PCA Affinity

LA DUEROCCHE FA 50: TRIONFO DI REITERER E GUIDOLIN

Andreas e Nicol conquistano lo Scarpa Ultra Trail sui sentieri tra Cornuda e Asolo. A Roberto Fregona ed Elisa Desco il successo nel Passsport Trail. In 1500 di corsa nel weekend del cinquantesimo compleanno di una delle manifestazioni podistiche più longeve d’Italia              

Buon compleanno, Duerocche.

Cinquant’anni e non sentirli, per una delle corse più longeve d’Italia, tornata dopo un anno d’assenza con un cartellone sviluppato sull’intero weekend. Dopo il prologo di sabato con le prove più brevi, oggi è stata la volta delle due corse più impegnative e attese.

A partire dallo Scarpa Ultra Trail, 50 chilometri con 2640 metri di dislivello positivo sui sentieri tra le colline di Cornuda e Asolo che hanno premiato l’altoatesino Andreas Reiterer (Team La Sportiva), giunto al traguardo in 4h17’24” dopo una gara combattuta dal primo all’ultimo metro.

Sul podio anche Riccardo Borgialli (Team Salomon), staccato di poco meno di due minuti dal vincitore (4h19’17”), e il sei volte iridato di corsa in montagna Marco De Gasperi (Scarpa Team), arrivato in 4h24’22”. “E stata una gara difficile, tiratissima sin dallinizio – spiega Reiterer, 28 anni, di Avelengo, vicino a Merano, campione italiano 2020 di trail lungo e azzurro l’anno precedente ai Mondiali portoghesi di Miranda do Corno -. A metà gara Borgialli è partito deciso, si è staccato e lho ripreso solo a 4 chilometri dal traguardo. E stata dura, ma sono molto soddisfatto. Ora punto ai campionati italiani e poi ai Mondiali”.

Nicol Guidolin ha dominato la gara femminile, realizzando la seconda vittoria in terra trevigiana nell’arco di due settimane, dopo il successo ottenuto l’11 aprile a Cordignano nel Trail del Patriarca. La 38enne triestina ha concluso la prova in 5h31’15”, precedendo di oltre 20 minuti Alessandra Olivi (Asd Scarpe Bianche, 5h52’03”). Terza Elena Gallina (Playlife Ponzano, 6h17’54”).

La domenica della Duerocche si era aperta con le vittorie di Roberto Fregona (Alpago Tornado Run) ed Elisa Desco (Scarpa Team) nel Passsport Trail, gara sulla distanza di 21 chilometri con 1040 metri di dislivello positivo. Per Roberto Fregona, trevigiano di Castelli di Monfumo, una delle stelle di casa, è la prima vittoria alla Duerocche dopo il terzo posto del 2019. La collana dei successi di famiglia raggiunge così quota 11, dopo i dieci trionfi di papà Lucio, classe 1964, ex azzurro della corsa in montagna, ieri secondo sui 13 km della Round Cross Country. “Roberto arrivava da una settimana complicata a causa di un problema fisico: ha passato più tempo a curarsi che a correre, ma sapevamo che la condizione cera. La sua prima vittoria alla Duerocche? Speriamo ne arrivino tante altre”, commenta papà Lucio.

Dopo che un errore di percorso ha coinvolto gli atleti di testa, Roberto Fregona è giunto sul traguardo a braccetto con Michele Meridio (1h35’48”), accreditato dello stesso tempo. Terzo Simone Bertini (1h37’27”). Se ieri la Round Cross Country aveva incoronato al femminile Valentina Belotti, oggi il Passsport Trail ha premiato Elisa Desco, un’altra regina azzurra della corsa in montagna e dello skyrunning.

La 38enne campionessa di Bormio, compagna di De Gasperi,  ha chiuso in 1h50’59”, andando ad occupare anche il dodicesimo posto nella classifica assoluta. Argento per Giulia Pol (Asd Black Warriors – Team Scarpa, 2h01’20”), bronzo per Tiziana Scorzato (Vicenza Marathon, 2h03’10”). “Ringrazio tutti: atleti, volontari, amministrazione comunale, sponsor. E stata unedizione fantastica, baciata dal sole. Logistica e sicurezza hanno funzionato al meglio. Dietro le quinte della Duerocche cè un lavoro infinito, ma quando va tutto bene la soddisfazione è impareggiabile”, ha commentato Manuel Menegon, al debutto da presidente del comitato organizzatore.

Circa 1500 gli atleti che, nell’arco delle due giornate, hanno fatto passerella sui sentieri trevigiani, per poi arrivare in Piazza Giovanni XXIII a Cornuda, location inedita suggerita dalla necessità di disporre di spazi più ampi in seguito all’emergenza sanitaria. Sabato, dopo la Round Cross Country, anche la passerella in notturna sul percorso della Duerocche Storica, con Daniele Meneghel (Scarpa Team) ed Elisabetta Stocco che hanno primeggiato sui 15 km (con 710 metri di dislivello positivo) della Pharmasport Asolo/Cornuda. Resterà un weekend indimenticabile anche per Federico Bragagnolo ed Eleonora Lunardi, una coppia di fidanzati montebellunesi.

A pochi metri dal traguardo della 21 km, dopo oltre tre ore di gara, Federico si è inginocchiato davanti a Eleonora, togliendo dalla tasca un anello e facendo la classica proposta di nozze. Eleonora, alla prima gara della sua vita, non finiva più di piangere. Cinquant’anni di corsa. E un matrimonio.

 

CLASSIFICHE. UOMINI. Scarpa Ultra Trail (50 km, 2640 metri D+): 1. Andreas Reiterer (La Sportiva) 4h17’24”, 2. Riccardo Borgialli (Team Salomon) 4h19’17”, 3. Marco De Gasperi (Scarpa Team) 4h24’22”, 4. Daniel Jung (Scarpa Team) 4h39’24”, 5. Giovanni Paris (Scarpa Team) 4h45’57”, 6. Ivan Geronazzo (Team Hoka) 4h48’23”, 7. Philipp Ausserhofer (Scarpa Team) 4h48’24”, 8. Alberto Garbujo (Duerocche) 4h54’22”, 9. Michael Dola (Scarpa Team) 4h57’55”, 10. Riccardo Casarotto 5h00’21”.    

Passsport Trail (21 km, 1040 metri D+): 1. Roberto Fregona (Alpago Tornado Run) 1h35’48”, 2. Michele Meridio 1h35’48”, 3. Simone Bertini 1h37’27”, 4. Enrico Cozzini 1h37’28”, 5. Alessio Camilli (Duerocche Asd) 1h37’29”, 6. Lorenzo Beltrami 1h39’07”, 7. Emanuele Manzi (Scarpa Team) 1h45’58”, 8. Gabriele Del Longo 1h47’46”, 9. Alessandro Tibolla 1h49’51”, 10. Tiziano Scatolin (Duerocche) 1h50’56”.

Pharmasport Asolo/Cornuda (15 km, 710 metri D+): 1. Daniele Meneghel (Scarpa Team) 1h12’46”, 2. Enrico De Noni (Emme Running Team) 1h20’06”, 3. Marco Bortolot 1h20’17”, 4. Gianluca Milani 1h21’04”, 5. Andrea Armellin (Montello Runners Club) 1h25’01”, 6. Emanuel D’Alberto (Gs Podistica Canalet) 1h25’30”, 7. Mattia Andreatta (Emme Running Team) 1h26’50”, 8. Cristian Furlan (Atl. Valdobbiadene) 1h26’52”, 9. Gianmarco Marsili 1h27’41”, 10. Massimiliamo Marsilli 1h27’41”.

 

DONNE. Scarpa Ultra Trail (50 km, 2640 metri D+): 1. Nicol Guidolin 5h31’15”, 2. Alessandra Olivi (Asd Scarpe Bianche) 5h52’03”, 3. Elena Gallina (Asd Playlife Ponzano) 6h17’54”, 4. Ornella Bona (Alpago Tornado Run) 6h45’04”, 5. Giorgia Nichetti 6h48’03”, 6. Asia Noacco (ZeroD+ Trail Team) 6h55’10”, 7. Laura De Cian 6h55’24”, 8. Silvia Dalla Fontana 6h58’16”, 9. Paola Zanardi (Sky Explorer) 6h59’52”, 10. Martina Zanette (Ryd Treviso) 7h00’46”.  

Passsport Trail (21 km, 1040 metri D+): 1. Elisa Desco (Scarpa Team) 1h50’59”, 2. Giulia Pol (Asd Black Warriors – Team Scarpa) 2h01’20”, 3. Tiziana Scorzato (Vicenza Marathon) 2h03’10”, 4. Elisabetta Pozza (Sportrace) 2h04’29”, 5. Elisa Zanon (Emme Running Team) 2h05’53”, 6. Silvia Sangalli 2h07’48”, 7. Kristel Mottin (Fai Zanè Runners Team) 2h10’47”, 8. Fabiola Conti 2h11’16”, 9. Eleonora Bernardi (Duerocche Asd) 2h14’57”, 10. Arianna Mariani 2h15’12”.

Pharmasport Asolo/Cornuda (15 km, 710 metri D+): 1. Elisabetta Stocco 1h28’33”, 2. Laura Bello (Atl. Valdobbiadene Gsa) 1h37’31”, 3. Elena Dal Cortivo (HRobert Running Team) 1h39’12”, 4. Giulia Gemin 1h41’55”, 5. Maela Cavazzan (Duerocche Asd) 1h43’32”, 6. Beatrice Lipari 1h53’11”, 7. Veronica Galante 1h53’11”, 8. Anna Mariola Wiatr (Asd Run Spinea Run) 1h54’37”, 9. Gaia Ometto 1h54’50”, 10. Giorgia Golfetto (Montello Runners Club) 1h57’22”.

Clicca qui CLASSIFICHE COMPLETE

ABOUT DUEROCCHE

La Duerocche è nata nel 1972 per iniziativa di un gruppo di appassionati della corsa. Giunta alla 50^ edizione, è una delle manifestazione podistiche più longeve dItalia. Il nome deriva dai luoghi di partenza e di arrivo che caratterizzavano il percorso originario: la Rocca monumentale di Asolo e il Santuario della Madonna della Rocca di Cornuda. Siamo nel cuore della Marca Trevigiana e la Duerocche coniuga al meglio le caratteristiche di un territorio unico: gli splendidi scorci naturali e le tradizioni di una terra che ha scritto pagine importanti della nostra storia. Nelle ultime stagioni, prima dellemergenza sanitaria che ha cancellato ledizione 2020, la Duerocche ha conosciuto una progressiva crescita di presenze, passando dai 1.700 partecipanti del 2006 agli oltre 6.000 del 2018, record assoluto di partecipazione. Oltre 50 mila gli atleti che hanno preso parte alla Duerocche dal 2006 ad oggi, a testimonianza di un evento ormai imperdibile per moltissimi appassionati provenienti da tutto il Nord Italia, e non solo.  

www.duerocche.com