PCA Affinity

Iniziato il conto alla rovescia per la 21^ edizione della Cortina Dobbiaco Run, un fine settimana dedicato allo sport, alla natura e al divertimento. Il sipario si alzerà sabato con gli eventi “Corri con Gianni”, “Cammina Gustando” e “Corri nel cuore di un’emozione”.

Manca davvero un soffio alla partenza della Cortina Dobbiaco Run, che percorrerà il tracciato della vecchia ferrovia che collegava, fino al 1964, Cortina d’Ampezzo con Dobbiaco.
Un percorso straordinario, “naturalmente” dedicato a tutte le attività outdoor, che si sviluppa all’ombra delle Dolomiti, Patrimonio Unesco dell’Umanità. Trenta chilometri che non collegano solo le due località, ma che uniscono due province, Belluno e Bolzano e due regioni, Veneto e Trentino Alto-Adige.

Il programma:

Il programma si aprirà sabato 4 settembre con il primo appuntamento della corsa tra le Dolomiti: “Corri con Gianni”. Alle ore 7:30 dal lago di Dobbiaco, tutti gli appassionati potranno percorrere gli ultimi chilometri della gara con Gianni Poli, organizzatore dell’ evento e vincitore della maratona di New York nel 1986. Un’occasione non solo per correre con un grande campione, ma anche di condividere l’emozione dell’arrivo al Grand Hotel.

L’appuntamento successivo sarà “Cammina Gustando” alle ore 10. La camminata enogastronomica porterà i partecipanti alla scoperta del territorio, gustando il meglio dei prodotti tipici dell’Alto Adige. Momenti di degustazione curati dallo chef stellato Chris Oberhammer del Ristorante Tilia di Dobbiaco. Un’esperienza sensoriale unica immersi nella natura assaporando le straordinarie ricette di Chris. Il ritrovo è alla Nordic Arena di Dobbiaco.

Cortina Dobbiaco Run 2019Nel pomeriggio di sabato alle ore 16 al Parco Grand Hotel di Dobbiaco, l’attore Sebastiano Gavasso, sulle immagini della Cortina Dobbiaco Run, interpreterà un brano del libro di Roberto Sante “Corri dall’inferno a Central Park”. Un paragrafo del libro è dedicato alla corsa delle Dolomiti e altri due momenti del viaggio fino a New York.

Terminata questa particolare interpretazione si potrà ascoltare la storia di Sergio Cariati, che correrà la sua prima Cortina Dobbiaco Run, in memoria della moglie, Emanuela Doddi, prematuramente scomparsa. Emanuela grande atleta, vincitrice indiscussa della prima edizione del 23 luglio 2000. A conclusione del pomeriggio ci sarà la presentazione dei Top Runner.

Domenica mattina, 2500 runner, divisi in due partenze, la prima alle ore 8, la seconda alle ore 9:30, partiranno all’ombra del campanile della Perla delle Dolomiti.
La bellezza della gara si percepirà sin dai primi metri, lasciate alle spalle le case di Cortina si inizierà a salire verso i 1530 metri di quota del Passo Cimabanche, una salita non difficile, ma che dovrà essere interpretata nella giusta maniera. In questo primo tratto il panorama delle Tofane e del Cristallo con i suggestivi passaggi all’interno delle vecchie gallerie, lascerà spazio alle Tre Cime di Lavaredo che si faranno notare appenda dopo il Lago di Landro.

Continuando la discesa si incontrerà un altro piccolo gioiello, il lago alpino di Dobbiaco che annuncerà gli ultimi due chilometri al traguardo. L’arrivo sarà all’interno del bellissimo Parco del Grand Hotel dove ci sarà anche il Green Village, divenuto in questi ultimi anni un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati della corsa.