PCA Affinity

Eh niente, ormai è un classico, con questa Instinct Reflex Belt, come ogni volta che mi trovo davanti un nuovo prodotto progettato da Sean Van Court, non posso che restare in stato di ammirazione.

Uso da sempre marsupi  e fasce running, per le mie uscite brevi. Talvolta anche come complemento allo zaino idrico, in modo da distribuire pesi in maniera da far risultare minore il carico sulle tronco.

L’invenzione delle fasce porta oggetti ha migliorato parecchio la stabilità di marcia, anche se le prime fasce non erano altrettanto capienti dei marsupi.

La fascia Camelbak Ultra è stata innovativa, a suo tempo, dotata  di una tasca anteriore  impermeabile con chiusura a zip, che ne faceva un ibrido marsupio/fascia.

Rispetto a tante altre poteva permettersi una maggior capacità di carico grazie anche alla sua struttura portante più “rigida”, costituita da uno strato di tessuto mesh 3D, che la rende n più pesante, ma sono grammi che in quella zona non si sentono poi tanto.

Quando è apparsa, la fascia Camelbak Ultra ha rappresentato il nuovo paradigma delle fasce porta oggetti. Ed è’ stata la mia preferita fascia porta oggetti. Finchè non è apparsa la fascia Instinct Reflex Belt.

L’ho provata a lungo, in diverse configurazioni di carico, anche con la soft-flask inserita nel vano anteriore esterno, per vedere se anche questa era in grado di sopportare in maniera stabile un peso denso come questo durante il movimento. E ci è riuscita. Magari col tempo questo tasca ne potrebbe risentire, con la soft flask che preme durante il movimento andando a indebolire l’integrità elastica del tessuto… Per cui meglio portare la soft flask nella tasca anteriore o posteriore interna, che così sono due gli strati di tessuto che la contengono.

INSTINCT REFLEX BELTparte frontale

Descrizione

Se la guardi bene, la fascia porta oggetti Instinct Reflex Belt non ha niente di innovativo. Ha una struttura in tessuto elastico su cui sono state montati uno o due strati di tessuto elastico che costituiscono le tasche porta oggetti.

Il tessuto utilizzato assomiglia a quello utilizzato da Salomon per la sua fascia porta oggetti Sense Belt, che è costituita solo da due strati di tessuto.

La fascia Instinct Reflex Belt ha un design molto semplice. Che ti fa pensare “ma come mai non ci hanno pensato prima gli altri “giganti” dell’abbigliamento?” INSTINCT REFLEX BELT stratificazione tasche

Perchè dobbiamo dirlo: Instinct non è Camelbak, non è Salomon, non è Raidlight, Adidas, The Northface, Nike…

Instict è Sean Van Court.

E in quella testa c’è del genio.

Aveva progettato degli ottimi zaini, Evolution ed Eklipse. Poi si è superato con l’X10.

E adesso con questa fascia porta oggetti segna un altro successo.

Caratteristiche:

– 6 tasche : 2 frontali sovrapposte, 2 posteriori sovrapposte, 1 per ogni fianco
– Tasca frontale con apertura obliqua più sicura per estrarre piccoli oggetti
– 2 tasche XL per la giacca o le borracce da 600 ml
– Tasca tubolare con bande in silicone per i bastoni da tral oppure per metterci una giacca antipioggia
– Porta pettorali da gara integrato
– Passanti riflettenti per una facile apertura delle tasche

La fascia porta oggetti Instict Reflex Belt è disponibile in 5 taglie.

Funzionalità

La fascia Instinct Reflex Belt  può svolgere il ruolo di complemento per un kit da trail running / ultra running  composto da zaino-fascia, ma già da solo costituisce un mezzo con cui poter tranquillamente affrontare lunghe uscite con una sufficiente dotazione idrico-alimentare, con la possibilità di poter contenere senza problemi anche una borraccia soft-flask come la Camelbak Chill, che è dotata di involcro termico che la rende più grande e rigida di una soft-flask normale.

E permette anche di affrontare situazioni di condizioni meteo variabili che necessitano l’avere con sè una giacca anti pioggia ben protettiva, una lampada frontale, oltre allo smartphone, alle salviette, al telo termico, guanti e cappello…. Di roba ce ne sta parecchia!

Ed in gara ti da la possibilità di mettere il pottorale sulle stringhe dotate di cursore.

INSTINCT REFLEX BELT parte posterioreTasca porta bastoni

Particolare è la tasca posteriore di superficie che ha due accessi laterali, irrobustiti da fasce elastiche e dotati anche di strisce di silicone per migliorare la prese sugli oggetti.

Ci può passare attraverso un un paio di bastoni telescopici o un paio di ripiegabili se di sezione stretta.

Può essere usata anche per riporvi la giacca antipioggia, sia se è compattata nella sua tasca (quella in foto è la giacca Patagonia Storm Racer) oppure se viene compressa dentro mentre la si inserice (giacca GoreWear R7 in Gore-Tex Shadery o Monutra Minimus in Pertex-shield). Oppure ci si può mettere duna maglietta di ricambio.

 

Tasche porta oggetti

La fascia  Instinct Reflex Belt ha tasche profonde 14 cm, dentro ci possono stare quasi tutte le confezioni di gel – barrette – solubili in commercio. Quindi, in ogni tasca laterale ci possono stare un paio di confezioni gel ed una barretta. Oppure in una tasca laterale ci si può mettere una lampada frontale

INSTINCT REFLEX BELT tasche porta oggetti

Cosa ci ho messo dentro?

Giusto spiegare tutte le cose che ci ho messo dentro e che sono visibili nella foto di copertina:

  • Tasca anteriore esterna: smartphone, una confezione di fazzoletti, chiavi di casa, chiavi della macchina
  • Tasca anteriore interna: 1 soft flask Camelbak Chill
  • tasca laterale sinistra: 1 barretta, 1 gel, 1 pastiglia solubile di sali
  • tasca laterale destra:  1 lampada frontale BlackDiamond Spot 350 e 1 confezione di 3 pile stilo AAA
  • tasca posteriore esterna: 1 giacca Patagonia Storm Racer
  • tasca posteriore interna: 1 cappellino Buff Run Cap, 1 paio di guanti Chiba Allround light

Insomma, dentro ci sta tanta roba….

 

 

Visita il sito INSTICT per conoscere gli altri prodotti

 

INSTINCT X10

 

INSTINCT  EVOLUTION TRAIL VEST, EKLIPSE TRAIL VEST,  PX TRAIL VEST