Collontrek, ritorna l’affascinante gara di trail che unisce l’Italia e la Svizzera.

Ritorna il Collontrek
archivio edizione 2019

Il 3 settembre 2022 si torna a correre sui sentieri dei contrabbandieri, con un anno di ritardo rispetto alla tradizionale cadenza biennale; a fermare l’edizione 2021 l’emergenza sanitaria e l’impossibilità di spostarsi agevolmente tra i due paesi.

Ora però si viaggia spediti verso la normalità e la corsa transfrontaliera con partenza da Bionaz (Valle d’Aosta) e arrivo ad Arolla (Vallese) torna nella sua tradizionale data.

Il Collontrek riparte con alcune novità

Il Collontrek riparte con alcune novità, a iniziare dai risultati e dalle partenze. Da quest’anno solo le squadre Elite (partenza B) saranno ufficialmente classificate, mentre tutti gli altri partecipanti avranno una semplice rilevazione del tempo, senza graduatoria. Inoltre i pettorali a disposizione sono 800, duecento in meno rispetto all’ultima edizione del 2019. Dunque solo 400 squadre potranno partecipare alla prova di 22 chilometri (1.250 metri di dislivello positivo – 1.230 metri in negativo) che prevede anche l’attraversamento dell’alto ghiacciaio dell’Arolla, al confine tra Italia e Svizzera.

Le iscrizioni sono aperte

Ritorna il Collontrek
archivio edizione 2019

Le iscrizioni sono aperte e i pettorali a disposizione sono sempre meno. Verranno chiuse non appena sarà raggiunto il numero massimo previsto dal regolamento. Il costo a persona, per gli atleti italiani o facenti parte dell’Unione Europea, è di 60 euro. Per partecipare è possibile collegarsi sul portale Datasport oppure passare attraverso il sito della manifestazione collontrek.com.

Per un giorno la Valpelline e la Valle d’Hérens saranno unite da un lungo serpentone di atleti che correranno sui sentieri dei contrabbandieri. Il Collontrek è una gara unica nel suo genere perché i concorrenti dovranno attraversare un intero ghiacciaio, oltre quota 3.000 metri. Si corre a coppie su tutti i terreni: sentieri di montagna per il 48%, neve e ghiaccio per il 16% e altri tratti sentieristici, gli stessi che per migliaia di anni furono solcati da pastori, commercianti e contrabbandieri delle due regioni alpine.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Ritorna il Collontrek
archivio edizione 2019

Anche l’occhio vuole la sua parte: dighe e sentieri, vette e colli, ventidue chilometri di paesaggi al confine tra Italia e Svizzera. Si parte sempre da Bionaz e dopo aver costeggiato la diga di Place-Moulin si inizierà la scalata verso il Col Collon, dove poi scatterà la lunga discesa versa Arolla, località nel comune di Evolène.

L’organizzazione della corsa settembrina è sempre affidata allo staff coordinato da Laurent Pitteloud e Maurizio Lanivi. Cureranno tutta la parte agonistica ma anche la logistica e i trasporti da e per la partenza e l’arrivo. Una macchina ormai collaudata che sta lavorando da mesi per trovare le migliori soluzioni sotto l’aspetto della sistemazione alberghiera e dei transfer.

Informazioni e iscrizioni: http://www.collontrek.com/

Regolamento

Percorsi, mappe 

Pagina Facebook: @collontrek2019

Pagina Instagram: @collontrek

#collontrek #arolla #bionaz