PCA Affinity

Lo zaino idrico MONTANE GECKO VP 12 sviluppa l’idea di base dello zaino Via Gecko che ebbi modo di provare anni fa: un gilet minimalista leggero , funzionale e molto capiente per il genere.

La sua valida struttura è stata la base per sviluppare zaini idrici più capienti, come appunto il Gecko VP 5 ed il Gecko VP 12+, ben più capace di supportare i trailrunners nelle più diverse situazioni ambientali e distanze

Caratteristiche:

Peso 265gr
Taglie S – M – L
Tessuto RAPTOR Flex 4-way stretch
Struttura telaio Freelight Vest in CONTACT Air Mesh Plus
Compartimento per vesica idrica separato
Trattamento POLYGIENE® per controllo odori
Cinturino in vita Active STrap
Stringhe pettorali con attacchi multipli
Dotato di 2x 500ml Montane UltraFlasks™ included
Compatibile con altri tipi di SoftFlasks, Borracce e vesciche idriche
Attacchi multipli per i bastoni su spallacci

Struttura

Lo zaino si sviluppa su uno chassis a forma di gilet fatto con un tessuto mesh ben resistente. Veste alto sul torso e la sua sacca, anche ben caricata, non infastidisce le scapole durante i movimenti.

Nella parte interna dello schienale è ricavato un vano separato  per metterci la vescica idrica

Spallacci

Gli spallacci sono dotati di 4 tasche principali, di cui quelle inferiori con chiusura a zip, dove si possono mettere anche softflask dotate di beccuccio lungo che possono uscire dall’apposita apertura nella parte superiore (nella foto si vede spuntare il becciccio di una normale, non avevo disponibile quel tipo di borracce..). Altrimenti la tasca può ospitare gel e barrette in quantità.

Il bordo dei porta borracce superiori non è dotato di stringhe di compressione ma il tessuto elastico riesce a mantenere ben ferma la borraccia e permette di ospitare softflask di qualsiasi dimensione.

Sulla parte superiore degli spallacci sono presenti due piccoli vani accessibili dal bordo interno in cui poter mettere piccole buste di integratori.

Sulla parte inferiore sono presenti anche altre due piccole tasche dove vi può stare una lampada frontale o altre tipi gel con involucri voluminosi

Sui bordi degli spallacci sono presenti le asole dove fissare le minimaliste stringhe pettorali dotate di gancetti a uncino, facili da gestire e che non si sganciano durante l’uso

Cinturino

La fascia elastica a velcro che costituisce il cinturino a vita  è dotata anche di due piccoli fermi che permettono di annodare su se stesso  l'”avanzo”  impedendo che il velcro, svolazzando, vada ad attaccarsi al tessuto di una maglia a maniche lunghe

 

Porta Bastoni

Ai lati degli spallacci sono presenti le stringhe per portare i bastoni da trekking: per quanto uno possa pensare, questa soluzione , oltre a essere facile da gestire, non intralcia affatto le braccia durante i movimenti della corsa

Fianchetti

I fianchetti sono dotati due due tasche molto capienti: ci possono stare insieme guanti e cappelli protettivi, o una giacca antipioggia da 200gr in Pertex Shield o Gore-TEx Shakedry, tessuti protettivi che oltre ad essere leggeri sono anche ben ripiegabili (nella tasca a destra è inserita la giacca antipioggia Dynafit Ultra Shakedry)

 

 

Sacca

Alla sacca si accede tramite chiusura a zip, è ben rivestita internamente in tessuto ripstop ed anche il tessuto esterno Raptor è idrorepellente.

E’ un tessuto che è si elastico ma in maniera corposa, non è cedevole alle sollecitazioni del carico ma anzi comprime bene il contenuto – e le stringhe esterne sono un ulteriore sicurezza – evitando che lo zaino balli durante la corsa.

Nella foto si vede ci ho messo un midlayer termico in lana merico ed un pantalone tight lungo, oggetti spesso richiesti nei regolamenti di gare ultra trail come elementi di sicurezza

Tasca Marsupio

Sulla parte superiore della sacca è stata ricavata anche una tasca marsupio che può contenere – come si vede nella foto a destra – una giacca a vento / antipioggia (ho usato la giacca Patagonia Houdini, un classico conosciutissimo,  giusto per far capire la capacità di questa sacca)

Conclusioni

Quando provai lo zaino Via Gecko pensavo che sarebbe stata proprio una bella base da cui partire per svilppare zaini di maggior capacità. Non mi aspettavo l’introduzione della tasca marsupio superiore, per il resto bastava poco, in fin dei conti, per raggiungere l’obiettivo.

Ma sono andati oltre.

E così lo zaino Montane Gecko VP 12+ si propone come uno dei migliori zaino a gilet con questa capacità di carico, offrendo diverse alternative per organizzare il carico, sempre a disposizione, facile da gestire.

 

Visita il sito MONTANE