PCA Affinity

Quando ho indossato la Salomon Sense Ride 4 ho pensato “Ehi, è più leggera!”

Poi ho scoperto che invece ha messo su qualche grammo.

Eppure mancano tutte quelle imbottiture al contrafforte tallonare!

Ma si vede che il tessuto utilizzato e qualche layer in più sulla superficie esterna della tomaia, hanno compensato.

La sensazione però è quella. E che la scarpa in generale sia più snella.

Eppure intersuola e suola sono identiche alla precedente versione…

Caratteristiche tecniche:

Peso: 290gr / 235 gr versione femminile
Differenziale Tacco/punta : 8 mm (27/19mm)
Intersuola Optivibe con pellicola Profeel protettiva
Suola Contagrip MA
Tomaia con struttura SensiFit ed Endofit
Sistema allacciatura Quick-Lace con palpebra contenitiva

 

Tomaia

La tomaia della Salomon Sense Ride 4 sembra identica alla precedente versione, cambiano la forma dei layer protettivi e di supporto, ma la struttura è quella, con sistema Sensifit ed Endofit e l’allacciatura di tipo Quick-lace che assicurano una calzata fasciante e sicura in zona mediale. La seduta del piede sembra più comoda, si ha quasi una sensazione di piacere premendo le dita sulla soletta interna Ortholite. Una sensazione che ho avuto recentemente anche in altre scarpe dotate di soletta Ortholite.

Salomon Sense Ride 4 tessuto tomaia

La zona avampiede è rimasta identica, fornendo una calzata fasciante ma non così precisa come in altri modelli Salomon, un po più comoda e accogliente anche per chi ha piedi un po più grandi o non vuole sentire le dita dei piedi compresse tra di loro.

Eppure si ha la sensazione che la scarpa vesta in maniera più aderente, più decisa, fornendo una sensazione di maggior sicurezza del rapporto scarpa-piede durante il passo, anche affrontando discese tecniche in velocità.

Contrafforte tallonare

Il contrafforte tallonare è stato completamente riprogettato,  ha una forma più chiusa e non presenta imbottiture al collarino, che è molto scarno,  fascia il piede in maniera aderente. Le prime volte fa sentire la presenza del proprio bordo nella zona intorno al tendine. Solo le prime volte, giusto il tempo di farsi dare forma dal piede, dopo un po di movimento.

Salomon Sense Ride 4 contrafforte tallonare

Per quanto spartano, il contrafforte tallonare della Salomon Sense Ride 4 calza in maniera più tenace sul piede grazie alla presenza di due generosi cuscinetti interni, posti ai lati della caviglia, che vanno a cinturare il piede.

Una soluzione vista in scarpe da trail running minimaliste di qualche anno fa, tipo la Montrail Fluidflex e la Saucony Kinvara Trail: due scarpe molto leggere, prive di struttura al tallone, ma che proprio grazie a questi cuscinetti interni riuscivano a restare ben attaccate al piede. Ed avevano tessuti più morbidi e cuscinetti più piccoli rispetto a questa Ride 4.

Da questo punto di vista la Salomon Sense Ride 4 torna ad essere una vera Salomon, mentre la precedente versione mi aveva sorpreso per quanto forse morbida. Comoda, certo, ma mancava appunto di quella tenacia al tallone che si sentiva, specie in discesa, se si voleva procedere con un atteggiamento aggressivo. Più di una volta mi era capitato di perdere unità del rapporto piede/scarpa… Con la Salomon Sense Ride 4 invece mi sono divertito di più, scendendo con ritmo, sensa timori.

Intersuola & Suola

“La Sense Ride 3 è una scarpa molto stabile al contatto col fondo, che fornisce un momento di appoggio morbido, favorito anche dal rocker pronunciato nella zone tallone. Ma non si può parlare di vera ammortizzazione dell’impatto, da parte dell’intersuola, che anzi ha una struttura molto stabile”

Salomon Sense Ride 4 intersuola

Con la Sense Ride 4 non cambia nulla. La struttura è quella, cos’ì come la suola. Quando ho iniziato a correrci su quel km di strada che mi separa dall’attacco dei sentieri, l’ho sentita dura nel contatto col fondo, per niente piacevole (e la cosa peggiora su strade asfaltate, in discesa, se si va lenti e di tallone).

Quando poi ho trovato il sentiero, è diventata una scarpa piacevole, molto diretta, morbida all’avampiede che ti permette sempre di stare in controllo col fondo, con una buona ammortizzazione dell’impatto a terra e buon filtro delle perturbazioni del fondo, che si sentono ma non si soffrono, nemmeno dopo tanti km.

E’ una scarpa con cui è piacevole correre, sia in velocità che a ritmo lento indossando uno zaino da 30L.

Salomon Sense Ride 4 suola

La suola fornisce grip sicuro sui fondi asciutti di qualsiasi tipo, si plana sul fango, ma è una cosa normale, basta non spingere troppo d’avampiede per non scivolare di lato, procedendo con passo “plantigrado” e calmo quando si trovano pozze di fango di superficie, quelle più pericolose.

Conclusioni

La Salomon Sense Ride 4 è un ottima scarpa da corsa adatta a corridori in forma, per affrontare medie e lunghe distanze a qualsiasi ritmo, anche per lunghi tratti di camminata se mancano le energie, o la voglia.

Non fornisce certo il piacere di una elevata ammortizzazione sotto al tallone, ma la tecnologia adottata effettivamente evita che gli impatti provochino stancanti riverberi sulla struttura della gamba, anche dopo lunghe discese (7 km di discesa con 700mt D negativo dopo 22km di percorrenza) non ci si ritrova con senso di stanchezza sotto la parte anteriore delle ginocchia.

 

Visita il sito SALOMON

 

Salomon Sense Pro 4

Salomon Ultra Pro

Migliori Scarpe Ultra Trail Running

Salomon Speedcross 5