PCA Affinity

La Saucony Endorphin Speed è una scarpa che si propone di essere un mezzo per andare veloce. Ma ciò che colpisce non è il fatto che ti permetta di andare veloce in maniera confortevole, ma che permetta di farlo in maniera molto facile.

Non è che riesci ad andarci più forte di quello che puoi, ma è la facilità con cui puoi farlo che sorprende.

Ti ritrovi a correre al tuo limite e pensi che non sei al limite, pensi che forse potresti andare di più perché non hai il cuore in gola come al solito. E quando vedi i dati del cardio, ti rendi conto che veramente hai faticato di meno!

Poi vieni a sapere che Paolo Bravi ad Aprile ha vinto la UltraFranciacorta 12 h correndo 141.62 indossando le Saucony Endorphin Speed. Il che vuol dire che ha fatto 11.8km ogni ora. Al ritmo di quasi 5’/km. Che non è proprio andare veloci.

Forse è su questo che ci si sbaglia sulle “piastre”: non servono solo ad andare veloci, servono a far correre in maniera più efficiente e riposante, per le gambe, il piede, il cuore.

Piastra & Intersuola

A differenza delle scarpe dei record, la Saucony Endoprhin Speed ha una placca a tutta lunghezza  in TPU e non in carbonio (quella ce l’ha la versione PRO), ed un intersuola che, al di là di essere molto spessa, ha comunque una struttura abbastanza classica, che ti permette di correre anche con un appoggio di tallone che risulta stabile e molto ben ammortizzato, grazie alla mescola PWRRUN PB (Peba), una evoluzione ancora più avvincente del PWRRUN+ e  molto più morbida e plastica del PWRRUN “normale” della Kinvara 12.

La rullata è favorita anche dalla tecnologia Speedroll. una particolare curvatura della pianta d’appoggio che facilita la transizione del passo.

Per essere una scarpa di soli 220gr, offre un livello di ammortizzazione confortevole al pari di una A3. Sempre per un corridore evoluto, naturalmente: non è una scarpa adatta ad un corridore sovrappeso che vuole iniziare a correre.

E in fondo anche per il corridore evoluto questa non è proprio la prima scarpa running.

Perché se è vero che ti permette di correre bene e in maniera riposante, è anche vero che devi avere delle basi già formate e da tenere sempre ben allenate.

Diciamo che la Endorphin Speed è la scarpa che ti permette di esprimere al meglio le tue capacità, ma la sua piastra, che lavora per il tuo piede, al posto del tuo piede, può farlo così “regredire”…

E anche il corridore evoluto deve usarla con una certa cautela, le prime volte. La sua tecnologia ti “impone” una postura ed un passo di corsa leggermente diversi da quelli abituali. Acceleri un po’ e ti trovi il tallone al sedere senza nemmeno volerlo!

Che magari le prime volte, tendi ad esagerare un po’ perché ti sembra andare così tutto bene, poi ti ritrovi  a freddo con dei dolorini in punti che non ti aspettavi. Dolorini che altro non sono che delle reazioni d’adattamento al diverso modo di correre.
Niente di cui preoccuparsi, ma di cui tener conto.

Tomaia & Calzata

Un altra cosa che sorprende di questa Saucony Endorphin Speed è la comodità di calzata. Considerando sempre che pesa solo 220gr, come le Saucony Kinvara 12, che già solo calzandola ti fa sentire di essere una scarpa più da competizione che non la Endrophin Speed!

Anche la Saucony Endorphin Speed è dotata della tecnologia Formfit, con una tomaia morbida, più morbida della Kinvara, ed anche più ariosa, grazie ad un tessuto mesh morbido e molto traforato.

Leggera, molto leggera sul piede. Ma non debole!

Il contrafforte tallonare p ben strutturato e dotato di discrete imbottiture al collarino che avvolgono molto bene il tallone e la caviglia.

Conclusioni

E’ chiaro che questa Saucony Endorphin Speed non è una scarpa da principiante. Ma non è una scarpa impossibile. Diciamo che se siete dei runners, in buono stato fisicco, e avete sicuramente un paio di scarpe diverse, una daily trainers per le corse più veloci, ed un ammortizzante per quelle più riposanti.

Ecco, potete aggiungerci questa per la sessione veloce, per la gara, per assaporare il gusto di raggiungere il vostro massimo senza patire, e trarne anche un feedback che può far sviluppare e migliorare la vostra dinamica di corsa. E comunque, correre con molto piacere del contatto a terra, anche a ritmi lenti.

Caratteristiche:

Peso 227gr / 192gr versione femminile
Differenziale: 8 mm (33/25MM)
Piastra integrale in nylon semi-rigido che assicura flessibilità
Intersuola: PWRRUN PB con Tecnologia SPEEDROLL Geometry
Tomaia :strato mesh e inserti in TPU, tecnologia Formit con sottopiede in PWRRUN + 3 mm., contrafforte tallonare semirigido