La nota ditta italiana Scarpa inserisce una nuova calzatura nella collezione dedicata al trail running che si va a collocare direttamente come modello più “veloce” della serie: Scarpa Spin 2.0

Abbiamo quindi una scarpa dedicata al trail o skyrunning di breve o media distanza dove l’atleta cerca la performance e la capacità di sfruttare i ritmi sostenuti.
Si nota già dalla prima occhiata il profilo basso e linea semplice che caratterizzano le calzature di questa categoria.

La linea di Scarpa Spin 2.0 è minimalista ma non certo per le soluzioni tecniche, anzi, sono presenti diverse novità. Ad esempio il materiale dell’intersuola PEBAX RNEW (materiale di derivazione naturale ) con elevate caratteristiche ammortizzanti ed un ottimo rebound, una tomaia precisa e avvolgente costruita in 3D. Queste vanno a comporre una scarpa dal peso di 250 g (uomo) per un differenziale di 4 mm.

La suola

Il grip in una calzatura di questa categoria è fondamentale per far tenere il passo giusto all’atleta. Infatti qui troviamo il già sperimentato Vibram Megagrip con tasselli dalla profondità di 4 mm. Il disegno dei tasselli varia per favorire le zone di spinta e di frenata, caratteristiche che garantiscono un’ottima tenuta su roccia anche in caso di umidità.

Intersuola

Composto dall’innovativo materiale PEBAX RNEW, l’intersuola di Scarpa Spin 2.0 presenta un buon ammortizzamento per essere una scarpa da prestazione, questo inoltre si associa ad un elevata risposta in fase di spinta.

Tomaia

Scarpa Spin 2.0_tomaia

La tomaia è composta da un mesh super leggero che la rendono molto traspirante e flessibile. Grazie alla costruzione a gabbia, riesce a calzare in modo preciso lasciando comunque una buona libertà alla parte anteriore del piede. Il film termosaldato serve a dare sostegno e resistenza nei punti di maggior necessità, come la leggera protezione in punta, inserita per evitare danni dovuti ad urti con le rocce. Il sistema Sock-Fit LW evita punti di compressione e così anche il collarino risulta protettivo fasciando sempre dolcemente il piede. Comoda anche la tasca per i lacci collocata al di sopra, sopra al termine della linguetta.

Soletta

Scarpa Spin 2.0_solettaÈ composta da un sottopiede di 2mm ORTOHLITE, minimale ma confortevole e dall’ottima memoria di forma anche a lungo termine.

La Scarpa Spin 2.0 è una calzatura con un buon ammortizzamento per la categoria in cui è collocata. Inoltre, ho notato un’ottima resistenza allo schiacciamento dell’intersuola: dopo tre uscite non ho ancora visto le classiche linee che si creano dove viene esercitata una maggior pressione nella flessione del piede. Questo è sicuramente un indicatore di durabilità.
Le caratteristiche che più mi hanno colpito sono la flessibilità, la mobilità che concede al piede e il contatto che lascia percepire con il terreno. Questo va a favore di tutti gli atleti che hanno una buona tecnica di corsa e che cercano sensibilità nella calzatura, con queste peculiarità risulta una scarpa sfruttabile anche per le medie distanze. Se abbiamo un ritmo lento e cerchiamo protezione, Scarpa produce altri ottimi modelli, mentre la Spin 2.0 favorisce un ritmo alto e un appoggio di avampiede, risponde bene sia su terreni tecnici che percorsi più facili.

Il grip è ottimo su roccia, strade bianche e sentieri, bene anche su roccia bagnata ma è necessario prestare un po’ più di attenzione sul fango.
L’asciugatura è rapida, sia dopo un lavaggio che in caso di immersione in acqua, e scarica molto bene l’acqua all’esterno.

Questa calzatura è proposta al prezzo di 169,00€.

Tester
Alarico Toriselli
Istruttore tecnico di corsa AICN