Cortina Dobbiaco Run, una settimana all’apertura del fine settimana dedicato.

Luigi Alverà, vice sindaco di Cortina d’Ampezzo: «Con la “corsa nelle Dolomiti” si apre ufficialmente la stagione estiva per Cortina».

CORTINA DOBBIACO RUN

Manca poco più di una settimana al via della 22a edizione della Cortina Dobbiaco Run, corsa podistica di 30 chilometri che si sviluppa lungo il tracciato della vecchia ferrovia che sino al 1964 collegava Cortina d’Ampezzo con Dobbiaco.

Il percorso 

Un percorso straordinario, “naturalmente” dedicato a tutte le attività outdoor che vive all’ombra delle Dolomiti, Patrimonio Unesco dell’Umanità. Trenta chilometri che non collegano solo le due località, ma che uniscono due province, Belluno e Bolzano e due regioni, Veneto e Trentino Alto-Adige.

La storia 

«Cortina d’Ampezzo – ha raccontato Luigi Alverà, vice sindaco di Cortina – ha tradizionalmente una vocazione sportiva rivolta soprattutto alle attività legate al mondo outdoor, basti pensare che la Cortina Dobbiaco Run spegne, il prossimo 5 giugno, 22 candeline. Questa corsa è nata da un’idea straordinaria di Gianni Poli, stringendo ancor di più il legame storico con

Cortina dobbiaco run

Dobbiaco nato sportivamente nel 1977 con la gara di sci nordico. La nostra vallata, con la “corsa nelle Dolomiti”, apre ufficialmente la stagione turistica estiva. A Cortina non c’è solo la neve, in questi anni abbiamo dimostrato che l’estate, insieme a tutte le offerte legate alle attività ludico/sportive vissute tra le nostre montagne, sono una promozione a 360 gradi che potrebbe persistere per 365 giorni all’anno».
«La Cortina Dobbiaco Run – ha detto Alverà – l’ho vissuta proprio dalla prima edizione quando con la Gis abbiamo iniziato a collaborare con Poli. Ora con l’inserimento del “My1stMile Cortina” sono estremamente soddisfatto che dopo due anni di rallentamenti dovuti alla pandemia, siano riusciti a portare a Cortina un evento così importante e soprattutto dedicato al futuro dell’atletica».

Il programma 

Il fine settimana della “corsa nelle Dolomiti” inizierà venerdì sera con la 6^ edizione della Spring Night Run, gara di undici chilometri che prenderà il via a pochi metri dal Lago di Landro.

I concorrenti, muniti di lampada frontale, percorreranno gli ultimi undici chilometri della Cortina Dobbiaco Run, l’arrivo è posto al Parco del Grand Hotel.

La giornata di sabato 4 giugno sarà dedicata ai più giovani. Alla mattina, all’interno del Parco del Grand Hotel di Dobbiaco, partirà la Kids Run, le gare di varie distanze a seconda delle categorie vedranno impegnati bambini e ragazzi fino ai 14 anni.

Nel pomeriggio la macchina organizzativa coordinata da Gianni Poli si sposterà a Cortina d’Ampezzo per la prima edizione del “My1stMile Cortina”, “il Mio primo Miglio” sarà riservato alle categorie Cadetti, Allievi e Juniores della Fidal.

Corso Italia domenica sarà invaso da migliaia di runner per la 22^ edizione della Cortina Dobbiaco Run con partenza alle ore 9:00. Lasciata Cortina, il lungo serpentone variopinto entrerà sul tracciato dell’ ex ferrovia, direzione Cimabanche, con i tradizionali passaggi all’interno delle vecchie gallerie ferroviarie. Dopo Cimabanche la lunga discesa che porterà al Parco del Grand Hotel di Dobbiaco passando per il lago di Landro e il lago di Dobbiaco.