PCA Affinity

La Sportiva Akasha 2 è un evoluzione di una scarpa che, per quanto risentisse degli anni del suo progetto, aveva ancora molti estimatori tra coloro che frequentano la montagna e le lunghe distanze.

Una scarpa comoda da calzare, non certo ammortizzante / morbida come va adesso in molte scarpe da trailrunning, ma ben protettiva.

E’ stata aggiornata con tessuti e tecnologia che l’hanno alleggerita ed hanno migliorato il comfort di marcia, senza toccare la colludata, affidabile ed efficace base strutturale dell’intersuola/suola.

Caratteristiche

Peso: 310gr
Differenziale: 6 mm 31mm/25mm
Intersuola in gomma eva e Cushio Platform
Suola in mescola FriXion XT con sistema Trail Rocker
Tomaia AirMesh forato + PU Leather parte posteriore e Dynamic ProTechTion™ in punta, plantare interno rimovibile Ortholite

Tomaia

E’ nella tomaia che sono stati apportati gli evidenti – ma non troppo – cambiamenti de La Sportiva Akasha 2.

A guardarla sembra la stessa scarpa, il design è rimasto immutato. Ma quelle bande laterali integrate all’intersuola e al sistema di allacciatura sono state sostituite con tessuti di ultima concezione, come quelli usati su Bushido, Kaptiva, Jackal: molto più fini ma pur sempre resistenti, e molto più traspiranti. Visivamente la tomaia sembra un pezzo unico, continuativo.

Invece, come nella versione precedente, la parte dell’avampiede è un altra sezione, fatto in “normale” tessuto mesh.

Tessuto mesh che è diverso da quello usato nella prima Akasha.

E’ sempre ricoperto da layer plastici termosaldati, ma riesce ad essere più traspirante e sembra anche avere maggior resistenza all’usura, avendo un “intelaiatura” differente, che visivamente fornisce un senso di maggior compattezza del filato.

Cambiato anche il sistema di allacciatura. I lacci non passano più attraverso fori presenti sul bordo delle fasce laterali, ma in asole passa lacci, che distribuiscono diversamente la pressione dell’allacciatura sul colle del piede, ben protetto da una linguetta passa lacci ben imbottita.

Calzata

La calzata risulta coinvolgente e stabile, precisa, col nuovo tessuto , e soprattutto il sistema di allacciatura, che distribuisce la sua forza contenitiva sul piede in maniera diversa, non direi comoda, ma più “armoniosa”.

Il contrafforte tallonare, molto rigido assicura la posizione del piede in ogni situazione, non si perde mai il contatto con la scarpa.

Intersuola

L’intersuola de La Sportiva Akasha 2 è rimasta la stessa del modello precedente, con un altezza a terra al tallone di 31 mm e con un differenziale tacco-punta di 6mm, misura che favorisce agilità del piede e stabilità d’appoggio, con quel tanto di altezza al tacco che aiuta la rullata camminata, l’appoggio di tallone.

Appoggio di tallone che non è morbido ed ammortizzante come nelle maxi di ultima concezione, ma non certo scomodo. La fase di impatto e rullata scorre molto bene, grazie alla tecnologia Trail Rocker che coinvolge anche l’intersuola, e la scarpa è molto pronta nella fase di spinta, non si avverte ammortizzazione che sgonfia la pressione del piede. E’ molto efficiente nella fase di corsa in salita, e molto agile sul tecnico, affidabile in discesa, fornendo una percezione diretta del fondo, senza per questo far soffrire la stanchezza del sentire le asperità del fondo che infastidiscono la marcia.

A questo comodità di passo e protezione del piede contribuisce la sotto soletta “Cushion Platform” di 3mm di gomma Eva e la soletta ergonomica rimovibile Ortholite, che forniscono una base confortevole per il piede

 

Suola

Invariata, mescola FriXion Red con tasselli aggressivi e sone , polivalente per utilizzo su tutti i tipi di terreno e stagione. Le parti colorate hanno maggior capacità di resistenza all’usura della trazione esercitata maggiormente in quelle zone

Conclusioni

La La Sportiva Akasha2  non è certo una scarpa da ultra distanze morbida come le “maxi” di ultima generazione, conserva il suo carattere di scarpa/scarponcino leggero da montagna molto efficiente durante il passo camminato e corso, con tanta protezione e comodità di calzata. Ma può essere benissimo anche la scarpa da calzare tutto il giorno in maniera casual, per chi naturalmente vive la montagna.