PCA Affinity

EVADICT GILET TRAIL 5L

Gilet a zaino di casa Decathlon ideato per uscite veloci e distanze medio brevi, dove si necessita di un prodotto aderente al corpo con la giusta capienza, in cui riporre il necessario per idratarci, coprirci ed alimentarci.

Cinque litri  di capienza disponibili per sistemare il nostro materiale all’interno dello zaino, da distribuire in 12 tasche, dove il sistema di idratazione è progettato per l’accoglienza di due borracce “soft flask” fino a 500 ml nella parte anteriore, quindi niente tubi e sacche idriche.

EVADICT GILET TRAIL 5L
Sempre  sul petto, troviamo la tasca con chiusura a zip per il cellulare oltre ad altre tasche più piccole con chiusura a velcro che aggirano lo zaino, due in posizione comoda e funzionale altre  due  dall’accesso meno immediato essendo più laterali.

Continuiamo con la grossa sacca centrale dove riporre il materiale più ingombrante con l’aggiunta   di un taschino  ben individuabile porta documenti, mentre concludiamo con una tasca elastica a rete sempre nella parte posteriore e sopra allo spallaccio due piccole tasche di libero accesso dove troviamo in dotazione il fischietto d’emergenza.

Apprezzo molto il fischietto compreso nella dotazione (ancora di salvezza in caso di guai) perché spesso se non è già presente nello zaino o obbligatorio in gara, difficilmente viene inserito nello zaino quando ci alleniamo. Un accorgimento in questo caso è sistemare bene nella taschina apposita perché se si lascia libero ribalza ad ogni passo.

Lo zaino è prodotto in tre taglie (XS/S – M/L – XL) in formato unisex in quanto munito di tre cinghie che si possono regolare sia in altezza che in larghezza.

Il peso riportato sullo zaino è di 180 g (170 g sul sito)  verificato sulla bilancia taglia M/L di 173 g,  quindi veramente leggero, leggero come il prezzo di vendita perché questo prodotto costa 29,99€. Prezzo sul mercato più unico che raro, da tenere presente se si confronta tecnicamente con prodotti dal costo anche fino a quattro volte superiori.

Consiglio, in modo particolare al primo utilizzo, di regolare lo zaino con cura prima della nostra uscita perché le possibilità di adattamento sono tante, ma richiedono qualche manovra e un po’ di tempo, quindi fatte in fretta potrebbero risultare inadeguate.  Se si adattano bene le cinghiette anteriori con la possibilità di mantenere un margine di correzione utile per adattare lo zaino in base al volume del materiale prelevato senza sciogliere i laccetti, sciolti potrebbero infastidire sobbalzando.

Fatto questo il gilet risulta comodo e  aderente al corpo e non disturba neanche nelle discese veloci dove rimane ben stabile. Provato anche in giornate particolarmente calde non ha mai infastidito. Risulta discreta anche la traspirazione, visto anche l’aspetto Eco della produzione che impiega un 60% di componenti riciclati.

L’utilizzo nel mio caso è sempre stato con una sola soft flask da 500ml sul lato destro e il cellulare sulla sinistra. Le  dimensioni del telefonino  di 6,3”/ 6.4” sono forse il limite massimo per inserire ed estrarre il telefono dalla tasca.  Con questi ingombri attenzione alle dimensioni della soft flask sul lato del telefono perché si riducono, non entra un ulteriore 500ml. 

C’è la possibilità anche di aggiungere, acquistandola a parte, una faretra, e agganciarla nelle apposite fibbie morbide posteriori  per il trasporto dei bastoncini quando decidiamo che non ci sono più utili.
Facile il lavaggio, perché non avendo strutture rigide si può mettere direttamente in lavatrice e prepararlo per una nuova uscita.

Toriselli Alarico
Istruttore tecnico di corsa (AICN)