PCA Affinity

La speranza è che non lasci ma raddoppi.
Si parla del Paratico TricoloreGrand Prix del Sebino, corsa su strada di livello nazionale in programma domenica 23 maggio 2021 sulle sponde del Lago d’Iseo. Sulla carta, quella che patron Ezio Tengattini e l’intero entourage dell’Atletica Paratico stanno allestendo, sarà l’edizione numero 32 di una sfida sulla 10 km divenuta nel tempo una classicissima.
La novità è che per la seconda volta (la prima avvenne nel 2006) metterà in palio i titoli italiani individuali e di società master sulla distanza, come doveva già accadere nella primavera del 2020 quando l’evento finì ai box causa pandemia. Ieri come oggi, sulle locandine dell’evento organizzato sotto l’egida della Fidal e in collaborazione con l’Amministrazione Comunale locale, c’è la scritta “Paratico Tricolore”.
«Dopo un lungo confronto con gli enti preposti che scenderanno in campo, abbiamo deciso di accettare la sfida – le parole del comitato organizzatore -. Farlo, rispettando tutti i protocolli e regolamenti anti-Covid emanati, significa dare il nostro contributo per tornare il prima possibile alla normalità».
A tirare la volata alle iscrizioni, oltre alla bellezza di un tracciato di 3,3 km da ripetere tre volte (alle ore 9.00 via delle sfide femminili, a seguire quelle al maschile), ci sono quote decisamente popolari: 10 o 15 euro (con o senza pacco gara) previa iscrizione passando per il sito www.fidal.it o per l’indirizzo di posta elettronica ezioten@alice.it.
Sul confine fra Bergamo e Brescia verranno assegnati la bellezza di 26 titoli italianidelle categorie over 35 in su (13 per gli uomini e altrettanti per le donne), facendo idealmente staffetta con le kermesse tricolori disputate a Dalmine (2017), Alberobello (2018) e Genova (2019).
Presto per ragionare sulla parte prettamente agonistica della questione (anche se nel recente passato, proprio il club di casa, ha spesso fatto incetta di medaglie). Per non parlare delle precauzioni igienico sanitarie che sono già state messe nere su bianco come da protocollo: «Alla partenza, gli atleti dovranno essere distanziati di un metro e tenere la mascherina che potranno togliere solo dopo 500 metri – spiega l’Atletica Paratico – . Si potrà usufruire di bagni chimici posti all’esterno mentre non si potrà usufruire di spogliatoi, docce e deposito borse».
«Per noi la salute viene prima di tutto». Un monito con annuncio: quest’anno, citando Manzoni, il Grand Prix del Sebino s’ha da fare.
Sito ufficiale: atleticaparatico.it