Trailrunning e running normali: tutte le differenze

Quando si parla di corsa, molto spesso si ignora il fatto che esistano diverse tipologie di questa attività. Una grossa differenza, ad esempio, riguarda anche il terreno su cui si corre e la modalità con cui lo si fa.
Ad esempio, c’è una grossa differenza tra chi pratica la corsa su strada, ovvero su terreni asfaltati e regolari e su chi, invece, preferisce correre su superfici irregolari e sterrate. Infatti, non è solo diverso il contesto, ma anche l’impatto che il piede ha sul terreno e, quindi, gli stimoli che riceve l’organismo.

Sia che si pratichi trailrunning, ovvero corsa su terreni sterrati o ci si dedichi al running su superfici regolari, è bene indossare le calzature giuste che devono dare un supporto specifico al piede. In questo modo, ci si potrà dedicare alla propria attività preferita con il massimo comfort e senza incorrere in problemi a muscoli e articolazioni.

Le differenze si vedono anche dalle scarpe

Se si guarda alle caratteristiche di queste scarpe da corsa da uomo e si confrontano con quelle per il trail, si capisce subito quali sono le differenze tra queste due attività. Infatti, i modelli pensati per il trailrunning sono delle scarpe da corsa uomo pensate però appositamente per affrontare i terreni irregolari e, quindi, sono dotate di alcune caratteristiche specifiche.

Infatti, le scarpe da corsa uomo hanno suole relativamente piatte che permettono di aumentare la velocità riducendo l’attrito sulle superfici lisce, mentre le suole delle scarpe da trail sono pensate per affrontare terreni instabili, spesso scivolosi, e per questo sono dotate di appositi tasselli.

Inoltre, a differenza delle scarpe da corsa uomo e donna, quelle da trail sono meno ampie e più avvolgenti per offrire sempre il massimo controllo. Tuttavia, soprattutto se si ha un piede con la pianta larga, ci sono comunque delle valide alternative che coniugano sostegno e precisione con un elevato comfort.
Una differenza tra scarpe da corsa e quelle da trail è data anche dai materiali: le prime, infatti, sono quasi sempre dotate di finitura che le rende impermeabili e di appositi rinforzi per proteggere le parti laterali, come la punta e il tallone.

Non è solo il terreno a fare la differenza

Correre su strada o su terreni sterrati apporta stimoli diversi al corpo che, quindi, dovrà fare uno sforzo diverso, non solo a livello fisico. Tuttavia, se questa differenza è piuttosto intuitiva quello che è meno evidente sono le differenze a livello mentale tra corsa su strada e trailrunning.
Ad esempio, chi si dedica al trailrunning molto spesso vede la corsa come un’attività che non solo consente di allenare il fisico, ma anche di alleviare ansia e stress. Infatti, spesso i trail runners sono persone che vogliono

  • mantenersi in forma
  • superare i propri limiti
  • sfuggire dalla realtà cittadina e
  • riconnettersi con la natura abbandonando lo stress quotidiano.


Tuttavia, l’impegno richiesto dalla mente e dal corpo per correre su strade sterrate è sicuramente maggiore, mentre il running su strada ha il vantaggio di poter correre su un terreno liscio e asfaltato che potrebbe rendere più facile distrarsi e abbandonarsi ai propri pensieri.

Inoltre, praticare il running è molto più semplice perché basta scendere in strada, anche nelle vie cittadine e iniziare a correre.

Insomma, le differenze tra trailrunning e running sono molte, ma si tratta anche di una visione del tutto soggettiva ed entrambe le discipline permettono di godere di numerosi benefici sia per quanto riguarda il fisico che la mente.

Ecco perché, per essere sicuri di svolgere questa attività al meglio è necessario dotarsi della giusta attrezzatura, come scarpe da corsa uomo e donna adatte, e di fare qualcosa che sia piacevole.

Inoltre, running e trailrunning sono due attività che possono essere alternate tra loro.