PCA Affinity

Cristian Minoggio e Fabiola Conti vincono la quarta edizione del ATK VerticalTrail Mont Mary K2250mt. Nel percorso K1500mt dominano Jean Luc Perron e Gloriana Pellissier. Nel tracciato più breve, il K1000 la vittoria è di Andrea Gradizzi e Lorella Charrace. Tra i giovanissimi K600 vince Davide Gadin.

Una giornata con cielo terso e con temperature estive ha fatto da cornice alla terza edizione del ATK VerticalTrail Mont Mary, gara di sola salita, partita dal campo sportivo di Saint-Christophe, a qualche chilometro da Aosta. Uno strato di nuvole in quota ha reso il panorama valdostano ancora più magico. Da segnalare la presenza in gara della guest star Franco Collè, vincitore del Tor de Geants 2021. Collé ha gareggiato nella gara a squadre con Giuditta Turini.


Il programma della giornata ha visto la partenza di quattro gare: il K1000mt che aveva uno sviluppo di 4.6 chilometri, il K1500mt con partenza da Parleaz, il K2250mt con uno sviluppo di 9.8 chilometri e la K600 riservata ai giovanissimi tra i 14 e 15 anni.
Nella gara più lunga, subito dopo la partenza data da Bruno Brunod, Cristian Minoggio ha preso il comando della gara, alle sue spalle salivano l’atleta di casa Dennis Brunod e Emmanuel Vaudan.
Nella gara K1500mt il fuoriclasse d’oltralpe Jean Lui Perron ha messo subito le cose in chiaro prendendosi un significativo vantaggio su Manuel Bosini, Pietro Segor e Cristian Vallet.


Nella gara più impegnativa, all’imbocco del sentiero, lasciata la strada sterrata, Cristian Minoggio ha incrementato il ritmo di gara attestando circa un minuto e mezzo di vantaggio sugli inseguitori.
In vetta al Mont Mary, Minoggio conclude la prova con il tempo di 1:33’27’’, mentre Dennis Brunod conferma la seconda posizione con 1:35’42’’. Sul gradino più basso del podio sale Emmanuel Vaudan. In quarta e quinta posizione si classificano rispettivamente Alex Déjanaz e Lorenzo Rostagno.
In campo femminile Fabiola Conti, ha corso una gara ad altissimo livello davanti a Corrine Favre. Appena dietro alla Favre c’erano Elisa Pallini, e Alessandra Boifava.
La Conti chiude con il tempo di 1:48’08’’ registrando anche il record del percorso, la Favre sale sul secondo gradino con 1:56’46’’. In terza posizione taglia il traguardo Elisa Pallini mentre Alessandra Boifava è quarta. In quinta posizione si classifica Lisa Borzani.Tornando alla K1500mt Jean Lui Perron ha vinto con il tempo di 1:08’37’’, alle sue spalle Manuel Bosini e Sergio Segor.
Tra le donne è stata Gloriana Pellissier a mettere il suo quarto sigillo nel Mont Mary, dopo aver vinto la K2250mt e la K1000mt, con il tempo di 1:18’24’’ ha vinto per la seconda volta K1500mt. Il podio e stato completato da Sylvie Truc e Marcella Pont.
Per quanto riguarda la gara più breve, la K1000mt Andrea Gradizzi ha vinto con il tempo di 41’23’’ davanti a Michael Durand e a Jacopo Gregori. In campo femminile la vittoria è andata a Lorella Charrace che ha fermato il cronometro in 51’09’’.
Nella speciale classifica a coppie (percorso lungo) in prima posizione si è classificata la squadra formata da Facelli-Airola. La coppia vincitrice ha fermato il cronometro in 1:53’38’’. In seconda posizione Courthoud-Zublena con il tempo di 1:54’44’’. Il podio è stato completato da Pertusini-Molinari.


Nella classifica delle squadre miste vince la coppia Gerard-Alleyson, in seconda posizione si classificano Collè-Turini, mentre Cassius-Faravelli completano il podio. Tra i team femminili vincono Titolo-Borgesio.
Nella gara K600 riservata ai giovanissimi tra i 14 e 15 anni vince il valdostano Davide Gadin, alle sue spalle Lorenzo Bonino e Riccardo Chiolerio.
Durante le premiazioni Massimo Martini e Stefano Mottini hanno ringraziato, a nome di tutto il Comitato Organizzatore sia i concorrenti sia i numerosi volontari per la loro presenza dando appuntamento al 2023.