La Mizuno Wave Sky 5 cambia molto e molto rispetto alla precedente versione, che era un ottima scarpa, stabile e ben ammortizzante, adatta alla corsa lenta e pesante su lunghe distanze. Non gioiosa, ma bella protettiva.

La Mizuno Wave Sky 5 già nell’estetica riesce a trasmettere più leggerezza (e sulla bilancia pesa anche una ventina di grammi in meno, siamo a 310gr) ed un maggio senso dinamicità, rispetto alla Sky 4, che al confronto, a vederla adesso, sembra uno scarpone…

Quest’apparenza di leggerezza e dinamicità si riscontra anche durante il passo, grazie ad una riformulazione del reparto intersuola, che ha la stessa struttura a “sandwich con ripieno” delle Sky 4, ma con ingredienti diversi

Caratteristiche:

Peso: 310gr
Differenziale: 8mm (37/29mm)

Tomaia

La tomaia della Mizuno Wave Sly 5 è snella nella forma, con un puntale raccolto, molto avvolgente senza essere fastidioso.

Il tessuto robusto ed il rivestimento interni la rendono ben strutturata, senza dover ricorrere all’ausilio di strati sovrapposti di altro ben materiale, fornendo così una calzata ben salda sul piede, e molto comoda da sentire.

La linguetta paralacci fatta con un tessuto ben traspirante, molto morbida e malleabile, e riesce ad essere ben protettiva contro un allacciatura molto compressa.

E’ stato snellito di molto anche il contrafforte tallonare, sempre rigido in maniera granitica, ma con un minor imbottitura interna, che resta comunque abbondante, e rende molto confortevole la calzata intorno alla caviglia.

La sensazione, soprattutto in movimento, è quella di un miglior bilanciamento dei pesi: normale che la parte posteriore di una scarpa, visto i materiali dell’intersuola e la struttura del contrafforte tallonare, sia la zona più pesante di una scarpa, rispetto a quella anteriore. Una differenza che in questa versione si sente meno rispetto alla precedente.

Intersuola

L’intersuola della Mizuno Wave Sky 5 è stata rivoluzionata. Nel vero senso della parola:quel che stava sotto adesso e sopra, e viceversa. E’ tutto a rovescio… tranquilli, non è che ti fa correre all’indietro!

La gomma Enerzy Foam compone lo strato inferiore (prima era quello superiore), mentre la gomma U4ic lo strato superiore (prima era quello inferiore)

 

L’Enerzy Foam, più leggero del 17% e reattivo del 15% rispetto all’U4ic, compone lo strato che ha contatto col terreno, e migliora la capacità della scarpa di accompagnare il passo in maniera più piacevole e fluida. A questo contribuisce anche la nuova struttura della suola, caratterizzata da un numero maggiore di line di flessione nella parte anteriore, e di minor spessore rispetto alla precedente versione.

All’interno dello strato superiore è ingabbiato un strato di gomma Enerzy Core, con maggior spessore sotto l’avampiede e al tallone.
L’Enerzy Core è un composto ancor più leggero e con maggior ritorno di energia rispetto al XPOP usato nella precedente versione: già l’Xpop era del 185% più leggero dell U4ic.. ma l’Enerzy Core lo è del 293%! l’Xpop era del 36% più reattivo dell’U4ic, l’Enerzy Core lo è del 56%!

Questo nuovo “cuore” dell’intersuola, e la diversa composizione degli strati, contribuisce ad avere così una scarpa più leggera e ancor più confortevole sotto il piede, con un tipo di ammortizzazione che riesce ad essere meno spugnosa e più reattiva, rendendo così la SKy 5 una scarpa più divertente rispetto al comportamento pacioso della Sky 4, che poteva anche risultare pesante, a causa della massa che avvolgeva il piede al tallone.

Nella Wave Sky 5 si affonda di meno al momento dell’atterraggio rispetto alla SKY 4, non si percepisce quel senso spugnoso che potesa risultare molto comfortevole, ma che in fondo diminuiva l’efficienza del passo, appesantendolo.

Suola

E anche qui un gran bel cambiamento: la precedente versione aveva una suola composta da placche che ne ricoprivano quasi tutta la superficie, ad aveva anche un bello spesso.


Era caratterizzata anche di una maggior concentrazione di gomma nella parte interna, quasi a voler fornire una base solida che supportasse la scarpa dando stabilità in caso di passo caricato nella parte interna.

Nella Mizuno Wave Sky 5 c’è un bel po’ meno di gomma, ci sono più ampie e profondi solchi trasversali nella sona anteriore, per renderla più flessibile.

Della serie: scarpa lenta permette al piede a caricare troppo, bene lasciarlo scivolare via meglio così che non lo faccia.

Conclusione

La Mizuno Wave SKy 5 è una scarpa che offre tutto quello che ci si aspetta da una scarpa della categoria massima ammortizzazione e protezione:
Una calzata fasciante, rassicurante, comoda.
Una fase di ammortizzamento comoda e stabile al momento dell’appoggio a terra
Una fase di distensione del piede stabile che supporta bene anche una lieve pronazione
Una fase di spinta che riesce a seguire meglio la flessione del piede, migliorando anche il comfort.