Il francese Collet, vincitore della prima edizione tornerà quest’anno in Sardegna assieme alla moglie Tiphaine Germain.

Dieci anni fa Aurelien Collet, ultra runner francese di Bouffémont, metteva il suo sigillo sulla prima edizione del Sardinia Trail. Il prossimo 13, 14 e 15 maggio, il 41enne atleta del Team Hoka Hoka One tornerà a dare spettacolo con agli altri big del trail running. La nona edizione del Sardinia Trail  si disputerà fra Supramonte, Gennargentu e Ogliastra.

Tre giorni di competizione 

Dall’Île-de-France all’Isola del trail running, per quello che sarà il primo grande appuntamento stagionale per Collet, in un format particolarmente gradito. “Mi piace molto il concept della competizione divisa in diversi giorni – spiega Aurelien – perché questo ci dà il tempo di conoscere meglio gli atleti di altre provenienze. La sera abbiamo tempo per ridere e discutere e quindi creare connessioni, a differenza delle gare di un giorno dove il tempo è limitato”.

Una preparazione particolare 

Il francese Collet si prenota:“Bello e difficile: Sardinia Trail, arrivo!”

 

Un’esperienza piacevole e al contempo impegnativa, che richiede una preparazione e una gestione attente: “È importante abituare il corpo a correre per diversi giorni di seguito. Il recupero sarà estremamente importante per partire il più fresco possibile il giorno successivo. Cibo e idratazione saranno essenziali per un recupero ottimale”, spiega l’ex campione del mondo a squadre di trail. Un recupero che passa anche per le specialità gastronomiche isolane. “Le cene in gruppo sono state un momento molto conviviale e apprezzato: la cucina locale ci ha dato energia per la tappa del giorno successivo”.

Il percorso nella natura 

Oltre all’atmosfera rilassata e alle cene condivise, Collet non vede l’ora di gareggiare in quei paesaggi che definisce “fantastici”, nell’impagabile abbraccio fra mare, spiagge e montagne della Sardegna. “Ricordo un finale di tappa in quota, in una giornata molto calda. Ma il paesaggio più bello che ho nella memoria è una spiaggia di ciottoli dove, dopo l’arrivo, abbiamo immerso le gambe nelle acque fredde e cristalline, in un bagno corroborante. Non vedo l’ora di tornare”. Con Aurelien ci sarà anche la moglie Tiphaine Germain, già settima all’Ecotrail de Paris: “E spero in una sua prestazione brillante in Sardegna”.

Il francese Collet si prenota:“Bello e difficile: Sardinia Trail, arrivo!”

Iscrizioni, tariffe agevolate fino al 30 aprile 

Gli organizzatori hanno aperto le iscrizioni sul sito ufficiale della manifestazione www.sardiniatrail.com offrendo ai runner una tariffa agevolata. I primi 50 iscritti potranno vivere una magnifica esperienza al costo di € 250, mentre il costo di iscrizione è di € 400 fino al 30 aprile 2022 e di € 500 a partire dal 1° maggio 2022.

Le tappe, 100km in tre giorni 

Il Sardinia Trail è un’esperienza da vivere con la famiglia che si snoda su tre tappe, per una lunghezza complessiva di circa 100 Km e un dislivello positivo, sempre complessivo, di 4000 metri.

  • La prima tappa, venerdì 13 maggio, avrà come sede di partenza e arrivo Urzulei e si snoda fra i sentieri e gli altopiani del Supramonte, lungo 29,6 Km.
  • Nella seconda frazione, 42 Km e 1650 metri di dislivello con partenza e arrivo ad Arzana in località Nuraghe Ruinas, si scopre il Gennargentu con passaggio a Punta La Marmora.
  • Partenza dal mare per la terza e ultima tappa, domenica 15 maggio: 26,8 Km e 1215 metri di dislivello dalla spiaggia Foxi di Tertenia alla quella di Museddu nel territorio di Cardedu.