limiti del proprio sacco con l’ausilio di lenzuola termiche che possono aumentare la soglia minima di comfort, ed importante puiò essere l’utilizzo di un materassino che implementa comodità e isolamento termico. Vedi Sacchi a pelo ultraleggeri

Se le condizioni meteo sono favorevoli o si usufruisce della maggior protezione data da un bivacco od ostello può bastare un Sacco da bivacco, che da una minima protezione termica con molto guadagno di ingombro e peso. Vedi Sacchi da bivacco 

Riserva idrica e alimentare:

La riserva idrica dipende dalle proprie esigenze, dal tratto da percorrere, dipende dall’eventuale disponibilità di “fonti” presenti lungo il percorso, che possono essere secche in determinati periodi dell’anno.

Lo stesso per la riserva alimentare: occorre tenere presente di coprire il fabbisogno normale giornaliero, mangiare barrette o gel durante il percorso in modo da non arrivare stanchi e troppo affamati al momento del pasto, rischiando di mangiare troppo e ritrovarsi ingolfati per proseguire in maniera agile per il resto del tragitto. Per il pasto bene cibi secchi e disidratati da preparare col fornellino a gas.

 

CHECK-LIST EQUIPAGGIAMENTO

 

Equipaggiamento essenziale:

Zaino

Tenda

Sacco a pelo o Sacco da Bivacco

Materassino

Cibo e Acqua

Fornellino a gas + accendino  (vedi Fornelli a Gas)

Pentolino ultra leggero (vedi Pentolini ultra leggeri)

Coltellino multi funzione

Sistema di purificazione dell’acqua (iodio o filtro, ecc)

GPS o Mappa dell’area e Bussola

Torcia elettrica / Lampade Frontali e batterie supplementari (vedi Lampade Frontali)

Kit di pronto soccorso, forbici, cerotti bende gel disinfettante

Salviette asciutte e umidificate

 

 

Articoli Abbigliamento:

Giacca e Pantaloni antivento e/o antipioggia

Calzini di ricambio

Intimo di ricambio

Base layer di ricambio

Giacca termica

Cappello per proteggersi dal sole /Cappello per tempo freddo

Guanti

 

Altri articoli salute personale se non presenti nel kit pronto soccorso:

Protezione labbra / pelle

Lozione anti sfregamento

Spray anti insetti / rete anti insetti per la testa

Spazzolino da denti e dentifricio

Ibuprofen

Krazy Glue (per chiudere piccoli tagli)

Pinzette per estirpare aghi

GUIDA SCARPE TREKKING / SPEED HIKING / FASTPACKING