Quattro giornate di gare, 5 mila iscritti, 4.285 partenti, oltre 70 nazioni al via. Questi alcuni numeri dell’edizione 2022 della La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB®, andata in scena a Cortina d’Ampezzo, nel cuore delle Dolomiti patrimonio dell’umanità Unesco, da venerdì 23 a domenica 26 giugno.

La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB® è l’unico appuntamento italiano delle UTMB® World Series, il nuovo circuito che unisce le più celebri gare ultra a livello internazionale.

Facciamo un riassunto dei risultati delle quattro gare in programma:

CORTINA SKYRACE – 20 chilometri e 1000 m di dislivello positivo, con il punto più alto a Forcella Zumeles.

Trionfano lo spagnolo Antonio Martinez Perez con record e l’italiana Alice Gaggi.

La gara, andata in scena nella serata di giovedì 23 giugno, ha visto confrontarsi 426 concorrenti: a vincere è stato l’iberico Antonio Martinez Perez con il tempo, record, di 1h29’21”. Al secondo posto, staccato di una trentina di secondi (1h29’54”), il lombardo Luca Del Pero che aveva guidato la prima parte di gara fino a Forcella Zumeles, “tetto” della prova con i suoi 2.072 metri di altitudine. A completare il podio un altro atleta lombardo, Lorenzo Beltrami (1h33’13”).

«Siamo partiti molto velocemente, sono arrivato a Forcella Zumeles secondo, poi in discesa ho recuperato e sono riuscito a vincere, come lo scorso anno avevo fatto con la Cortina Trail» dice Antonio Martinez Perez. «Magari in futuro potrei aumentare la distanza e fare la Ultra. Di sicuro, vorrei essere qui a Cortina anche il prossimo anno».

Al femminile, la gara ha visto il dominio della valtellinese Alice Gaggi, più volte sui podi iridati nella di corsa in montagna. 1h52’13” il tempo fatto registrare dalla vincitrice. Con lei sul podio la francese Lucille Germain (1h58’40”) e la bellunese Sara Mazzucco (2h04’21”).

«Sono davvero contenta della mia prima Cortina Skyrace» commenta Alice Gaggi. «Non solo perché ho vinto ma perché ho corso in posti fantastici e con tifo incredibile sia lungo il percorso che all’arrivo».

CORTINA TRAIL – 48 chilometri e 2.600 metri di dislivello positivo.

Vincono Patricia Pineda (con record) e Pere Rullan  
Italia sul podio con Pina Deiana e Daniel Jung

Spagna è grandissima protagonista anche nella seconda giornata del programma della La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB®.
A mettere tutti d’accordo è stato lo spagnolo Pere Rullan in 4h27’43”. Un atleta spagnolo anche sul secondo gradino del podio: Miguel Arsenio, staccato di 2’14” dal vincitore (4H29’57’’). Grazie a un finale in rimonta, è riuscito ad agguantare la terza posizione Daniel Jung, altoatesino di Naturno, che ha completato la propria fatica in 4h36’59”. Rimane giù dal podio per appena una ventina di secondi, invece, Diego Angella, terzo fino a tre chilometri dalla linea d’arrivo.

Dominio di Patricia Pineda nella gara in rosa: la ragazza spagnola ha vinto stabilendo il nuovo record del tracciato: 4h59’17” il riscontro cronometrico dell’atleta iberica che ha preceduto l’italiana Pina Deiana (5h29’02”), all’esordio su una distanza così lunga, e la ceca Tereza Kubikova (05h34’21’’).

ULTRA DOLOMITES – 80 chilometri di sviluppo e 4.600 metri di dislivello positivo.

Festeggiano il toscano Matteo Anselmi e la statunitense Kelly Wolf

Al maschile vittoria per il toscano dell’Isola d’Elba Matteo Anselmi in 8h42’00”. Al secondo e terzo posto Daniele Calandri 8h49’26’’ e il romeno Catalin Sorecau 08h54’29’’.
La favorita Kelly Wolf ha fatto propria la gara femminile: 9h25’52” il tempo fatto registrare dalla statunitense che ha preceduto la finlandese Johanna Antila 9h29’48’’ e l’italiana Marina Cugnetto 09h38’22’’.

LAVAREDO ULTRA TRAIL – 120 chilometri di sviluppo e 5.800 metri di dislivello.

Hannes Namberger è il re di Cortina. Tra le donne successo per la svedese Mimmi Kotka.

Non si è trattato di una semplice vittoria: Namberger ha infatti vinto con un tempo record – 11h56’28” – migliorando il record che lui stesso aveva stabilito lo scorso anno  (12h02’12”). Piazza d’onore per l’elvetico Gian Marchet Schicktanz (12h07’02”) e terza piazza per Jiasheng Shen (12h28’47” per l’atleta cinese che nel 2019 aveva conquistato il secondo posto).

«Vincere per la seconda volta consecutiva qui è qualcosa di sorprendente» dice Hannes Namberger. «Ritornare a Cortina dopo aver vinto e dopo aver realizzato il record nel 2021 era qualcosa di rischioso ma a me le sfide piacciono e ho voluto provare anche se la condizione non era al cento per cento. È andata davvero bene. Credo di aver fatto una gara intelligente».

Primo italiano il piemontese Francesco Cucco che ha fermato il cronometro sul tempo di 13h43’53”, precedendo il vicentino Roberto Mastrotto (13h47’53”).

Tra le donne a vincere è stata la svedese Mimmi Kotka, prima in 14h51’25”. Sul secondo e terzo gradino del podio la polacca Katarzyna Solińska (15h11’24”) e l’austriaca Esther Fellhofer  (16h01’22”). Prima italiana la vicentina Alessandra Boifava, sesta.

«Sono partita molto forte, un po’ troppo» commenta la vincitrice Mimmi Kotka. «Poi sono stata vittima di qualche caduta che mi ha rallentato. Nel finale ho faticato parecchio ma sono riuscita a contenere il rientro delle avversarie. Sono super felice».

 La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB®, in archivio un’edizione da applausi

«La presenza nelle UTMB® World Series è un valore aggiunto importantissimo che ci permette di impostare un lavoro di prospettiva fondamentale» sottolineano i due coordinatori dell’organizzazione, Cristina Murgia e Simone Brogioni. «I numeri di questo 2022 sono stati molto importanti: oltre 10 mila richieste di partecipazione e sorteggio per assegnare i 5 mila pettorali stabiliti. 76 le nazioni presenti, a conferma della sempre maggiore internazionalità dell’evento».

Un pò di numeri…

Sono stati 1.476 gli atleti partiti e 1.135 quelli arrivati per la Lavaredo Ultra Trail 120 km, con una percentuale di finisher del 76,8 per cento; 891 partiti e 812 arrivati per la UltraDolomites (finisher 91,1 per cento); 1.491 partiti e 1.427 arrivati per la Cortina Trail (finisher 95,7 per cento) e 427 partiti e 410 arrivati per la Cortina Skyrace (finisher 96 per cento).

Alle cifre sopra citate occorre aggiungere anche gli oltre 200 partecipanti alla Kids Run, evento che permette di avvicinare bambini e ragazzi al mondo della corsa in maniera divertente.

«Un grandissimo ringraziamento va agli oltre 600 volontari che hanno collaborato alla La Sportiva Lavaredo Ultra Trail, testimoniando in maniera concreta la grandissima passione che hanno per il territorio e per questo evento» proseguono Murgia e Brogioni. «Grandissima è anche la passione dei nostri partner: dall’Amministrazione Comunale di Cortina d’Ampezzo e di tutti i Comuni attraversati al Soccorso Alpino, dal Club Alpino Italiano alle tante realtà associative del territorio, dagli albergatori alle aziende, in primis naturalmente il title sponsor La Sportiva. Con loro vogliamo continuare la nostra corsa verso il futuro».